Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

A proposito di oltreoceano: Frank e Marina erano in vacanza due anni fa

– Ora siamo nella nostra terza stagione con un camper. Dopo i viaggi di vacanza con le tende in Norvegia nel 2017 e nel 2018 con molta pioggia, abbiamo deciso di acquistare un camper.

– In precedenza, viaggiavamo ogni anno in Montenegro in auto attraverso l’Europa. Mia moglie Marina Vlahovic viene da lì. Ci siamo affrettati a sud senza guardare molto. Vai subito dalla famiglia lì.

Frank Hansen di Saratgirnd dice a Bergen.

La coppia ha acquistato il primo camper nel giugno 2019. Volevano provare una vacanza in camper. Lascia che il viaggio avanti e indietro in Montenegro faccia parte della vacanza come parte del piano. Sempre di fretta, senza cercare alberghi disponibili per la notte.

Quest’ultimo è stato fatto un po’ all’ultimo minuto. Dopo una lunga giornata in cui sono spesso stanchi. Qualcuno si identifica?

Spazzata norvegese l’anno scorso

– Dopo alcuni viaggi di prova con un camper in Norvegia, abbiamo impostato la rotta per il 2019 attraverso l’Europa. Il primo camper si chiamava City Motorhome. Non sapevamo come sarebbe stato trascorrere tre settimane in un’auto relativamente piccola, continua Frank.

Marina e Frank hanno perso la testa per la vita da camper. Foto: privato.

Ma è andato con molti di Marina e Frank; Sono stati completamente salvati nella vita del campo. Dopo un po’, il nuovo e grande donatore si trovava nel cortile con un grande spazio.

Non potendo andare all’estero nel 2020, la coppia è andata in vacanza in Norvegia l’anno scorso.

– Abbiamo viaggiato in tutta la Norvegia per tre settimane, Bergen-Nordkop-Lindesness-Bergen. Questo è un grande viaggio. Frank dice che la Norvegia è davvero un bel paese per le vacanze.

Quest’anno, il camper nuovo e più grande è di nuovo pronto per il tour del Montenegro. Sono passati due anni da quando hanno salutato la famiglia lì.

Ma nel bel mezzo dei preparativi per il viaggio di quest’anno, hanno ricevuto un “saluto spiacevole” per posta da un precedente viaggio europeo. Questo è stato due anni fa.

– Non lo vedo arrivare. Questa è una lettera di Nivi Spa: Non pagare i pedaggi, dice Frank leggermente infastidito.

Si scopre che il 20 agosto 2019 la coppia ha attraversato il casello senza equipaggio di Firenze. Nessun tempo di passaggio trovato (non rilevato). Il prezzo della dogana è di 62, 60 euro. (Quasi 700 corone norvegesi al tasso di cambio odierno).

Leggi anche: Dado ha una roulotte – scioccato dal consumo

Non puoi andare più a nord in Norvegia.  Qui, l'auto è stata fotografata a Capo Nord l'anno scorso.  Foto: privato.

Non puoi andare più a nord in Norvegia. Qui, l’auto è stata fotografata a Capo Nord l’anno scorso. Foto: privato.

Vuole avvisare gli altri

– Questa è, con un buon margine, la strada a pedaggio più costosa che stiamo cercando in Europa. Di solito paghiamo 10-20 euro per i pedaggi, spiega.

Ma non si ferma qui. Nella fattura del 20 giugno 2021 tale importo è diventato ora di 91,00 euro. O molto vicino a mille corone, convertito in corone norvegesi.

– Non che non possiamo permettercelo. Se hai un camper per milioni di corone, ce l’hai, insiste Frank.

– Voglio reagire alla pratica qui e sensibilizzare gli altri. Ora i viaggi all’estero stanno lentamente diventando di nuovo un argomento, spiega.

– Prima di tutto, reagisco al fatto che questa colonna fosse costosa in primo luogo. Inoltre non abbiamo registrato di aver attraversato alcuna barriera automatica a Firenze. Tutti gli anelli di pagamento esteri sono serviti e hanno una barriera fisica.

– In secondo luogo, pagano solo una succosa commissione, e in terzo luogo sono un po’ sorpresi, possono inviare una fattura due anni dopo e un anno dopo che la fattura è stata stampata.

Leggi anche: Alcune alternative possono effettivamente farti risparmiare un sacco di soldi

La vacanza in Norvegia non è un errore, ma quest'anno Frank e Marina stanno tornando a sud.  Immagine da Inhawett nel nord-est.  Foto: privato.

La vacanza in Norvegia non è un errore, ma quest’anno Frank e Marina stanno tornando a sud. Immagine da Inhawett nel nord-est. Foto: privato.

Periodo di tre anni

Non è difficile capire perché si interrogano su questo.

In senso generale, il Consiglio dei consumatori sottolinea che il limite per tali reclami è di tre anni, nella maggior parte dei paesi europei, ma possono verificarsi eccezioni.

Per quelli di voi che vogliono una vera avventura quest’estate

Raccomandano di pagare il sinistro per evitare costi e commissioni aggiuntivi, ma allo stesso tempo inviano una richiesta scritta alla società di pedaggio sul motivo per cui si sta concorrendo per il reclamo e spiegano chiaramente il motivo.

Ci possono essere diversi motivi per cui ci è voluto così tanto tempo per ottenere la fattura. Tra le altre cose, le autorità italiane non hanno accesso ai registri dei veicoli a motore norvegesi, il che potrebbe anche essere un fattore nell’epidemia in corso.

Si riferisce anche al Consiglio dei consumatori Consumare l’Europa Hai bisogno di consigli, assistenza o suggerimenti per i consumatori che si applicano al di fuori della Norvegia.

– Le coppie che stanno preparando l’auto per il lungo viaggio di quest’anno dicono che è un buon consiglio da portare con noi sulla strada da percorrere.

In questo momento bisogna prestare un po’ di attenzione in più alle casse automatiche…

Leggi anche: La cintura di sicurezza è molto importante, ma molte persone la usano male

Video: Doc potrebbe avere il camper più piccolo della Norvegia

READ  Dibattito Norvegia, Netflix | Ecco perché i nemici del mondo sono fondamentalmente sbagliati