Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

– Abbiamo lasciato un po’ vuoto – VG

Magnificamente: Amahl Pellegrino e Hugo Vetlesen hanno avuto un grande successo.

SARPSBORG (VG) Dopo il crash dell’avventura europea a Roma, Bodø/Glimt ha colpito il muro – con risultati deludenti e recensioni negative. Poi è arrivata la svolta.

Inserito:

– Siamo finiti in un periodo piuttosto impotente in cui le cose hanno iniziato a rallentare un po’. Ci sono state molte cazzate nei media, con tutto ciò che riguardava gli zingari e tutto il resto. Ci sono state molte attenzioni negative che potrebbero averci colpito un po’ più di quanto pensassimo, afferma il marcatore di due gol Amy Pellegrino dopo la vittoria per 4-1 a Sarpsborg.

Dopo aver perso 0-1 contro il Linfield a luglio, ci sono state ancora una volta accuse di malsana cultura del partito a Bodø/Glimt, secondo il quotidiano locale Bodo adesso Trasmissione dei testi del podcast di supporto “Glimt in the Eye”.

Collaborazione EditorialeScopri +

Guarda Eliteserien e OBOS League in diretta su Discovery +

“Non bevo da cinque anni, e poi è arrivato”, ha detto il capitano Ulrich Saltens in modo indipendente.

-È incredibile con le voci che anche Bodø/Glimt può ottenere una reputazione partigiana, ti viene quasi da ridere, dice Hugo Vetlesen.

Dopo sei vittorie consecutive allo Yeletserin, Bodo/Glimt è entrato nella partita di martedì contro la Dinamo Zagabria, il primo di due playoff contro i croati, con la fiducia del mondo.

Ho bisogno di una pausa

Mentre VG cerca di ottenere una risposta a ciò che è andato storto all’inizio della stagione, tutti a Camp Glimt sono chiari sul fatto che le voci sulla festa sono una pista secondaria. Invece, indicano l’usura dopo una lunga stagione e una squadra molto debole.

Certo, Glimt si è alzato e ha vinto 5-1 in casa del Vålerenga appena quattro giorni dopo l’eliminazione della Roma, ma poi c’è stata solo una vittoria nelle successive sei partite di campionato.

– Abbiamo iniziato molto presto ed è normale che ci sia un leggero calo, quindi devi invertire quella tendenza il prima possibile. Non credo che l’abbiamo fatto abbastanza velocemente. Siamo un po’ vuoti prima della pausa della nazionale. La mia nascita è stata probabilmente il fondo, se così si può dire, dice Wittelsen.

Il corridore interno attribuisce il merito di aver “lavorato duramente nel tempo” per il fatto che Bodo/Glimt hanno vinto 10 delle 11 partite di campionato dalla pausa della nazionale e ora si sono posizionati in una posizione in cui sono solo a due teste contro la Dinamo Zagabria lontano da una storica fase a gironi di Champions League. .

READ  La richiesta di Chiesa è stata accolta, e ora si attende la firma d'oro

Penso che molto abbia a che fare con la cultura e l’identità. Anche se il treno va più lento, non proviamo a metterlo su nuovi binari, dice a VG l’allenatore di Bodø/Glimt Kjetil Knutsen – e continua:

– Penso che questa sia la cosa più importante, quindi mi ha aiutato molto a prendermi una pausa. Di tanto in tanto avevamo bisogno di una revisione completa del motore. Poi sono arrivati ​​alcuni nuovi giocatori e allo stesso tempo abbiamo alcuni giocatori che hanno prosperato come un matto ora.

Cosa intendi quando parli di cultura?

Ci sono requisiti per essere un giocatore di Glimt, come si entra nello spogliatoio ogni giorno, quanto costa, quanto devi essere disposto a metterci ogni giorno e quanto è pesante. Faremo di tutto per aiutarti lungo la strada, ma è un duro lavoro.

Adorabile: Kjetil Knutsen ha buone ragioni per sorridere di ciò che Bodø/Glimt sta facendo in questo momento.

Shock culturale

L’allenatore di Glimt sottolinea che la squadra ha dovuto ricostruire un po’ di nuovo. Allo stesso tempo, ha detto che dovevano ritrovare la strada per tornare ai loro valori fondamentali.

– Ci vuole tempo per ottenere la potenza con cui vogliamo giocare, non si tratta solo di toccare con le dita. Tuttavia, c’è qualcosa nel fatto che siamo tutti responsabili della qualità che viene servita ogni giorno, ed è stata in qualche modo su una curva al ribasso. Non possiamo e non dobbiamo accettarlo, dice Knutsen, e menziona pilastri come il sonno, la dieta e il desiderio di fare esercizio.

– È un tale shock che qualcuno sia venuto a Glimt esattamente con queste cose. Accettiamo che le cose richiedano un po’ di tempo, ma allo stesso tempo abbiamo dei brutti momenti.

READ  - Grande giornata per il calcio inglese

– Ma è scomodo per l’allenatore quando ci sono voci del genere? Pensi un po’ come “Potrebbe essere vero”?

– Sono molto calmo e ho grande fiducia nei giocatori. Non sono quel tipo di guardia. Poi i giocatori ogni tanto possono respirare un po’. Dobbiamo essere aperti e onesti riguardo alle cose. Sono abbastanza fiducioso, ma se qualcuno oltrepassa il limite, chiamo. Ma è estremamente raro che sia necessario.

Amahl Pellegrino afferma che la squadra non ha mai perso il contatto a terra dopo il successo europeo. Sottolinea anche che gli infortuni e una squadra più magra hanno impedito, tra le altre cose, di allenarsi adeguatamente undici contro undici.

– Quando le cose sono andate un po’ contro di noi, non siamo riusciti a uscire dal circolo vizioso fino a quando non abbiamo avuto quella pausa. Dopo quella pausa, penso che sia stato “cool”. Troviamo solo l’energia che ci rende buoni, dice Pellegrino.

Vedi altre statistiche della Champions League su VG Live.