Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Abbiamo margini di miglioramento

Un funzionario si occupa di tutte le richieste al comune:

Quando Espen Kongchoge, residente a Solbratan, ha voluto ottenere risposte ad alcune domande sulla sicurezza stradale, sono state necessarie quattro richieste e pressioni da parte del giornale locale, prima che il comune potesse rispondere. Dopo 66 giorni.

Come padre ansioso di un bambino di quarta elementare che usa Solbråtanveien come strada scolastica, Espen Kongshaug è stanco dell’aumento del traffico e delle alte velocità.

All’inizio di giugno ha contattato il comune di Nordre Follo per spiegare il problema, ma anche con alcune proposte specifiche per la sicurezza stradale. Tra le altre cose, voleva ridurre il limite di velocità a Solbråtanveien e introdurlo attraverso il traffico limitato.

Il comune ha risposto questa settimana, ma solo dopo che Obijard Aves è stato coinvolto nel caso.

silenzio prolungato

Poco più di due mesi fa, il 17 giugno, Kongshaug ha inviato la sua prima richiesta al comune. Non ho ricevuto risposta.

Un mese dopo, il 15 luglio, ha inviato una nuova richiesta, che chiedeva quando si aspettava una risposta. Anche a questo non ha ricevuto risposta.

Il 2 agosto, riprova. Sono trascorse sette settimane dalla prima indagine. Il tono era ancora realistico e costruttivo, ma ha chiesto ancora una volta risposte alle sue domande. non l’ho capito.

Collegato al giornale

Martedì della scorsa settimana, precisamente il 17 agosto, ha chiamato per la quarta volta, e ora, tra gli altri, Upgaard Avis con una copia. Ci sono libri, tra gli altri:

“Non ho ancora sentito niente – nonostante i due solleciti. (Sono anche loggato nelle vostre mailing list) Posso accettare tutte le risposte, ma è difficile prendere sul serio il Comune quando non si può dare il proprio voto in due mesi! La procedura che sto suggerendo ha un costo molto basso / a costo zero e migliorerà la sicurezza degli scolari e di tutti gli altri utenti della strada morbida lungo Solbråtanveien. “

Azioni vuole: Una delle misure proposte dal cittadino è quella di mettere un cartello proibito agli ingressi di Solbråtanveien.

1 caso specialista

Quando Oppegård Avis è stato informato del caso, abbiamo contattato Gry Larsen, direttore dei lavori stradali e dei parchi per il comune di Nordre Follo, per conto di Kongshaug. Inoltre, abbiamo chiesto risposte su come vengono gestite tali indagini nel comune.

Ora il Comune è sceso in campo con una risposta, 66 giorni esatti, quattro inchieste, e qualche giornale locale stampato, dopo. E quando leggiamo l’interpretazione di Larsen, forse non è così strano che ottenere risposte richieda tempo. Tutte le domande relative alla sicurezza stradale e stradale che arrivano all’ufficio postale comunale sono gestite da un unico funzionario.

Non vogliamo affrontare questioni specifiche in Oppegård. In generale, apprezziamo la partecipazione dei nostri residenti e ci informano sui luoghi che non sono percepiti come sicuri nel traffico. Abbiamo un grande afflusso di questo tipo di casi nel nostro dipartimento Pianificazione e Progetti e colgo l’occasione per segnalare che c’è un unico funzionario che risponde a tutte le domande sulla sicurezza del traffico da parte dei nostri residenti, Gry Larsen inizia la sua risposta ad Avis Oppegård .

Prendi l’autocritica

Responsabile: Gry Larsen è Direttore Lavori Stradali e Parchi del Comune di Nordre Follo.

Responsabile: Gry Larsen è Direttore Lavori Stradali e Parchi del Comune di Nordre Follo.

E vai avanti con un’ulteriore spiegazione della risposta lenta, oltre a una dose di autocritica.

– L’insediamento delle vacanze e le attività che dovevano essere prioritarie prima delle vacanze estive ci hanno reso difficile rispondere a tutte le richieste che abbiamo ricevuto. Si tratta di autocritica che non abbiamo inviato al cittadino una prima risposta con stime dei tempi di risposta. Dobbiamo migliorare in questo in futuro.

Concorda anche sul fatto che i residenti che entrano in contatto con domande a cui occorrerà tempo per rispondere, meritino entrambi una risposta “entro un tempo ragionevole”, ma anche una sorta di apprezzamento per il tempo che impiegherà.

Un tempo ragionevole dipende dal numero di casi che abbiamo in elaborazione, dalla complessità del caso e dall’eventuale necessità di coordinarsi con altri dipartimenti o aziende. Ad alcune richieste possiamo rispondere rapidamente, altre richiedono più tempo. In linea di principio, dobbiamo, in conformità con la legge sulla pubblica amministrazione, trattare i casi senza indebito ritardo. Se si prevede che ci vorrà un tempo sproporzionatamente lungo prima che venga data risposta a una richiesta, forniremo una risposta preliminare il prima possibile e specificheremo quando ci si può aspettare una risposta. Come accennato, abbiamo margini di miglioramento qui, ammette Larsen.

Quando si tratta dell’input di Kongshaug per aumentare la sicurezza del traffico, dovremo aspettare ancora un po’, prima di avere la risposta definitiva sull’eventuale azione del comune.

READ  I risultati della ricerca potenzialmente errati vengono citati al posto di risultati di studi robusti informati