Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Abbiamo visto abbastanza. L’Italia può vincere. – V.G.

Abbiamo visto abbastanza. L’Italia può vincere.

Estasi: nessuno può esultare come gli italiani: erano più felici che mai dopo la quinta vittoria agli Europei. Foto: Andreas Geebert / X06772

(Belgio – Italia 1-2) Roberto Mancini indica due dita in piedi sul ring a tifare i giocatori italiani.

Pubblicato:

Questo è un commento. Il commento rivela l’atteggiamento dello scrittore

Forse “ci sono due partite”, dichiara.

Per la prima volta dal 1968 l’Italia ha almeno due partite per diventare campione d’Europa, e per alcune emozioni si gioca a Monaco di Baviera.

Molti sono scettici. Quanto è davvero bella l’Italia? Non dopo questa sera. Abbiamo visto abbastanza ora. La squadra di saldatura di Roberto Mancini può vincere il Campionato Europeo.

L’Italia non fallisce dal settembre 2018. Ma l’unica volta che hanno affrontato un avversario classificato “top-10” è stata una partita 0-0 contro il Portogallo nello stesso autunno.

Non sono Propriamente Testato. Lo sono adesso. Il primo posto nella classifica FIFA è stato ridotto dopo un fantastico quarto di finale contro il Belgio, il più grande scalpo dell’Italia sotto Roberto Mancini.

Hanno sempre avuto una reputazione un po’ confusa, ma questo è un italiano incredibile. L’Italia di Mancini vuole attaccare, e poco prima dell’Europeo il tecnico ha spiegato che vuole solo sfidare la storia. Dimostra che l’Italia ha vinto i suoi titoli aspettando più di quanto possa attaccare.

Questo sembra promettente. L’Italia batte forte, l’Italia ha segnato tanti gol e si sta riprendendo la follia calcistica. Non è stato così nell’autunno del 2017, dopo i famigerati playoff della Coppa del Mondo contro la Svezia, che si sono conclusi con un lieve dolore nazionale quando la prima finale dei Mondiali è scivolata in 60 anni. Naturalmente, Kian Pio Ventura è stato licenziato come capo.

READ  Donorumma infrange il sogno del titolo inglese - L'Italia vince il rigore a Wembley - Thaksin |

L’ex difensore del Milan Alessandro Costagurda è stato incaricato di trovare un nuovo allenatore e rivedere gli accordi poco chiari contro la Svezia. “I nostri attaccanti sono stati in campo per tutta la partita. Voglio una squadra che attacchi l’avversario nella propria metà campo”, ha detto Costagurda.

“Sei arrivato dall’uomo giusto”, ha risposto Roberto Mancini.

Ha la sua parola. Tre anni dopo, gli italiani non sono gli unici innamorati Assuri. Ora l’intera Europa è affascinata dall’energia, dalla brillantezza e dalla gioia.

Come Leonardo Spinasola, che è stato l’attaccante più offensivo del Campionato Europeo, ha dipinto in avanti, e sebbene il Belgio abbia inseguito un pareggio per 2-2, Spinasola si è concluso come un attaccante. Grande perdita alla fine del suo Campionato Europeo.

Federico Cisa, che è entrato nella squadra, ha segnato un gol fantastico contro l’Austria e ha saltato con una pressione costante in porta.

Come la superstar dell’Inter Nicole Barella, passa di box in box come ha fatto per tutta la stagione, e quando John Verdon ci cazzeggiava, c’era anche Barella: trasformare il vecchio Thomas Vermaelen e fermare il gol del vantaggio.

Come la Lorenzo Insignia, alta 163 centimetri, ma gigante a sinistra. Era sempre all’erta, sempre nell’angolo più lontano con i colpi, Thibaut Courtois lo sapeva quando ha superato Insane Yuri Tilemans, ma non ha aiutato: il tiro è stato molto ben piazzato.

Jorgenho non ha mai eguagliato, Marco Verratti crea lacrime e lotte, dietro di loro sono ancora i vecchi amici Leonardo Bonucci e Giorgio Cielini a decidere. Hanno entrambi 70 anni, insieme hanno 217 partite internazionali, e celebra un contrasto chiaro come un obiettivo.

READ  14 prodotti che portano il caffè a un nuovo livello

Gianluigi Donorumma, il 22enne portiere più giovane del mondo, raggiunge il gol del Milan da quando ne aveva 16 (ora avanza), e Buffon non ha subito un gol, due delle ultime 13 presenze in nazionale.

Non mi è piaciuto: Per il quarto campionato consecutivo, è stato fermato negli ultimi ostacoli per Romelu Lukaku e Belgio. Foto: Stuart Franklin / Piscina / Getty Pool

Ma questa volta c’erano piccoli margini perché quando il Belgio ha inseguito i gol nel secondo tempo abbiamo visto quanto fosse piccola questa versione italiana. La precedente versione italiana è stata bloccata 2-1, e la folla ha continuato ad avanzare, tuttavia, mentre le truppe si ritiravano e si ritiravano, aiutandole con i mezzi cinici dell’ultimo quarto.

Ma si è aperto al contrario. Il Belgio ha avuto due grandi occasioni, ma Kevin de Bruyne, Romelu Lukaku e Jeremy Toku non sono stati fortunati. Il Belgio non è male, ma non abbastanza.

Nel 2010 ai belgi non importava nemmeno della squadra, ma poi la generazione d’oro ha chiuso il cerchio. La metà dei giocatori era in campo quando sono stati 0-1 contro l’Argentina nei quarti di finale della Coppa del Mondo 2014. Nel 2016, il Galles ha perso nei quarti di finale del Campionato Europeo, contro la Francia nelle semifinali della Coppa del Mondo 2018.

Dopo EM: Trond Johannasen.

Questa volta non ci è riuscita. Ora stanno invecchiando, ad esempio, Vermaelen, Vertonghen, Alderwild Defense: presto sarà necessario un cambio generazionale. Il 19enne Toku ha dimostrato quanto fosse importante con il sangue fresco, ha preso il calcio di rigore (a buon mercato) che Lukaku ha usato poco prima dell’intervallo, un colpo a de Lorenzo alla sua schiena destra.

Ma l’Italia non è abbastanza preoccupata. L’Italia si dimetterà e affronterà la Spagna in semifinale, con l’Italia che attacca di nuovo.