Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Accusarsi a vicenda di crimini di guerra – VG

Accusarsi a vicenda di crimini di guerra – VG

Guerra: a giugno i soldati ucraini hanno posato mine su una strada di campagna nella regione di Donetsk.

Tortura, deportazione forzata e trattamento disumano dei civili. Russia e Ucraina si accusano a vicenda di gravi crimini di guerra.

Inserito:

Una recente analisi del National Intelligence Service statunitense mostra che la Russia ha utilizzato diversi cosiddetti “centri di filtrazione” in Ucraina e Russia, scrive New York Times.

I centri situati nell’Ucraina orientale e nella Russia occidentale hanno lo scopo di detenere e deportare migliaia di ucraini, secondo l’analisi citata dal quotidiano.

Il processo di liquidazione include la detenzione temporanea, la raccolta di dati, l’interrogatorio e, in alcuni casi, l’abuso dei detenuti, ha riferito il quotidiano.

– Documenti e permessi possono essere rilasciati a coloro che non sono stati identificati come minacce di rimanere nelle aree dell’Ucraina occupate dai russi o, in alcuni casi, deportati con la forza in Russia. I non credenti, ma ancora contrari all’occupazione russa, possono essere deportati con la forza e sottoposti a ulteriori esami, dovrebbe affermare l’analisi.

Il rapporto continua: “È probabile che le persone trovate in stato di minaccia durante il processo di liquidazione, in particolare quelle con legami con i servizi militari o di sicurezza, siano detenute nelle carceri dell’Ucraina orientale e della Russia, anche se si sa poco del loro destino .”

Le deportazioni forzate nella patria dell’occupante o in altri paesi sono illegali ai sensi delle Convenzioni di Ginevra.

VG Ho già parlato con Anna (24) che è finita in un “centro di liquidazione” nel villaggio di Bizimeni, dove ha affermato di essere stata perquisita e perquisita dopo essere fuggita dalle acciaierie Azovstal a Mariupol.

READ  Danilo Cavalcanti – Arrabbiato contro questa foto

L’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE) ha Ha anche pubblicato un rapporto L’allarme è stato lanciato sul maltrattamento da parte della Russia degli ucraini in tali centri.

– Il rapporto afferma che ci sono rapporti che indicano che le persone sono state sottoposte a duri interrogatori e perquisizioni corporali umilianti in questi centri.

Si accusano a vicenda

Secondo Human Rights Watch (HRW), le forze russe sono dietro a torture e sparizioni nelle aree occupate dell’Ucraina meridionale.

Questo è quanto affermato dall’Organizzazione internazionale per i diritti umani dichiarazione venerdì scorso.

L’Ucraina conduce anche le proprie indagini sui crimini di guerra. Si presume che le forze russe abbiano commesso 21.000 crimini di guerra dall’inizio della guerra, Secondo le autorità ucraine.

All’inizio di luglio, sei soldati russi sono stati condannati nelle aule di tribunale ucraine, scrive New York Times. Allo stesso tempo, saranno indagati più di 20.000 casi di tortura, stupro, esecuzione e deportazione. Scrivono di più.

La Russia nega tutte le accuse.

Alleanze: il presidente russo Vladimir Putin ha visitato l’Iran martedì la scorsa settimana. La Russia descrive la Russia come “il partner più strategico”.

Lunedì i ministri dell’Interno e degli Affari sociali tedeschi si recheranno in Ucraina per colloqui su, tra l’altro, crimini di guerra.

Lo stesso giorno, era anche chiaro che la Russia aveva accusato 92 soldati ucraini di crimini contro l’umanità, secondo Alexander Bastrykin, capo del Comitato investigativo russo. Inoltre, sono necessarie altre 96 persone. scrive la BBC.

La BBC non è stata in grado di confermare le accuse di Bastrykin.

READ  Pericolo per la vita e la salute - VG

L’abisso della paura e dell’illegalità sfrenata

Secondo Human Rights Watch I prigionieri di guerra sono stati torturati dalle forze russe. I risultati dell’organizzazione si basano su conversazioni con 71 persone di Kherson, Melitopol, Birjansk, Sakdovsk e altre dieci città delle regioni di Kherson e Zaporizhzhya.

Le forze russe hanno trasformato le aree occupate nell’Ucraina meridionale in un abisso di paura e illegalità, afferma l’ucraina Julia Gorbunova, ricercatrice senior di Human Rights Watch.

– Ha affermato che la tortura e il trattamento inumano, così come gli arresti senza legge e senza condanne, e la detenzione illegale di civili sono tra i chiari crimini di guerra che abbiamo documentato.

L’Ucraina ha detto in precedenza di aver scoperto fosse comuni a Bucha, Borodianka e altri villaggi vicino alla capitale Kiev, che erano stati occupati dalle forze russe per qualche tempo.

Possibili crimini di guerra sono stati discussi da più parti sin dall’inizio della guerra. Tra l’altro, sono iniziate le indagini da 14 paesi europei.

Karim Khan, investigatore capo della Corte penale internazionale. Visitato Botsja a marzo. A questo proposito, ha descritto l’Ucraina come un “teatro di crimini di guerra”.

La Russia accusata di aver attaccato un granaio a Odessa – vedi qui:

Condanna internazionale dopo attacco missilistico

specialmente Attacco alla capitale ucraina Vinnytsia il 14 luglio ha ricevuto la condanna internazionale. Almeno 23 persone, tra cui tre bambini, sono rimaste uccise nell’attacco russo che ha colpito la città in pieno giorno.

Leggi la storia di Lisa, 4 anni, uccisa nell’attacco.

Lo stesso giorno è stata organizzata all’Aia una grande conferenza in cui rappresentanti di oltre 40 paesi si sono riuniti per discutere di possibili crimini di guerra commessi in Ucraina.

READ  Media: Israele ha attaccato l'Iran
Serhivka: Sabato i vigili del fuoco ripuliscono dopo un attacco aereo russo. La foto è stata scattata a circa 50 chilometri a sud-ovest di Odessa.

Sabato al più tardi Missili russi hanno colpito la città costiera di Odessa, importante per le esportazioni di grano del paese. Questo nonostante il fatto che i paesi ne abbiano concordato uno il giorno prima Accordo sull’esportazione del grano.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha definito l’attacco barbaro e si dice che abbia affermato che l’attacco ha mostrato che non ci si poteva fidare di Mosca quando si trattava di un accordo”.

Il Cremlino afferma che l’attacco ha preso di mira solo le infrastrutture militari e non influirà sull’accordo sul grano. Lo scrive l’agenzia di stampa Reuters.

Sfiducia: il presidente ucraino Volodymyr Zelensky definisce l’attacco a Odessa un attacco barbaro.

Sia le Nazioni Unite che l’Unione Europea hanno risposto con forza all’attacco a Vinnytsia.

Questa atrocità a Vinnitsa è l’ultimo di una serie di brutali attacchi contro civili e infrastrutture civili, hanno affermato in una dichiarazione il coordinatore degli affari esteri dell’UE Josep Borrell e il commissario europeo per la gestione delle crisi Janez Lenarcic.

Venezia: una carrozzina giaceva sulla strada dopo un attacco missilistico il 14 luglio.

Non può esserci impunità per crimini e crimini commessi dalle forze russe e dai loro leader politici.

Secondo il ministero della Difesa russo, l’obiettivo era un edificio amministrativo a Vinnytsia, dove l’esercito ucraino avrebbe tenuto un incontro con “rappresentanti di trafficanti d’armi stranieri”. Pertanto, Mosca ha affermato che l’attacco aveva ucciso i partecipanti all’incontro.

Secondo il New York Times, questa affermazione non può essere verificata.

La Russia afferma che le sue forze attaccano solo obiettivi militari.