Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Anniken Huitfeldt – Non lasciarti spaventare

NEW YORK (Dagbladet): Questa settimana, Heitfeldt è tornato al quartier generale delle Nazioni Unite a New York, appena due settimane dopo il vertice delle Nazioni Unite. Sebbene il sole autunnale splendesse brillantemente sulla città, c’erano delle nuvole molto scure sull’organizzazione mondiale. Ancora una volta, la Russia e l’attacco all’Ucraina sono l’argomento principale.

Putin ha minacciato di usare armi nucleari e questa settimana il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha avvertito del pericolo di una “guerra nucleare” se la Russia prendesse sul serio la minaccia.

Questo è diventato un argomento importante quando questa settimana Heitfeldt ha anche moderato un incontro con il consigliere per la sicurezza nazionale di Biden alla Casa Bianca, Jake Sullivan, e il segretario di Stato Anthony Blinken.

Negli USA: il Segretario di Stato Anneken Heitfeldt (AP) a New York con l'Ambasciatore norvegese presso le Nazioni Unite Mona Gul (TV) e il Coordinatore politico presso la delegazione delle Nazioni Unite, Mina Seid.  Foto: Vegard Kristansen Kvaale / Dagbladet

Negli USA: il Segretario di Stato Anneken Heitfeldt (AP) a New York con l’Ambasciatore norvegese presso le Nazioni Unite Mona Gul (TV) e il Coordinatore politico presso la delegazione delle Nazioni Unite, Mina Seid. Foto: Vegard Kristansen Kvaale / Dagbladet
Mostra di più

usando la paura

Abbiamo discusso di come la paura viene utilizzata ora come strumento e non dovremmo aver paura. Difendiamo l’Ucraina. È anche nel nostro stesso interesse. Se permettiamo a tali misure di prendere piede, in modo tale da poter attaccare il paese vicino e usare mezzi militari per cambiare la mappa, avrà conseguenze disastrose anche per altre parti del mondo, dice Huitfeldt a Dagbladet.

Dice che Blinken era preoccupata per la situazione energetica in Europa e che la difesa e la vigilanza si stavano intensificando intorno alle aree vicino alla Norvegia e agli impianti di petrolio e gas.

Stiamo vedendo pressioni su Putin ora?

– Sì, Putin è intrappolato nell’angolo. Dobbiamo vedere queste minacce e questo discorso da questa prospettiva. Sul terreno ci sono grandi battute d’arresto per la Russia. Gli ucraini stanno riguadagnando sempre più territorio, quindi la retorica di Putin sta crescendo parallelamente e non ci sono indicazioni che si stia rafforzando. esattamente il contrario.

Ci sono indicazioni che si stia indebolendo internamente in Russia?

– Ci sono diverse valutazioni al riguardo, ma ora è difficile per me indovinare.

– pronto a tutto

– Biden ha recentemente parlato della paura dell'”Armageddon nucleare”. Quanto è grande il pericolo di una guerra nucleare?

– Dobbiamo essere preparati a tutto. Ma non vediamo passi concreti ora che la Russia ha iniziato a preparare le proprie armi nucleari. Il Segretario di Stato dice che dobbiamo fare i conti con la realtà.

Mercoledì è arrivata la notizia che l’Ente per il turismo delle Svalbard aveva espulso il Trust Arktikugol, di proprietà dello stato russo. I russi, dal canto loro, hanno annunciato che avrebbero perseguito l’Ente per il Turismo. Tuttavia, Hoytfeldt rifiuta che ora vediamo che il livello di conflitto con la Russia è in aumento anche alle Svalbard.

– No, sono le leggi ei regolamenti norvegesi che si applicano a quel gruppo di isole, e ci sono buoni contatti quotidiani tra il governatore ei rappresentanti russi a Barentsburg, dice il ministro degli Esteri.

Questa settimana, l’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha votato una risoluzione che condanna il tentativo della Russia di annettere quattro regioni dell’Ucraina. Il risultato dovrebbe essere annunciato giovedì sera.

un po’ di sostegno

La stessa proposta è stata presentata al Consiglio di sicurezza la scorsa settimana. Lì, la Russia ha un veto e lo ha usato per bloccare la risoluzione. La domanda ora è quanti paesi voteranno effettivamente con la Russia su questo tema.

A marzo, 141 dei 193 stati membri delle Nazioni Unite hanno votato per condannare l’attacco della Russia all’Ucraina. 35 paesi si sono astenuti, mentre quattro paesi insieme alla Russia hanno votato contro la risoluzione. I quattro sono Siria, Corea del Nord, Bielorussia ed Eritrea.

La Russia non ha avuto amici nel mondo da quando hanno iniziato questa brutale guerra. Ma svolgono un ruolo in alcuni dei conflitti con il raccontare le loro storie. Quindi c’è una maggiore comprensione in alcune parti del mondo. Ma ricorda che l’ultima volta che le Nazioni Unite hanno votato, hanno avuto il sostegno di soli quattro paesi. Huitfeldt dice che è eccezionalmente piccolo.

Le risoluzioni dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite non sono vincolanti, ma il voto è visto come un test globale della posizione della comunità internazionale sulla guerra in Ucraina.

READ  I giovani britannici non sono d'accordo sulla casa reale - NRK Urix - Notizie e documentari esteri