Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Astrid S & Dagny, Bon Iver e Sam Fender – VG

POP STAR IN BIANCO E NERO: Astrid S e Dagny hanno colpito nel segno con una collaborazione “Pretty”.

…più una canzone natalizia un po’ esilarante firmata da Jimmy Fallon, Ariana Grande e Megan The Stallion: ecco la colonna sonora per il terzo fine settimana di Advent.

Inserito:

Ponti Khruangbin e Leon – “Lato B”

I dadi VG mostrano 5 punti

Dopo aver ottenuto il successo con la collaborazione “Texas Sun” dello scorso anno, il trio funk-hip psichedelico Khruangbin e il cantante soul Leon Bridges sono tornati con nuovi pacchetti. L’EP “Texas Moon” esce il 18 febbraio e, basato su un assaggio di “B-Side”, è solo questione di liberare spazio sul calendario: questo è un pezzo ipnotico a combustione lenta e magnetico che non è troppo piccolo . Un funk che sembra riuscire senza provarci.

Ragazza del centro commerciale – «Bashtab»

I dadi VG mostrano 5 punti

Il quartetto indie norvegese Molle chiama persino la loro musica “pop”, ma la loro espressione offre più gioia e follia controllata di quanto suggerirebbe questa etichetta rigorosa. All’inizio di questo autunno, il singolo di successo “Bubbly Cool Drink” e il sequel spigoloso e groovy di “Bachtap”—che può o meno fare riferimento al lavoro alla chitarra di Iver Armand Tandsether attraverso la canzone—ha sollevato le aspettative per un prossimo album di Heaven.

Sam Fender e Holly Humberston – “Seventeen Going Under (Acoustic)”

I dadi VG mostrano due punti

L’allievo britannico di Bruce Springsteen, Sam Fender, ha raggiunto la vetta della classifica degli album nel suo paese d’origine con il suo debutto “Hypersonic Missiles” nel 2018, e il 27enne ha ripetuto l’impresa questo autunno con il sequel “Seventeen Going Under”. È la title track From There che arriva in un nuovo costume qui, con l’assistenza vocale della star Holly Humberstone e la chitarra acustica nel retro. Sembra carino e noioso proprio come previsto. Mentre (invano) aspettiamo che i duetti di chitarra evanescenti vengano banditi dalla legge: dai un’occhiata invece all’originale superiore.

READ  Kanye West ha cancellato tutti i post su Instagram

Astrid S & Dagny – “Bella”

I dadi VG mostrano 5 punti

Astrid Semplas e Dagne Norvol Sandvik uniscono le forze per la canzone “Pretty”, che si trova nella colonna sonora della commedia romantica di Hollywood “The Hate Game”. La canzone è stata scritta in collaborazione con il ramo di Donkeyboy Rat City, e il risultato è elegante, cool, sfacciato e difficile da non amare. Il classico “Pure Shores” di All Saints è un riferimento preciso e, sebbene il duo possa non raggiungere esattamente le stesse altezze, questa è una tendenza felice per tutti i soggetti coinvolti.

Bon Iver – “Seconda natura”

I dadi VG mostrano 4 punti

Più musica da film, questa volta dalla commedia satirica del giorno del giudizio Non cercare con Leonardo DiCaprio, Jennifer Lawrence e Meryl Streep nei ruoli principali. Nonostante alcuni rotoli di testi ben posizionati lungo la strada – “Quando avverrà questo rapimento/Ci sarà un merch?” – Rappresenta la “seconda natura” di Bon Iver che fa evaporare la Bibbia nella sua forma più autentica e originale. In altre parole, non la peggiore colonna sonora dell’imminente apocalisse.

Jimmy Fallon, Ariana Grande e Megan the Stallion – “Era… (mascherato da Natale)”

I dadi VG mostrano 3 punti

lol, è natale. Non solo la coppia radar di Smestad, Tina e Bettina, è ancora una volta collegata alla saga ormonale “Ora il Natale è dita in dentro” – il conduttore del talk show Jimmy Fallon sta anche cercando di massaggiare i muscoli del nostro sorriso con la sua rappresentazione delle celebrazioni natalizie in un’era di pandemia. Funziona solo moderatamente. Il ritmo e la vivacità sono vicini a “Last Christmas”, ma il fatto che Ariana Grande e Megan Thee Stallion non permettano a questi esilaranti aiutanti di Babbo Natale della TV di divertirsi in una stanza molto più grande qui è strano. o culo bagnato Divertente, per parafrasare quest’ultimo.

READ  Ronnie Spector è morto

Thundercat, Louis Cole e Genevieve Artadi – «Satellite»

I dadi VG mostrano 5 punti

Il chitarrista di Los Angeles Stephen Lee “Thundercat” Bruner è uno svitato divertente: ha suonato con tutti, dalle leggende di successo in Suicidal Tendencies a Kendrick Lamar, ed è riuscito a portare eroi del soft rock come Kenny Loggins e Michael MacDonald come cantanti nelle canzoni dei singoli. La sua musica può essere descritta come un r&b astratto e onirico che ha perfettamente senso a suo modo, e che si applica anche molto bene a “Satellite” – una sbalorditiva e bellissima interpretazione della serie HBO “Unsafe” che si scioglie nel modo più delizioso possibile all’estremità.