Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

– Avevo un po’ paura – NRK Sport – Notizie sportive, risultati e programma delle trasmissioni

– Avevo un po’ paura – NRK Sport – Notizie sportive, risultati e programma delle trasmissioni

La scorsa settimana, NRK ha scritto del famoso incontro tra il tredicenne Magnus Carlsen e Garry Kasparov in Islanda nel 2004.

Sul podcast NRK Radio Murch Lo stesso Carlsen ha raccontato com’è stato incontrare il leggendario giocatore di scacchi.

Allora avevo un po’ paura”, ha detto il norvegese a Murch nell’ultimo episodio del podcast.

Responsabile del programma: Erlind Mursch.

Foto: Hermann Henriksen/NRK

Forse non è così sorprendente considerando che Kasparov è stato campione del mondo per 15 anni e all’epoca era il giocatore con il punteggio più alto della storia (2851 punti).

“A cosa giocherò allora?”

Dopo 12 ore di sonno e di essere andato nella stanza del cucito con la famiglia, Carlsen si è seduto per prepararsi per una veloce partita a scacchi contro il russo. Poi capì esattamente chi aveva di fronte.

Ciò che mi ha sorpreso quando sono passato davanti al posto è stato che c’erano molte aperture che l’architetto aveva dietro.

“A cosa giocherò allora? È un esperto in tutto il possibilepensò allora Carlsen.

Successivamente, la partita tra Carlsen e Kasparov è diventata virale su Internet, raccogliendo milioni di visualizzazioni su YouTube e sui social media. La ragione principale di ciò è il comportamento dei giocatori lungo il percorso.

Sono rimasto sorpreso dal comportamento

Perché nella registrazione del concerto si può vedere nel linguaggio del corpo di Kasparov che sta pensando moltissimo. Gli spettatori possono vedere l’agonia del veterano mentre si chiede cosa rispondere al tredicenne.

Allo stesso tempo, Carlsen si alza, sembrando completamente rilassato, e vaga per il corridoio per guardare gli altri partecipanti. Il direttore del programma Erlend Murch si chiede come un tredicenne possa comportarsi in questo modo durante un incontro con un campione del mondo.

MZhgkid0wKM

Collaborazione: Kasparov ha contribuito come allenatore di Carlsen per un periodo. Nel 2014 hanno concluso la collaborazione.

Immagine: NTP

Carlsen spiega di aver aperto con il solito Gambetto di Donna, seguito da un Cavallo in g5 nel quinto movimento. Un’apertura ordinaria, ma qui Kasparov è già entrato nella scatola dei pensieri.

Lo trovo molto affascinante. “Cosa? Perché lui pensa così a lungo a situazioni teoriche e io intanto vado a vedere qualche altro partito.” E ora mi riconosco molto dai pensieri che aveva, perché mi siedo e penso esattamente allo stesso modo.

Il fatto è che esso (l’editoriale) offre molte possibilità per varianti teoriche molto lunghe e molto ripide. Questo è ciò che vide e pensò. “Non me ne rendevo conto in quel momento, ma posso vederlo in retrospettiva”, dice Carlsen.

Carlsen Kasparov 2004

L’editoriale si intitola The Queen’s Rejected Gambit, una variante di Cambridge Springs. Il passo finale è l’alfiere del G5, e qui Kasparov ha dovuto riflettere.

Immagine: schermata: chessgames.com

Ero Gary

Questo fu l’inizio di una carriera lunga e di successo per il norvegese. Rimase campione del mondo per dieci anni fino a rinunciare al titolo nel 2023, usurpando il trono di Kasparov come giocatore con il punteggio più alto della storia.

“Sono diventato Gary”, dice Carlsen, riferendosi a come ora capisce la posizione in cui si trovava il russo quando si sono incontrati per la prima volta.

Il 13enne Carlsen era il numero 15 su 16 al torneo in Islanda, mentre Kasparov era ancora secondo dietro Levon Aronyan.


READ  Sky Sport: Fabregas si avvia verso un contratto biennale e un ruolo di allenatore