Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Boris Johnson, Regno Unito | Boris Johnson si dimette da primo ministro e leader del partito

È abbastanza chiaro che secondo la volontà del partito di eleggere un nuovo leader del partito, e quindi un nuovo primo ministro, Johnson ha inizialmente affermato in una dichiarazione fuori Downing Street 10, giovedì pomeriggio alle 13:30.

Ha aggiunto che avrebbe continuato come leader del partito fino all’insediamento di un nuovo leader, e quindi Johnson non si sarebbe dimesso immediatamente, cosa che molti politici di alto livello avevano raccomandato.

Un calendario sarà annunciato la prossima settimana. Il motivo per cui ho lottato così duramente negli ultimi giorni per andare avanti è perché voglio adempiere al mandato che le persone mi hanno dato. E ha continuato, non solo perché ne sentivo la necessità, ma anche perché sentivo che era il mio lavoro e il mio dovere verso le persone.

Negli ultimi due giorni, 59 politici conservatori all’interno e intorno al governo Johnson si sono dimessi in segno di protesta contro il primo ministro. Johnson ha detto entro mercoledì sera che non voleva dimettersi.

saluto i tuoi affari

Johnson ha anche parlato di quanto fosse orgoglioso di tutto ciò che lui e il governo avevano ottenuto durante il suo mandato.

Leggi anche: Boris Johnson, dalla Brexit a Party Gate

“Abbiamo portato la Brexit in porto, abbiamo superato la pandemia con il lancio di vaccini più veloce in Europa, l’uscita più rapida dai blocchi e negli ultimi mesi abbiamo guidato la battaglia dell’Occidente per combattere l’aggressione di Putin in Ucraina”, il primo dimissionario ha detto il ministro. Egli ha detto.

Ecco Johnson che cammina per le strade di Kiev con il presidente Volodymyr Zelensky:


contribuirà

Johnson ha anche rilasciato una dichiarazione di sostegno alla persona che lo avrebbe sostituito.

– Al nuovo leader, vorrei dire che voglio sostenervi il più possibile. E per voi, popolo britannico, so che molti ora sono sollevati, ma forse alcuni sono anche delusi. Devi sapere quanto sono triste, ora che ho dovuto lasciare il miglior lavoro del mondo. “Voglio ringraziare Carrie (la mia moglie liberata) ei miei figli per il loro sostegno e il popolo britannico per l’enorme privilegio che mi hanno concesso”, ha detto Johnson.

Leggi anche: Party Gate: trapelano nuove foto di Boris Johnson che bevono

Ha aggiunto che non c’era bisogno di preoccuparsi di un primo ministro “pigro” nelle ultime settimane.

– Il Primo Ministro ha detto che alla fine i loro interessi saranno ascoltati.

Johnson è stato recentemente interrogato alla Camera dei Comuni:


Sostituire tutti nel governo

Alle 12:00 di giovedì pomeriggio, la British Public Radio ha scritto alla BBC Che Johnson ha sostituito tutti gli altri al governo. Sky News ha riferito che Johnson dovrebbe rilasciare una dichiarazione alle 13:30. Questo è successo solo poche ore dopo L’editore politico di Sky News ha annunciato che mancano poche ore alle dimissioni di Johnson.

“Ora fonti affermano che alcuni dei parenti di Johnson stanno cercando di convincerlo a dimettersi e dovremmo aspettarci che il primo ministro si dimetta oggi”, ha scritto Beth Rigby.

READ  Cina vs OMS: - Irresponsabile - VG

Secondo Sky, Johnson ha parlato con il presidente del Comitato conservatore del 1922, Graham Brady. Si diceva poi che avesse detto che voleva dimettersi e che un nuovo leader del partito doveva essere eletto alla riunione nazionale di ottobre. Sky ha citato una fonte del Gabinetto di Downing Street.

Come ha affermato l’editore politico della BBC Chris Mason, Johnson avrà un’ancora di salvezza leggermente più lunga come primo ministro Per le dimissioni del leader del partito conservatore, ma continuerà a ricoprire la carica di Primo Ministro fino all’autunno, fino all’elezione di un nuovo leader del partito conservatore nella suddetta riunione nazionale di ottobre.

Bugie, frode e caos

Il leader laburista Keir Starmer aveva precedentemente annunciato una mozione di sfiducia contro il primo ministro Boris Johnson in Parlamento se non si fosse dimesso presto.

“Dovrebbe dimettersi completamente”, ha aggiunto Starmer. Notizie del cielo.

– Niente di queste sciocchezze sull’attendere per qualche altro mese. Il leader del Partito Laburista ha continuato di aver causato menzogne, frode e caos nel Paese.

George Freeman, che ha servito come ministro degli Esteri fino a giovedì mattina, vuole anche che Johnson lasci immediatamente la posizione di primo ministro.

“Boris Johnson deve consegnare il sigillo dell’ufficio e scusarsi con Sua Maestà e consigliarle di nominare un primo ministro ad interim”, ha affermato Freeman da Sky News.

Anche l’ex consigliere di Johnson, Dominic Cummings, reagisce con forza al desiderio di Johnson di restare seduto più a lungo.

Buttalo fuori oggi, o farà un pasticcio. “Il consiglio dovrebbe avere il primo ministro ad interim entro sera”, ha scritto Cummings su Twitter, riferendosi al vice primo ministro Dominic Raab.

Anche il ministro del Commercio e dell’Industria britannico Kwasi Quarting ha chiesto la sua rapida partenza giovedì.

Ora abbiamo bisogno di un nuovo leader il più rapidamente possibile. Giovedì Kwarteng ha affermato di essere qualcuno che può ricostruire la fiducia, curare il paese e portare un approccio economico nuovo, ragionevole e coerente per aiutare le famiglie del paese.

La Russia con un messaggio

Anche i russi sono intervenuti prima di partire. In una dichiarazione rilasciata dal portavoce di Putin, Dmitry Peskov, nessuna dichiarazione è stata rilasciata tra le due parti.

Leggi anche: Boris Johnson: La guerra in Ucraina non sarebbe avvenuta se Putin fosse stato una donna

Ci auguriamo che un giorno la Gran Bretagna abbia più professionisti al potere, che possano prendere decisioni attraverso il dialogo. Peskov è stato citato da Reuters dicendo: a lui (Johnson) non piacciamo e nemmeno a noi piace.

nuovo governo

Così è stato annunciato che Johnson avrebbe nominato un governo completamente nuovo, prima delle sue dimissioni. Secondo l’account Twitter ufficiale del primo ministro, Greg Clark è stato nominato vice primo ministro dopo Michael Gove, mentre Kate Malthus sarà capo dello staff nell’ufficio di Boris Johnson.

Leggi anche: Si è ritirato per protestare contro Boris Johnson: – Non posso andare avanti in buona coscienza

READ  Ritiro delle forze russe da Kiev e Chernihiv - NRK Oryx - notizie e documentari esteri

Inoltre, tra pochi giorni James Cleverly sarà il terzo Segretario all’Educazione. Sostituisce Michelle Donelan, dimessa giovedì dopo due giorni di lavoro. Ha sostituito Nadim Zahawi, ministro delle finanze dopo le dimissioni di Rishi Sunak.

suono chiaro

Oggi, il ministro delle finanze Nadim Zahawi è uscito con un discorso molto chiaro.

“Devi fare la cosa giusta e ritirarti”, hanno detto i media britannici citando Zahawi.

Zahawi d’argento Ministro delle FinanzeÈ entrato in carica questo martedì. Ha poi sostituito l’ex ministro delle finanze che si è ritirato per protesta, Rishi Sunak.

Il 10:21, PA Media ha annunciato che Johnson avrebbe rilasciato una dichiarazione durante la giornata, che alla fine è diventata le 13:30.

Sii leale, ma poi voltati

E il ministro dell’Irlanda del Nord, Brandon Lewis, è stato uno di quelli che si è dimesso giovedì. In precedenza, tuttavia, è stato diligente nel difendere Johnson, ma nella sua lettera di dimissioni ha scritto di non vedere più il governo sostenere valori importanti come l’onestà, l’integrità e il rispetto reciproco.

“Non è mai facile prendere la decisione di dimettersi, soprattutto in un momento così critico per l’Irlanda del Nord”, ha scritto.


Si sono ritirati dal governo Johnson

Si tratta del primo ministro britannico Boris Johnson. Diverse persone nell’apparato governativo si sono ritirate o sono state espulse dopo avergli voltato le spalle. Sono:

* Il ministro delle finanze Rishi Sunak

* Ministro della Salute Sajid Javid

* Ministro del Galles Simon Hart

* Ministro dell’Irlanda del Nord Brandon Lewis

* Segretario per l’edilizia abitativa Michael Gove (espulso).

Il ministro di Stato Damien Hinds presso il Ministero dell’Interno

* Il Segretario di Stato Helen e Miley al Tesoro

* Segretario di Stato George Freeman presso il Ministero dell’Industria

* Il Segretario di Stato Jay Opperman presso il Ministero del Lavoro e delle Pensioni

* Segretario di Stato Victoria Atkins presso il Dipartimento di Giustizia

* Segretario di Stato Will Quince presso il Ministero dell’Istruzione

* Segretario di Stato Robin Walker presso il Ministero dell’Istruzione

* Segretario di Stato Alex Burgart presso il Ministero dell’Istruzione

* Ministro di Stato Kimi Badenouche presso il Ministero degli Affari Esteri

* Il Segretario di Stato John Glenn al Tesoro

* Il Segretario di Stato Stuart Andrews presso il Dipartimento per l’edilizia abitativa

* Segretario di Stato Joe Churchill presso il Ministero dell’Ambiente e dell’Agricoltura

* Il Segretario di Stato Neil O’Brien presso il Dipartimento per l’edilizia abitativa

Il ministro di Stato Julia Lopez presso il Ministero della Cultura

* Il Segretario di Stato Mims Davis presso il Dipartimento del lavoro e delle pensioni

*Ministro degli Esteri Li Rulie presso il Ministero dell’Industria

*Segretario di Stato Rachel McClain, Dipartimento dell’Interno

Il segretario di Stato Mike Freer presso il Dipartimento del commercio internazionale

Inoltre, alcuni Segretari Speciali parlamentari hanno rassegnato le dimissioni:

Laura Trott, Nicola Richards, Saqib Bhatti, Jonathan Julis, Virginia Crosby, Felicity Buchan, Celine Saxby, Claire Coutinho, David Johnston, Duncan Baker, Faye Jones, Craig Williams, Mark Logan, Mark Fletcher, Sarah Bretcliffe, Ruth Edwards, Peter Gibson James Sunderland, Jacob Young, James Daly, Danny Krueger e Gareth Davis.

READ  Molti comuni di Viken vogliono misure nazionali - VG

I segretari speciali parlamentari sono membri del Parlamento nominati assistenti di un ministro, ministro o ministro di Stato.

Inoltre, molte altre persone hanno rassegnato le dimissioni da posizioni intorno a Johnson:

* Vice Leader del Partito Conservatore Pam Afulami

* Inviato commerciale in Marocco Andrew Morrison

* Inviato commerciale in Kenya Theodora Clark

* Inviato commerciale per Angola e Zambia, David Duguid

* L’inviato commerciale della Nuova Zelanda David Mundell

Fonti: Ritzau, Reuters, BBC, gov.uk, The Independent

Molte partenze

Un gran numero di persone dentro e intorno al gabinetto di Johnson ha annunciato le proprie dimissioni negli ultimi giorni.

Leggi anche: Professore britannico: – Boris Johnson ha consumato 13 delle vite dei suoi nove gatti

Il motivo per cui molti di loro hanno menzionato è che non si fidano più del primo ministro, soprattutto sulla scia dello scandalo Chris Pincher. Di recente è stato licenziato dal Partito conservatore dopo essere stato accusato di aver perseguitato due ubriachi.

Perdere Lewis potrebbe essere stato troppo difficile per Johnson. Ha detto che è stato significativo per quanto riguarda le recenti difficoltà che circondano il protocollo dell’Irlanda del Nord Notizie del cielo.

Questa è stata solo la punta dell’iceberg dopo Partigate, lo scandalo politico con Boris Johnson e il suo partito nel ruolo principale, poiché ci sono stati feste ed eventi illegali durante la pandemia nel 2020 e nel 2021.


Fatti su Partygate

*Partygate è il soprannome dello scandalo politico del Regno Unito sugli eventi e i partiti organizzati dai membri del Partito conservatore e dal primo ministro Boris Johnson durante la pandemia nel 2020 e nel 2021.

*Durante questo periodo, il Regno Unito è stato bloccato e le autorità sanitarie pubbliche hanno imposto un divieto generale agli incontri sociali.

* I primi rapporti sul partito di Downing Street e sul distretto governativo di Whitehall sono arrivati ​​alla fine di novembre 2021. Ha attirato molta attenzione da parte dei media e ha portato a critiche diffuse nei confronti della leadership di Boris Johnson.

*Alla fine di gennaio 2022, dodici gruppi sono stati indagati dalla Metropolitan Police (polizia di Londra), di cui almeno tre gruppi in cui era coinvolto lo stesso Johnson.

* La polizia ha emesso 126 multe a 83 persone che hanno violato le normative COVID-19, tra cui Johnson, sua moglie Carrie Johnson e il ministro delle finanze Rishi Sunak. Si sono scusati e hanno pagato le multe.

* La burocrate britannica Sue Gray ha fornito un rapporto completo sui partiti durante la pandemia il 25 maggio.

* Gray ha ospitato 16 eventi a Downing Street e nel distretto governativo di Whitehall nel 2020 e nel 2021. Ha aperto dicendo che potrebbero essercene stati di più.

– Il partito di Partigate ha portato alle dimissioni di Boris Johnson per mancanza di governo, cosa che finora non ha voluto fare.

(Fonte: NTB/Wikipedia)

NTB/Nettavisen