Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Botswana: – La minaccia della Germania

Botswana: – La minaccia della Germania

All’inizio di quest’anno, il Ministero dell’Ambiente tedesco ha discusso la possibilità di restringere l’importazione di tali trofei, al fine di combattere il bracconaggio.

Ora il presidente Mokweetsi Masisi teme che qualsiasi misura di austerità spingerà parte della popolazione del Botswana nella povertà e minaccia quindi di inviare decine di migliaia di animali in Germania.

Masisi afferma che i programmi di conservazione della fauna selvatica hanno portato a un aumento significativo del numero di elefanti e che la caccia è uno strumento importante per mantenerne basso il numero.

Il Paese ha vietato la caccia ai trofei nel 2014, ma ha revocato il divieto nel 2019 dopo le pressioni di varie forze locali. Il Botswana ora ha quote annuali di caccia agli elefanti.

Guardiano E immagine Tra i media che hanno parlato della minaccia degli elefanti.

Un'auto turistica in Sud Africa viene fermata da un elefante e poi lo attacca! video: Eric H. Pang/TikTok
Mostra di più

Questa non è la prima volta che le autorità del Botswana minacciano di far sfilare gli elefanti davanti alla gente.

A marzo, le autorità avevano annunciato che avrebbero inviato 10.000 elefanti a Londra, mentre ne avevano già offerti 8.000 all'Angola e 500 al Mozambico.

La popolazione di elefanti del Botswana ha superato i 130.000 e Masisi afferma che causano danni alla proprietà, mangiano i raccolti e sono visti dai residenti come una minaccia.

– È molto facile sedersi a Berlino ed esprimere opinioni su ciò che stiamo facendo in Botswana. Ma siamo noi a pagare il prezzo della cura di questi animali, dice alla Bild il presidente Masisi.

Dice che non accetterà un “no” come risposta.

– I tedeschi dovrebbero vivere con gli animali, proprio come ci dicono che dovremmo farlo, dice.

READ  Il re Carl Gustaf parla:

Un portavoce del Ministero dell'Ambiente tedesco afferma che il Botswana non ha discusso la questione con le autorità tedesche e che continuerà il dialogo con i paesi africani interessati dalle norme sull'importazione.