Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Calcio, Serie A | Buhinin parla di lasciare la Russia: – Sono stato fortunato

Salerno (Netavizen): Emil Bohenen (23) della Salernitana si apre per la prima volta sulla sua uscita dalla Russia e sulla sua nuova vita in Italia e in Serie A.

– È andata bene e sono stato fortunato. Posso ammetterlo, dice Bohen a Netavizen sorseggiando un cappuccino fatto in casa.

Bohinen accoglie Nettavisen nel suo nuovo appartamento a Salerno, nel sud Italia. Sulle scogliere alle spalle del centro cittadino, l’Italia pro può affacciarsi sulla città e sulla Costiera Amalfitana dal suo ampio e bellissimo balcone.

Con tanto spazio, un clima caldo, un ambiente bellissimo, una fidanzata trasferitasi in Italia, un’auto da sogno e giochi in prima divisione, la vita sorride per il nazionale norvegese.

ma questo non era sempre il caso.

Il ragazzo Asker ha giocato allo Stabæk fino all’inverno del 2021, prima di essere firmato con il grande club russo CSKA Mosca. Per due stagioni e mezzo, Buhenen ha lottato per entrare a far parte della squadra, mentre la pandemia di corona era devastante.

Solo quattro gare dall’inizio e otto da sostituto, in un periodo difficile che ha visto tante sfide sportive e linguistiche. A gennaio è arrivato il salvataggio e il 23enne è stato mandato in prestito alla Salernitana, prima che la Russia invadesse l’Ucraina.

Quest’estate, il norvegese ha firmato un lucroso contratto con il club italiano che si estenderà alle prossime quattro stagioni.

Ciò è stato possibile solo dopo che Bohinen ha giocato alla grande per lo stesso club italiano questa primavera. La Salernitana si assicurò miracolosamente il suo posto in quella compagnia, e Buhenen ebbe un posto speciale nella ripresa storica.

READ  Thingnes Bø porta l'oro olimpico - bronzo a Christiansen: - Extremely - VG

Leggi anche: Hevder Berg era arrabbiato: – È stanco di Kjetil Knutsen

– Sono stato fortunato

Domenica il 23enne è finalmente tornato in campo, dopo che un infortunio al ginocchio lo ha tenuto fuori da agosto. Buhnen è entrato come sostituto nell’andata contro l’Inter.

Il suo compagno di squadra della Salernitana, Eric Bothem, come Bohinin, ha giocato nel campionato russo prima che i trasferimenti diventassero permanenti quest’estate. Bothem si è reso conto di dover rescindere il suo contratto con il russo Krasnodar, ha dovuto lasciare il paese ed era stato senza lavoro per tutta la primavera.

D’altra parte, Buhinin ha avuto un buon regista dalla Russia. Il centrocampista norvegese parla di quella che potrebbe essere una storia completamente diversa.

– Da parte mia, l’uscita dalla Russia è stata una cosa molto positiva, che ci sono arrivato in un modo piacevole dove tutte le parti erano felici. Non c’era davvero modo migliore, e sono riuscito a scappare prima che tutto esplodesse, dice Bohinen con sollievo, e continua:

– Hai fatto molto bene e sono stato fortunato. Posso ammetterlo. Non solo sono andato in prestito poco prima dello scoppio della guerra, ma anche la Salernitana è riuscita a rimanere in Serie A così da avere la possibilità di restare qui. Erano pronti per iniziare l’opzione ed entrambe le parti volevano andare avanti, e tutto è appena scattato, il 23enne abbronzato condivide la splendida vista dal balcone.

Un altro giocatore norvegese che ha giocato in Russia, ma ha scelto attivamente di rimanere nel controverso paese, è Matthias Normann. Ha ricevuto molte critiche per la sua selezione ed è stato bandito dalla nazionale norvegese per lo Ståle Solbakken prima della riunione della nazionale di settembre.

READ  Knutsen si scusa per la stesura dopo la rissa con la Roma - VG

Buhenen è molto silenzioso sulla situazione del suo connazionale.

– È molto difficile dire qualcosa quando non so com’era e com’è. Nella mia situazione non volevo tornare, ma c’erano diverse ragioni per questo, come dice chiaramente l’ex giocatore del CSKA.

Leggi anche: Improvvisamente una foto di Haaland è apparsa dietro la stella. Questo fa reagire l’esperto

Un passo alla volta

L’ex giocatore dello Stabæk ha scelto con cura i cambi di club. È chiaro che Buhenen non vuole fare grandi progressi troppo presto.

– Vedi molti esempi di giocatori che hanno fatto un grande passo. E lascia qualcosa di molto utile per ottenere più soldi o un club più grande, e poi non ci riesci e devi fare di nuovo un passo indietro. Non voglio, dice il riflessivo Asker boy.

Di recente, abbiamo visto giocatori come Patrick Berg e Marius Laud tornare a Bodo/Glimt dopo soggiorni all’estero senza successo al francese Lens e allo Schalke 04 tedesco.

Bohinen condivide con Nettavisen l’interesse di molti club in Inghilterra e in altri campionati importanti. Ma il 23enne si sta divertendo bene nel club e nella città italiana.

– Sono molto felice di firmare un contratto a lungo termine qui. Non dovresti mai sottovalutare il tuo buon ruolo nel club prima di procedere, dice il norvegese.

Ho dato la priorità a trovarmi in un posto in cui conosco bene l’allenatore e il club, e darò la priorità a questo, sapendo che ci investirò. Preferisco usarla come un’opportunità per svilupparmi ulteriormente, poi vedrò cosa ne verrà fuori alla fine. Ma dice chiaramente che deve essere un bello spettacolo.

READ  La battaglia per il calcio a milioni, OBOS League | Stabæk ha venduto super talenti per decine di milioni. Poi è andato tutto storto:

Leggi anche: Ha partecipato a tornei senza velo e ora è scomparsa

grandi obiettivi

Alla domanda sul futuro, Bohenen è ambizioso.

Tra cinque anni sarò al top della mia carriera. Ovviamente voglio giocare per un grande club in Europa e giocare in Champions League. Non ha senso mentire al riguardo. La nazionale è ovviamente un sogno e un obiettivo per me.

Tuttavia, i piedi del professionista straniero sono saldamente fissati a terra.

– Mi godo la vita di tutti i giorni e la mia carriera adesso. Ci sei già riuscito. Anche se non finisco, è importante godere di dove sei e divertirti lungo la strada.

Ora vuole contribuire a una buona stagione per la squadra in pericolo di retrocessione.

Per la squadra l’obiettivo è evitare la rissa in fondo e la disperazione che abbiamo avuto l’anno scorso per la dirigenza. E per sviluppare il nostro gioco, il possesso palla in squadra è molto di più rispetto allo scorso anno quando ci siamo solo difesi.

Il giocatore di Serie A sta attualmente cercando di imparare l’italiano, poiché la maggior parte degli eventi si svolge in questa lingua. Volendo imparare, Bohinen trascorre dalle due alle tre ore settimanali a lezione con un tutor privato, che ritiene importante e positivo per il suo sviluppo.

Leggi anche: La sorella di Ronaldo è arrabbiata contro il portoghese