sabato, Giugno 22, 2024

Christopher Juner è su tutte le furie: da due anni non assume nuovi ruoli dopo “Krigsseileren”

Must read

Jolanda Alfonsi
Jolanda Alfonsi
"Specialista del web. Avvocato freelance del caffè. Lettore. Esperto di cultura pop sottilmente affascinante."

Aggiunge che Juner è pronto solo ora a prendere in considerazione nuovi ruoli cinematografici Bergens Tidendi.

Il pluripremiato attore è noto per dare il massimo nei suoi ruoli, ma realizzare la colonna sonora del dramma di guerra diretto da Gunnar Viken è stato estremamente difficile.

– Una delle cose più impegnative che ho fatto, dice Gunner, che è passato direttamente dalla registrazione della canzone “Maskineriet” per Viaplay alla registrazione di “Krigsseileren” – e ha lavorato per 11 mesi di fila.

Era troppo. “Non potevo atterrare”, ha detto nell’intervista.

– Chiamalo come vuoi – in uno stato di agitazione, esaurimento. “Dovevo trovare una via d’uscita da questa situazione”, dice Gunner, 51 anni, che si è comprato un enorme bull terrier, Walken.

Lo ha portato fuori a fare una passeggiata per dargli un po’ di struttura, e ha deciso di portarlo con sé durante le riprese cinematografiche da quel momento in poi.

-Mi venivano costantemente offerti ruoli e mi venivano inviate sceneggiature, ma non ero pronto. Non ha senso accettare qualcosa se non riesco a svolgere il lavoro al 100%, afferma Gunner, che si sente molto meglio ed è pronto ad affrontare nuovi compiti di recitazione.

Ma prima deve essere presente Festa del Golroten sabato a Bergen, dove è stato nominato come miglior attore protagonista nella categoria drammatica.

Il regista di “Krigsseileren” Gunnar Vikeni è nominato per la migliore serie, sceneggiatura e regia, mentre i co-protagonisti di “Krigsseileren” Jonar Ine Wilmann e Pål Sverre Hagen sono in corsa per il miglior attore non protagonista drammatico.

More articles

Latest article