Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

– Ci sentiamo allo stesso modo – VG

Incredibile: Stine Bredal Oftedal non è mai stato più disperato dopo aver perso. Qui con Nora Mork dopo aver perso la semifinale contro la Russia nel 2016. Foto: Vidar Ruud / NTB

TOKYO (VG) Stein Bridal Oftedal ha pianto dopo aver perso le semifinali contro la Russia cinque anni fa. La medaglia d’oro olimpica ha ancora lo stesso significato per il capitano della nazionale. Ma non è sicura che i sentimenti sarebbero altrettanto violenti se le cose andassero di nuovo male.

Inserito:

– La pensiamo allo stesso modo per quello che stiamo facendo, sta rispondendo alle domande di VG durante la conferenza stampa di stasera al Villaggio Olimpico.

– Ma poi spero che possiamo essere un passo avanti nella nostra carriera. Quindi possiamo gestire meglio determinati periodi in una potenziale partita. Ma non c’è dubbio che le Olimpiadi significhino altrettanto, afferma Steen Bridal Oftedal, che compirà 30 anni a settembre.

Collaborazione EditorialeScopri +

Guarda tutto dai Giochi Olimpici di Tokyo alla scoperta +

Venerdì lei e le ragazze di pallamano giocano le semifinali dei Giochi Olimpici contro il “ROC” alle 14.00.

Leggi anche: Il direttore della Nazionale esce al Pallone Olimpico

La sposa Oftedal ha pianto quando è entrata nell’area delle interviste dopo inning extra e una sconfitta per 37-38 contro la Russia alle Olimpiadi di Rio. “Voglio smettere di giocare a pallamano”, ha detto Veronica Christiansen. Ma cinque anni dopo, è ancora lì.

Due squadre follemente brave si incontreranno di nuovo. Quindi sono la volontà e la preparazione che diventano decisive, penso, dice Christiansen che negli ultimi otto anni ha creato molto del gioco norvegese insieme a Bridal Oftedal e Nora Mork.

Nessuno di loro ha partecipato quando la Norvegia ha vinto la medaglia d’oro nel 2012. Il titolo più prestigioso manca ai giocatori che hanno vinto la Coppa del Mondo, l’Europeo e il torneo per club più generoso, la Champions League.

Tra i compiti più importanti di Kristiansen c’è quello di fermare Anna Vgajireva, la più grande star della Repubblica di Cina. Il terzino destro è stato nominato miglior giocatore delle Olimpiadi cinque anni fa. Mjøndalen “Vikki” è pronto per andare al lavoro.

Cinque anni dopo: Veronica Christiansen (a sinistra) e Stein Bridal Oftedal si preparano per una nuova semifinale olimpica contro la Russia. Foto: Stian Lisberg Solom

– Non possiamo sopportarlo piatto. Quindi fai esattamente quello che vuoi. Diventa importante “prendere in considerazione” e leggere i suoi trucchi. Semplicemente, colpisci, dice.

La Norvegia ha avuto una felice rivincita quando i russi sono stati schiacciati l’anno dopo la sconfitta olimpica 34-17 nei quarti di finale della Coppa del Mondo. La prestazione di Magdeburgo è una delle più dure per la squadra di pallamano femminile.

– Nel 2017, abbiamo deciso correttamente. Siamo stati in grado di essere coraggiosi nei quarti di finale. A volte può essere complicato, descrive Stine Bredal Oftedal. Ha una recente esperienza del turbolento incontro con l’Ungheria a Tokyo.

Leggi anche

La norvegese Catherine Lundy salvata per le semifinali olimpiche: beh, non ci sono personaggi stereotipati

I quarti di finale sono un po’ speciali. Se fumassimo lì sarebbe un fallimento. Eravamo candidati chiari e l’Ungheria poteva eccellere dal basso. Quindi forse ci ha influenzato un po’. Potrebbe colpirci anche in semifinale. Quindi si tratta di starci dentro ed essere in grado di girarlo presto. Dobbiamo tornare a noi stessi più velocemente di quanto non facessimo allora. E ricorda, la situazione è più umida per la Russia.

READ  Diversi paesi colpiti dall'infezione da corona a Holmenkollen-VG

La Russia ha alcuni giocatori individuali che rappresentano alcune delle più grandi squadre che abbiamo nella pallamano internazionale. Sarà importante fermarli. Dobbiamo cercare di scendere in campo per essere di nuovo coraggiosi. Ho promesso che sarebbe stato difficile per i russi.

Stine Skogrand non era presente nel 2016. Si aspetta un nuovo dramma.

– Ci saranno due squadre che sanguinano per l’ultimo posto, dice Skogrand.

La semifinale tra Norvegia e «ROC» si svolgerà venerdì 14.00 e sarà trasmessa in diretta su Discovery +.