Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Conflitto israelo-palestinese – Promette di bombardare “non-stop” Gaza

Le ultime 24 ore sono state il più grande e il maggior attacco alla Striscia di Gaza sigillata dal 2014. Secondo i rapporti, più di mille bombe, granate e razzi sono stati lanciati ed entrati a Gaza. Il Jerusalem Post.

L’esercito israeliano chiama la sua operazione in corso Operazione “Guardiano delle mura”Scrivono loro stessi.

– Paga un prezzo alto

Fiamme rosse hanno illuminato il cielo mentre le persone si svegliavano al suono delle esplosioni alla periferia di Gaza City. Gli attacchi sono stati così forti che le persone all’interno della città, a diversi chilometri di distanza, urlavano di paura, scrive l’agenzia di stampa AP.

– Ho detto che lasceremo che Hamas paghi un prezzo pesante. Il primo ministro Benjamin Netanyahu ha affermato in una dichiarazione video che lo stiamo facendo ora e continueremo a farlo in modo deciso.

Giovedì sera, i carri armati israeliani hanno iniziato a sparare bombe a mano nella Striscia di Gaza.

Nessuno è sulla terra

L’IDF ha dato l’impressione che una nuova fase delle forze di terra fosse in corso poco dopo la mezzanotte di venerdì e ha inviato una dichiarazione ai media affermando che c’erano soldati nella Striscia di Gaza. Anche l’Agence France-Presse ha ottenuto le informazioni di sicuro.

Un portavoce di Benjamin Netanyahu ha rilasciato video che mostrano presumibilmente Hamas che lancia razzi da una zona residenziale nella Striscia di Gaza. Le sezioni erano antiche e dalla Siria. Video: Twitter
Mostra di più

“Il portavoce dell’esercito, Jonathan Conricus, ha confermato che i soldati israeliani sono entrati nell’enclave palestinese, senza fornire alcun numero”, ha riferito l’Agence France-Presse.

Due ore dopo, l’esercito israeliano ha rilasciato una dichiarazione affermando che la confusione era dovuta al fallimento delle comunicazioni interne e che “non ci sono soldati” nella Striscia di Gaza.

9.000 riservisti

Giovedì, una fonte diplomatica di alto livello ha detto a Israeli Channel 12 che stava prendendo in considerazione un’operazione di terra per rispondere agli attacchi missilistici in corso dalla Striscia di Gaza contro Israele.

Oggi, il ministro della Difesa israeliano Benny Gantz ha detto che 9.000 riservisti erano in attesa di una possibile invasione di terra. La dichiarazione è arrivata due giorni dopo che l’esercito ha accettato di mobilitare 5.000 soldati di riserva.

Non sono d’accordo: gli Stati Uniti bloccano una dichiarazione congiunta sui drammatici sviluppi in Medio Oriente.
Mostra di più

Missili

Il conflitto tra Israele e Palestinesi si è accelerato lunedì notte, quando Hamas ha iniziato a lanciare razzi su Gerusalemme in risposta a quelle che Hamas credeva fossero provocazioni israeliane. Hamas ha affermato di voler proteggere Gerusalemme. Israele ha risposto rapidamente con attacchi aerei contro obiettivi di Hamas nella Striscia di Gaza.

Da allora, circa 2.000 razzi sono stati lanciati dalla Striscia di Gaza in Israele.

Da parte israeliana, sette persone sono state uccise, tra cui un ragazzino, oltre a numerosi feriti.

Il ministero della Salute nella Striscia di Gaza controllata da Hamas afferma che 109 palestinesi sono stati uccisi, tra cui 28 bambini e 15 donne, e 621 sono rimasti feriti. Hamas e la Jihad islamica (Jihad islamica) hanno confermato che circa 20 di loro sono stati uccisi e diversi comandanti militari. si dice che siano tra loro.

Attacchi e scontri

La situazione è stata aggravata dal fatto che gli ultraortodossi si sono scontrati sia con gli arabi di Israele che con la polizia, e gli arabi israeliani si sono scontrati con la polizia israeliana in diverse città del Paese. Netanyahu e diversi politici di alto livello hanno condannato gli scontri.

A Tel Aviv, giovedì, un gruppo di ebrei di estrema destra ha organizzato una marcia nel quartiere di Hatikva, cantando “Morte agli arabi”. Successivamente sono scoppiati scontri, durante i quali i giornalisti sono stati attaccati.

Niente giustifica l’uccisione di arabi da parte degli ebrei. Netanyahu ha detto giovedì che nulla può giustificare l’uccisione di ebrei da parte degli arabi.

Ha avvertito che Israele sta ora combattendo una battaglia “su due fronti”.

Consiglio di Sicurezza

E le autorità norvegesi hanno confermato, venerdì sera, che il Consiglio di sicurezza dell’Onu si riunirà domenica alle 10 (16 ora norvegese) su richiesta di Norvegia, Cina e Tunisia.

Questo sarà il terzo incontro sul conflitto tra Israele e Palestinesi in meno di una settimana. Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite si è riunito a porte chiuse lunedì e mercoledì, entrambe le volte su richiesta di Norvegia, Cina e Tunisia. In entrambe le occasioni, i tre paesi hanno presentato proposte per una dichiarazione congiunta che gli Stati Uniti non avrebbero appoggiato.

Commentando la posizione degli Stati Uniti, il Segretario di Stato In Eriksen Sureid (H) ha detto mercoledì a NTB che è più una questione se si inserisce o meno in una dichiarazione ora, rispetto ad altre iniziative che hanno.

Il terzo incontro di domenica aprirà le porte.

READ  Birmania, Telenor | La società di telefonia mobile ha venduto al miliardario sulla "lista sporca". La Norvegia è oggetto di dure critiche