Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Congresso, Joe Biden | Un anno dopo l’assalto al Congresso, gli americani sono ancora più divisi

Il presidente Joe Biden e il disprezzato perdente alle elezioni del 2020 parleranno alla gente nell’anniversario dell’assalto al Campidoglio. Trump festeggerà questo giorno.


La divisione continua negli Stati Uniti. Quando la nazione intendeva rilanciare la rivolta contro il Campidoglio un anno fa, i partiti non erano affatto vicini al loro culmine.

Nonostante il fatto che un numero schiacciante di tribunali, procuratori generali e comitati che approveranno le elezioni sia abbastanza chiaro che non sono stati imbrogliati, la maggior parte dei repubblicani crede che Donald Trump sia ancora il legittimo presidente del paese.

Quasi tre repubblicani su quattro credono che Joe Biden abbia rubato le elezioni, secondo uno verifica dalla Monmouth University.

Leggi anche: Robert Scott Palmer (54) ha ricevuto la condanna più pesante di sempre dopo l’attacco al Congresso. Il suo avvocato norvegese svela il motivo

Protesta pacifica secondo Trump

Donald Trump ha scelto di tenere una conferenza stampa in Florida il 6 gennaio. Per molto tempo, l’ex presidente ha smorzato i toni e ha spazzato via la violenza di quasi un anno.

Secondo Trump, il tentativo di colpo di stato può essere inteso come una protesta pacifica.

Cinque persone sono state uccise nella tempesta, mentre diverse centinaia di agenti di polizia sono rimasti feriti negli aspri combattimenti e altre quattro sono state uccise in seguito.

Trump si considera il vincitore delle elezioni

Trump ripeterà anche l’affermazione del tutto infondata di aver derubato le elezioni del 2020.

– Mi piacerebbe fare una conferenza stampa a Mar-a-Lago per parlare di tutte queste cose. Fino ad allora, ricorda che la rivolta è avvenuta il 3 novembre e la manifestazione completamente disarmata che si è verificata il 6 gennaio, ha scritto Trump in una e-mail. Il 3 novembre è stato il giorno in cui si sono svolte le elezioni presidenziali dell’anno scorso.

READ  Joe Biden: Races: un attacco alla democrazia

Donald Trump è stato anche accusato di aver incitato i suoi sostenitori a una manifestazione per prendere d’assalto il Campidoglio dove Joe Biden doveva essere ufficialmente eletto.

il: I capi militari in pensione avvertono il Pentagono: temiamo un “crollo totale” nel 2024


700 detenuti

Più di 700 persone sono state arrestate dopo la rivolta. Sono stati accusati, tra le altre cose, di possesso di un vasto arsenale di armi, tra cui mitragliatrici, spray al peperoncino, mazze da baseball e un’asta di bandiera usata come lance.

L’attuale presidente ricorderà anche quello che è successo un anno fa con un discorso. Ma la Casa Bianca era riluttante a fornire dettagli in anticipo sugli eventi.

Il 6 gennaio è stato uno dei giorni più bui per la nostra democrazia. La nostra capitale era sotto attacco e non vedo alcun motivo per non celebrare questo giorno, afferma la portavoce presidenziale Jen Psaki.

Leggi anche: Trump celebrerà l’anniversario della tempesta del Congresso

Discussione sulla narrazione

La presidente della Camera, Nancy Pelosi, ha annunciato un programma completo di eventi per e intorno al primo anniversario. Incoraggia i rappresentanti democratici a essere a Washington ea partecipare agli eventi.

Il 6 gennaio è in preparazione un programma completo che comprende, tra l’altro, un dibattito tra storici sulla narrazione. Questa è un’opportunità per gli attori di condividere eventi e idee da quel giorno, una veglia di speranza fino a sera, ha scritto Nancy Pelosi in una nota.

La senatrice repubblicana Susan Collins è più tranquilla sulla sua relazione con le festività del 6 gennaio. Vede le sfide alla sicurezza e il rischio che si ripeta ciò che è successo un anno fa.

READ  - È un disastro completo - VG

– Penso che quel giorno sia solo pieno di paura e rabbia, quindi sarebbe meglio se non avessimo una sorta di “memoriale” di questo giorno, dice Washington Post.

allacciami le scarpe

Il segnale arriva in un momento in cui l’inchiesta del Congresso sulla rivolta ha ormai raggiunto la cerchia ristretta di Trump. L’ex capo dello staff di Trump, Mark Meadows, ha tenuto una controversa presentazione in PowerPoint. Descrive come i repubblicani effettueranno un colpo di stato e riporteranno Donald Trump.

Per il 6 gennaio sono state programmate più di 100 veglie, da gruppi di destra che insistono sul fatto che i carcerati sono prigionieri politici, e da liberali che chiedono una migliore protezione per il voto.

“Le percezioni di brogli elettorali sono ora così radicate nel Partito Repubblicano che una grande percentuale non crede più nel sistema democratico”, ha detto Heidi Berish al Washington Post. È una delle fondatrici del progetto globale contro l’odio e l’estremismo.

(© NTB)