venerdì, Giugno 21, 2024

– considerato diverse opzioni – E24

Must read

Bertina Buccio
Bertina Buccio
"Lettore. Appassionato di viaggi esasperatamente umile. Studioso di cibo estremo. Scrittore. Comunicatore. "

Il rating creditizio di Hemstaden Posad è sotto pressione. La società sta valutando la vendita di alloggi e l’aumento di capitale per soddisfare le condizioni future.

Ivar Tollefsen possiede Heimstaden, che a sua volta controlla circa il 40% di Heimstaden Bostad con oltre 160.000 case in affitto in Europa.
pubblicato: pubblicato:

L’aumento dei costi degli interessi, l’inflazione e il calo dei valori immobiliari mettono sotto pressione il rating creditizio di Hemstaden Posad.

Ora il gigante immobiliare dominato da Ivar Tollefsen sta cambiando la sua guida finanziaria, valutando la possibilità di vendere asset e dare capitale azionario per soddisfare le condizioni fissate dalle agenzie di rating del credito per un rating “Tripla B” o “BBB” della società.

Durante una presentazione dei risultati del secondo trimestre di Heimstaden Bostad venerdì, la società è stata chiara che avrebbe fatto tutto il possibile per difendere il rating. I cambiamenti negli obiettivi delle principali figure finanziarie hanno rafforzato questo, secondo il CEO.

– Il CEO Hemge Krogsbøl di Heimstaden Bostad ha affermato che ciò indica l’ambizione di difendere il rating “tripla B”.

Helge Krugsbühl, CEO di Heimstaden Bostad.

rischio di prezzo

La valutazione delle agenzie di rating del credito sulla solidità dell’azienda e sulla sua capacità di pagare fornisce un’indicazione dei rischi, che sono considerati nel mercato finanziario come un driver di prezzo per quanto riguarda il finanziamento e il rifinanziamento.

Allo stesso tempo, alcuni investitori di debito, come i grandi fondi internazionali, possono, a seconda del loro mandato di investimento, avere l’opportunità di investire solo in società di un certo rating o qualità.

Heimstaden Bostad è stata valutata “BBB” dal 2020, quando la società è stata aggiornata dalla principale agenzia di rating del credito S&P da “BBB-“.

READ  Live Studio: Guerra in Ucraina

– Varie opzioni

È stato il gestore degli investimenti di Heimstaden Bostad, Christian Vladland, durante un giro di grigliate con gli analisti venerdì, a dichiarare chiaramente che la società avrebbe difeso un rating “pura tripla B”.

Era anche chiaro che la società stava valutando una vendita di attività, insieme a una potenziale sovvenzione in conto capitale.

– Stiamo studiando varie opzioni con il consiglio di amministrazione, ha detto Fladeland.

Ha riconosciuto che il mercato transazionale per grandi portafogli di alloggi era debole e che nei prossimi due o tre anni si sarebbero potute ottenere vendite più sostenute ai privati ​​(“privatizzazione”).

Il gestore degli investimenti ha spiegato che anche qualsiasi vendita deve aggiungere valore.

– Ha detto che è molto probabile che il tasso aumenterà la prossima volta.

Aumento dei costi degli interessi

Heimstaden Bostad si è assicurata 3 miliardi di corone svedesi in finanziamenti bancari durante il secondo trimestre, assicurandosi così 15 miliardi di corone svedesi in nuovi finanziamenti negli ultimi 12 mesi.

La società deve circa 222 miliardi di corone svedesi, di cui 66 miliardi di corone svedesi con finanziamenti bancari.

Il costo degli interessi di Heimstaden Bostad è salito al 2,5% nel secondo trimestre, dal 2,2% del trimestre precedente, e si prevede che aumenterà a causa delle esigenze di rifinanziamento, secondo il gestore degli investimenti.

Controllo efficace

Heimstaden ha due prestiti obbligazionari in scadenza nel 2024. La società ha già riacquistato 200 milioni di euro di debito sotto forma di prestito obbligazionario da 750 milioni di euro con scadenza nel primo trimestre del prossimo anno.

Fladeland prevede di rifinanziare i prestiti “per intero” con la garanzia del portafoglio immobiliare (“Asset Based Financing”).

– Dopodiché, possiamo guardare al 2025, ha affermato il gestore degli investimenti.

READ  Vuole sentire la Norges Bank dire che una corona debole è un problema - NRK Norvegia - Panoramica delle notizie da diverse parti del paese

Questo è stato anche il messaggio all’amministratore delegato nella relazione sui risultati di oggi.

– Stiamo affrontando i rischi finanziari dando la priorità a una forte posizione di liquidità e, con il nostro continuo accesso ai finanziamenti bancari, abbiamo un controllo efficace sulle scadenze imminenti dei prestiti nei prossimi anni, afferma Krugsbuhl.

“Più grandi”

Fladeland ha anche confermato che sono in corso tutte le discussioni su un’iniezione di capitale.

– Il gestore degli investimenti ha detto in risposta alle domande degli analisti che ovviamente è qualcosa che è stato discusso nel consiglio e dovresti aspettarti che sia qualcosa che verrà riportato nei prossimi sei mesi.

Ha anche aggiunto che la società probabilmente preferirebbe un’iniezione di capitale “un po’ più grande e più efficace”, piuttosto che procedere in modo più incrementale.

Heimstaden Bostad aveva un rapporto prestito/valore, debito misurato in relazione ai valori di mercato (LTV netto), del 54,4 per cento alla fine del secondo trimestre.

Arctic Securities aveva precedentemente stimato che Heimstaden Bostad avrebbe avuto un requisito patrimoniale di oltre 20 miliardi di corone svedesi sulla base dei valori di mercato riportati nel primo trimestre per acquisire meno della sua quota LTV del 50%.

Leggi su E24+

I colossi immobiliari svedesi inciampano: – Un regime con troppi debiti

miliardi di cancellazioni

Nelle ore mattutine di venerdì, Heimstaden Bostad potrebbe mostrare 3,7 miliardi di corone svedesi di reddito da locazione nel secondo trimestre, oltre 100 milioni di corone svedesi in più rispetto ai primi tre mesi dell’anno e oltre 600 milioni di corone svedesi in più rispetto allo stesso periodo dell’anno. il passato.

L’utile operativo netto della società si è avvicinato a 2,6 miliardi di corone svedesi, con un aumento di oltre 200 e 300 milioni di corone svedesi nei rispettivi periodi.

READ  Audi A1: il successo della piccola Audi sta scomparendo

Le riduzioni del valore immobiliare della società pari a 7,4 miliardi di corone svedesi e gli adeguamenti delle scorte di proprietà nel secondo trimestre hanno portato a un risultato ante imposte di -9,2 miliardi di corone svedesi, contro un utile ante imposte di 1,5 miliardi di corone svedesi nello stesso periodo l’anno scorso.

Modifica il numero di destinazione

Heimstaden Bostad osserva che l’adeguamento del valore di -7,4 miliardi di SEK è “meno evidente” del 2,1% rispetto al primo trimestre e il valore di mercato delle azioni immobiliari era di 340 miliardi di SEK alla fine del secondo trimestre.

Delle 160.517 unità abitative totali dell’azienda, il 98,1% risulta essere affittato.

Gli obiettivi aggiornati per i dati finanziari chiave indicano che il rapporto di indebitamento netto di Heimstaden Bostad, basato sul metodo di calcolo S&P (indebitamento netto/indebitamento netto + patrimonio netto), deve essere inferiore al 60%, rispetto al precedente inferiore al 55%. Era del 56,6% nel secondo trimestre in base al metodo Standard & Poor’s.

L’indice di copertura degli interessi (ICR) aggiornato della società, che indica quanto reddito è coperto (utile operativo totale / EBITDA diviso per interessi passivi), è stato modificato a oltre 1,8, da oltre 2,4 in precedenza. Il tasso ICR è stato di 2,1 nel secondo trimestre, secondo la presentazione trimestrale.

Heimstaden di proprietà di Ivar Tollefsen detiene il 38% di Heimstaden Bostad, ma detiene il 50% dei voti. Altri proprietari includono fondi svedesi come Alecta e Folksam, rispettivamente con il 38% e il 18% e il 30% e il 15% dei voti.

Anche Ericsson e l’Agenzia svedese per le pensioni sono dalla parte del proprietario, insieme a molti altri.

Leggi anche

Vertice DNB sugli immobili commerciali: – Quello che stiamo seguendo da vicino ora

Leggi anche

Heimstaden acquista circa 29.000 case per 91 miliardi di NOK

Leggi su E24+

I colossi immobiliari svedesi inciampano: – Un regime con troppi debiti

More articles

Latest article