Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Cowboy e bambini protagonisti del parco di divertimenti di Moss – Dagsavessen

L’artista internazionale più famoso che ha visitato Blinken da quel momento è molto probabilmente Brian Auger, che suonava rock e blues. È stato in tour con grandi come Rod Stewart, Jimi Hendrix, Led Zeppelin e la leggenda del blues Sonny Boy Williamson. Oltre a questo, c’erano spesso visite svedesi al teatro; Compresa l’ormai famosa band Fabulous Four. Grandi band norvegesi come Jan Rhode & The Cool Cats, Public Enemies e Vømmøl Spelemannslag hanno suonato Blinkenscenen sotto Rådhusbrua.

Cannone vivo

Sabato 8 maggio ho scritto di un genere leggermente diverso, che viene suonato in altre arene a Moss. È la musica della compagnia di ballo che si è svolta a Nessparken. Con lo svedese Sven-Ingvars come il momento clou della metà degli anni ’60. In questo articolo, porterò i miei lettori in una scena musicale completamente diversa di cui la maggior parte delle persone probabilmente si sarà dimenticata. Stiamo andando in un parco a tema itinerante, che ha visitato più volte l’area tra il molo dei traghetti e Værlebrygga a Moss. Qui c’era la fauna selvatica, con bancarelle dove si potevano vincere orsi e cioccolatini. C’erano giostre e piccole montagne russe, e c’era intrattenimento. Una volta abbiamo visto un proiettile di artiglieria vivo. Un uomo con un abito d’argento strisciò verso un cannone e lo lanciò in aria per diversi metri. È stato emozionante sia per i bambini che per gli adulti.

Skiffle Joe

Ogni sera c’era intrattenimento sul palco del parco dei divertimenti. Di solito c’erano giocolieri e streghe. Ma a volte c’erano anche elementi musicali. Personalmente, ricordo i migliori cowboy con una chitarra e un monociclo. Erano i primi anni ’60 e il cowboy norvegese fece un’impressione così forte che ricordo il nome del suo artista: “Skiffle Joe”. Il suo vero nome era Show Me Gull. Ma immergersi in Wikipedia mostra che il suo vero nome era Arne Trandall. La sua canzone più famosa è stata “Mexico-Joe”. Quando ha interpretato Moss, non siamo riusciti a capire le sue parole. E potrebbe essere altrettanto buono. In retrospettiva, è meglio conosciuto per i suoi cosiddetti “spettacoli sfacciati”, che sono forse i precursori delle peggiori forme delle canzoni di Russell. Dal 1978 si esibisce settimanalmente al ristorante marrone Tranen a Oslo e non si è ritirato fino al 2012. All’epoca aveva 87 anni. È morto nel 2016.

READ  Volare di nuovo per la prima volta dopo l'incidente mortale - VG

Festa gratuita

In relazione al parco dei divertimenti, a Værlebrygga è stata talvolta allestita una grande tenda. C’erano canti e musica ed era affollato. C’era un biglietto d’ingresso e non abbiamo avuto soldi a casa per andare a un concerto. Ma noi che siamo cresciuti a Værlegata non ci siamo lasciati fermare dalla mancanza di biglietti d’ingresso. La tenda era eretta saldamente, con forti funi che la sostenevano. Tra le corde il telo della tenda svolazzava e le aperture tra il tessuto della tenda e il terreno erano così grandi che era possibile entrare nella strada secondaria. Probabilmente c’erano molti adulti che ci hanno visto strisciare sotto il tessuto della tenda, ma nessuno ha dormito. E poi c’è stato un concerto gratuito.

Dote del verricello

Due artisti in particolare si sono distinti. Non sono sicuro dell’anno, ma forse era il 1961. Poi ci fu un concerto con la piccola star Winch Mehr, che si esibì con suo padre nei panni di Jill e il fratello Redard. Jill suonava la fisarmonica e mi sembra di ricordare Riddar che suonava il sassofono. Ma l’esperienza più grande è stata guardare lo champagne Wenche Myhre, che all’epoca era già conosciuto dalla radio. Ha registrato il suo primo singolo nel 1961.

Gola d’argento dall’Italia

Un altro artista, che a quel tempo era una grande star in Norvegia, era l’italiano Roberto. “Il ragazzo con la gola d’argento”. Come Wenche Myhre, era nato nel 1947, aveva già 12-13 anni ed era un artista noto, con “prugne” famose come “O Sole Mio” e “Romantica” nella lista delle musiche. Il suo nome completo è Robertino Loretti. È figlio di un fornaio, scoperto dal produttore televisivo danese Sejr Volmer-Sørensen, che ha sentito cantare Roberto in un caffè di Roma. Vollmer Sorensen ha portato il bambino a Copenaghen per apparire sulla TV danese, e qui Roberto ha anche registrato “O Sole Mio” nella registrazione. Roberto è ormai conosciuto in tutta Europa e, sebbene fosse una calda star internazionale, è venuto in una tenda a Værlebrygga a Moss e ha cantato davanti a una folla di alghe affamata di divertimento.

Tour della Norvegia

Non so chi sia a Moss. Assicurati che il parco a tema e gli artisti siano in città. Ma da allora ho letto che il cantante Gunnar Eddy ha organizzato diversi concerti con Roberto in Norvegia. Gunnar Eide ha lavorato molto con Egil Monn-Iversen, ed è stato Eddie a portare in Norvegia anche il cantante americano Jim Reeves. Pochi mesi prima di morire in un incidente aereo, nell’aprile del 1964, Jim Reeves tenne il suo primo e unico concerto in Norvegia. Era a Njårdhallen a Oslo.

Oltre a lodare il giovane Roberto come un grande cantante, c’è stato anche un ansioso dibattito nelle colonne dei giornali su come grandi cose dovrebbero andare con il suono quando l’artista è venuto a cambiare la sua voce. Molti credevano che sarebbe diventato un cantante del tutto normale. Ma l’ansia si è rivelata infondata. Roberto è tornato in Norvegia nel settembre 1991. A quel tempo era ospite dell’allora nuovo programma NRK Da Capo, dove Janfoor Hals e Vidar Lone Arnesen erano emittenti. Fu lì che Roberto fu invitato a incontrare il designer Gunnar Eddy per una conversazione sui tempi passati. Nello stesso programma, ha cantato la sua melodia “O Sole Mio”, e si è scoperto che la sua voce era buona cambiando la voce.

Nel 2021, Moss ha molti spettacoli meravigliosi, organizzatori di talento danno grandi concerti con artisti famosi, così come molti artisti locali che debuttano come musicisti nelle stesse arene. Queste non erano le stesse opportunità 60-70 anni fa. Tuttavia, Moss era una città attraente per cantanti e musicisti norvegesi e internazionali.

Fonti: Wikipedia