Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Da un patio poco attraente a un’oasi magica:

– Volevamo un forno per la pizza, ma sarebbe stato un arrangiamento pazzesco, ed è stato fantastico, dice Anne Henriksen (53)

La famiglia viveva nella proprietà da nove anni e voleva che Tid for hage trasformasse il patio in uno spazio sociale, preferibilmente con un forno per la pizza.

Con una conoscenza limitata del giardino, la stessa famiglia ha difficoltà a trovare una buona soluzione.

– Non pensavo che sarebbe stato così bello. Ricordo di essermi alzata per diversi giorni e di essere scappata per vedere se il giardino era ancora lì, dice Ann e ride.

Guarda una panoramica completa di piante e materiali qui.

Prima: un patio un po’ noioso con un grande potenziale. Foto: Pandora Film/TV 2

Dopo: Interessante ingresso alla sovrastruttura e al forno per pizza.

Dopo: Interessante ingresso alla sovrastruttura e al forno per pizza. Foto: Pandora Film/TV 2

Prima: diversi piani e un camino rotto nell'angolo.

Prima: diversi piani e un camino rotto nell’angolo. Foto: Pandora Film/TV 2

Dopo: superfici uniformi e mobili nuovi.

Dopo: superfici uniformi e mobili nuovi. Foto: Pandora Film/TV 2

Prima: un piccolo patio stanco senza un piano chiaro.

Prima: un piccolo patio stanco senza un piano chiaro. Foto: Pandora Film/TV 2

Dopo: verde, rigoglioso e limitato al resto del giardino.

Dopo: verde, rigoglioso e limitato al resto del giardino. Foto: Pandora Film/TV 2

Il giardino è stato aggiornato alla fine dell’autunno 2020 e la famiglia non vede l’ora che arrivi la prima primavera e l’estate con un nuovo patio.

– Sarà emozionante quando inizierà a germogliare. Sarebbe divertente con tutti i cibi coltivati ​​qui. Abbiamo usato molto lo spazio lo scorso autunno. Pizza, pane e torta sono stati fatti. Forse la cosa più bella sono state le colazioni che abbiamo fatto qui quando faceva un po’ di caldo in ottobre, dice Ann.

Progetto del giardino del designer Malin

Non era un cortile particolarmente affascinante quando è arrivato Time for Garden.

Un inutile caminetto nell’angolo, buffi intagli sui muri di mattoni, un tetto a pergola in plastica che ha visto i suoi giorni migliori e un pavimento in pietra serena dove le erbacce stavano per prendere il sopravvento.

Tuttavia, la posizione del patio è ottima. Totalmente tranquillo e con tanto sole, quindi qui c’è molto potenziale!

Sociale: un'area adatta a buoni amici.

Sociale: un’area adatta a buoni amici. Foto: Pandora Film/TV 2

Il designer Malin Persson immagina una vera e propria area sociale con un gruppo lounge e un tavolo da pranzo.

Qui dovrebbe essere possibile cucinare, quindi dovrebbero esserci il tavolo della cucina e un grande forno per la pizza. E il tema del cibo sarà ulteriormente coltivato, perché nelle aiuole intorno alla panchina verranno coltivate piante commestibili.

Quando ti siedi qui, devi essere circondato sia da arbusti fioriti che da prelibatezze.

Mela: una delizia ancora appesa a un albero appena piantato.

Mela: una delizia ancora appesa a un albero appena piantato. Foto: Pandora Film/TV 2

Crede che l’espressione dovrebbe rimanere molto stretta. Il materiale dovrebbe essere legno e cemento con un colore verde. E con alcuni vecchi utensili legati alla cucina.

Confondere vecchio e nuovo è la specialità di Malin.

Nuovi e vecchi: nella zona cucina vengono utilizzati vecchi utensili.

Nuovi e vecchi: nella zona cucina vengono utilizzati vecchi utensili. Foto: Pandora Film/TV 2

È stato fatto con il cortile

Il vecchio rivestimento è stato rimosso in modo da poter creare più spazio per il balcone continuo.

È stato leggermente scavato nell’erba, se necessario, e poi livellato con un buon strato di pietrisco.

Il disco drenerà l’acqua in modo che il nuovo balcone sia stabile e duri a lungo.

Il vecchio tetto a pergola è stato demolito ed è stato eretto un nuovo tetto. Per la muratura Malin ha scelto robuste travi in ​​legno lamellare verniciate di nero.

Vuole che l’edificio dia un’impressione semplice ma potente.

Nuovo tetto: una struttura in acciaio verniciato di nero costituisce la nuova sovrastruttura.

Nuovo tetto: una struttura in acciaio verniciato di nero costituisce la nuova sovrastruttura. Foto: Pandora Film/TV 2

Il forno per pizza che verrà posizionato è abbastanza grande, quindi è importante che la struttura superiore del soffitto non appaia troppo dentellata.

Per un soffitto strutturato, viene utilizzato un sistema di pannelli in plastica morbida e trasparente.

Il pavimento del balcone è fatto di materiale reale impregnato che alla fine diventerà grigio.

Per collegare il balcone al giardino sottostante, viene fatto un gradino e poi vengono posate le lastre di cemento davanti al balcone.

stoccaggio del letto

L’intero cortile è circondato da letti e verde, e qui è molto interessante.

A Malin piace mescolare arbusti sempreverdi con piante perenni e piante commestibili. Fragole e timo circondano i pannelli davanti al portico.

Nel letto grande troverete ribes nero, uva spina e ribes nero. Due grandi meli formano un’altezza e una struttura intorno alla piazza, e sul muro dietro il divano sono piantati more e passiflora.

Altrimenti si coltivano anche mirtilli, pesche, rabarbaro e more. Le piante sempreverdi sono siepi di alloro come piante da siepe per proteggersi dai vicini e bossi globulari piantati in gruppi attorno ai letti.

Commestibile: molte piante produrranno frutti e bacche deliziosi la prossima estate.

Commestibile: molte piante produrranno frutti e bacche deliziosi la prossima estate. Foto: Pandora Film/TV 2

ortensia lilla

L’ortensia lilla deve essere l’arbusto preferito di Malin. Qui ho usato Limelight, che è giallo-verde nel colore dei fiori e fiorisce in autunno con enormi grappoli di fiori a forma di pioppo.

Alcuni sono piantati in grandi vasi di terracotta, mentre gli altri possono formare una siepe sul lato corto del balcone. Belli nel bocciolo e nel fiore e come infiorescenze appassite durante l’inverno.

Luce: Malins Favoritbosk, Sirinhortensia.

Luce: l’arbusto preferito di Malin, lilla. Foto: Pandora Film/TV 2

arredamento

Sotto il tetto davanti al camino è stata ricavata una zona salotto. Due grandi divani con vari tavolini costituiscono un ottimo luogo di ritrovo.

Cucina serale: questo è allestito per il riposo con lanterne appese al muro.

Cucina serale: questo è allestito per il riposo con lanterne appese al muro. Foto: Pandora Film/TV 2

Dietro il divano, le piante rampicanti cresceranno sul muro e ci sono lanterne a parete per creare una bella atmosfera serale.

La zona pranzo è composta da un grande tavolo in cemento con panche in cemento sui lati lunghi e sedie in vimini alle due estremità.

Zona pranzo: tavoli e sedie con superfici in cemento.

Zona pranzo: tavoli e sedie con superfici in cemento. Foto: Pandora Film/TV 2

Ci sono anche molti vasi di diverse dimensioni e disegni, alcuni dei quali sono piantati e altri no

Malin dice che i barattoli vuoti sono molto decorativi.

Sagra dei Vasi: Orci grigi e di terracotta, con o senza piatti.

Sagra dei Vasi: Orci grigi e di terracotta, con o senza piatti. Foto: Pandora Film/TV 2

forno per pizza

La famiglia voleva un forno per pizza e l’hanno ottenuto. Per tenerla in posizione si solleva una grande scatola del peso di diverse centinaia di chilogrammi che, con lo spazio del bancone ai lati, diventa una comoda cucina da esterno.

Questa è una stufa a legna che può raggiungere temperature molto elevate. Inoltre immagazzina a lungo il calore, quindi è adatto anche per la cottura del pane.

La stufa poggia su un solido basamento in legno verniciato nero. Sotto la stufa c’è un ampio spazio per la legna da ardere e su entrambi i lati della stufa ci sono tavoli da lavoro e scaffali per la conservazione.

Caldo: questo forno per pizza può diventare molto caldo.  Sotto legna da ardere.

Caldo: questo forno per pizza può diventare molto caldo. Sotto legna da ardere. Foto: Pandora Film/TV 2

Naturalmente, l’amante della pizza Einar Nilsson ha aperto il suo nuovo forno e tutti a Tid for Hage possono firmare che la sua pizza ha un ottimo sapore.

La ricetta della pizza Inar

  • 837 grammi di kabuto classic classico
  • 93 g di multa all-inclusive di EMIR
  • 558 g di acqua fredda

Questo è misto.

Quindi lasciarlo coperto a temperatura ambiente per un’ora e mezza o due ore.

Ripiegate l’impasto più volte e adagiatelo sul tavolo della cucina. Premi le dita su di esso per fare delle pause.

Come mescolare:

  • 40-45 grammi di acqua
  • 1,5 g di lievito
  • 28 grammi di sale

Versiamo questo composto sull’impasto e sentiamoci liberi di strofinare il composto nell’impasto. Uniteli e impastate per qualche minuto (circa 3-5 minuti) fino a quando tutto (sale e lievito) non sarà ben distribuito nell’impasto.

Ora l’impasto deve riposare per 30 minuti: formare una palla e ungerla con un filo d’olio d’oliva, coprire con pellicola.

Quindi piegatelo un paio di volte e fatelo lievitare in una teglia (a temperatura ambiente).

Dopo l’allevamento, fa pezzi di circa 160 g, per i fondi più sottili “croccanti” che mi piacciono (Aignar), o 240 g per quelli più spessi (e forse una crosta così unta intorno al napoletano).

Lascia che aumentino il tempo rimanente separatamente. Quindi infornate uno ad uno con farina di pane – dalari, semola grano duro (grano duro).

Arrotolalo o premilo con le mani/dita.

Buon appetito Pizza buonissima per tutti 😉 Einardo

Guarda Time for Garden su TV 2 e TV 2 Sumo domenica alle 20

READ  Questi sono i migliori vini rossi per meno di 150 kr