venerdì, Giugno 14, 2024

Dal personaggio di Giuda al favorito – Odino (19) crede che si venderà per decine di milioni di corone

Must read

Graziella Allesi
Graziella Allesi
"Pioniere della cultura pop impenitente. Piantagrane freelance. Guru del cibo. Fanatico dell'alcol. Giocatore. Esploratore. Pensatore."

Il tatuato Trønder, che ha bisogno di adrenalina più degli altri, ha conquistato i titoli dei giornali per molti anni.

Ha rotto il suo club preferito, poi ha rifiutato alcuni dei più grandi club del mondo. Il norvegese Thiago si è attenuto al suo piano.

Ora pensa di essere migliore che mai e il 19enne pensa di essere vicino a essere pronto per fare il passo successivo. È probabile che il club dovrà poi sborsare decine di milioni di corone.

– Ho detto 50. Fagermo ha detto 70. Dobbiamo trovare una via di mezzo, dice il talento con un sorriso sui milioni che secondo lui la società chiederà.

Odin Thiago Holm si sta godendo il tempo sottovento dopo alcuni colpi pesanti negli ultimi anni.

Ha una chiara facciata a stella, ma il diciannovenne è umile e non dimentica com’era sentirsi in movimento come “Giuda”, solo per sentirsi solo nella grande città.

Nota a vita: Odin Thiago Holm ha molti tatuaggi. Quelli su ciascun avambraccio significano di più. Foto: Erlend Borren Kristoffersen / TV 2

eterno ricordo

Tronder non è uno che scivola e scompare tra la folla. Anche fuori dal campo di calcio, la gemma centrale spicca.

In una maglietta da allenamento a maniche corte blu scuro, il tatuaggio è chiaramente visibile. Ha undici pezzi. Alcuni sono “solo” per l’estetica: come le ali sulla parte superiore della schiena, gli uccelli tatuati e i riferimenti a Star Wars. Altri significano di più, come quelli sullo stomaco, ma quelli su ciascun braccio significano di più.

Si alza la maglia e mostra i numeri romani sullo stomaco che gli ricordano il suo debutto in Elite Series il 1° dicembre 2019. Perdere contro Mjøndalen non è stata un’impresa normale, ma il suo ingresso nella Elite Series all’età di 16 anni non sarà mai dimenticato .

Sul braccio destro c’è un tatuaggio che gli ricorda sua madre. Sul suo braccio sinistro c’è un tatuaggio che gli ricorda il suo defunto nonno.

– Il nonno era proprio come il padre. Ha visto tutto. Mio padre era l’allenatore, quindi era più di un professionista. È triste che non mi abbia mai visto all’Eliteserien. Penso che gli piacerebbe vedermi a Rosenborg. Thiago Holm dice di essere stato un grande sostenitore del Rosenborg riguardo a un nonno morto mesi prima che suo nipote prendesse una decisione che causò frustrazione a Trondheim.

Lascia come “Giuda”

È cresciuto come tifoso del Rosenborg e ha giocato per diversi anni nel club. Trønder immaginava di entrare nei ranghi di quella che era la sua squadra preferita, ma non è andata così.

Quando aveva 15 anni, decise di lasciare il Rosenborg a favore del Vålerenga. A Oslo gli era stato promesso di stare con la prima squadra. Non potevano prometterglielo a Trondheim.

Capitano: Odin Thiago Holm durante una partita internazionale nel 2018. A quel punto era già chiaro che Tronder aveva tutte le possibilità di andare lontano.  Foto: Daniel Erickson/BILDBYRÅN

Capitano: Odin Thiago Holm durante una partita internazionale nel 2018. A quel punto era già chiaro che Tronder aveva tutte le possibilità di andare lontano. Foto: Daniel Erickson/BILDBYRÅN

Tronder ha lasciato la sua città natale come “Giuda”. Ci sono state molte reazioni. Nella sezione commenti, non tutti i grandi talenti hanno inviato auguri e mostrato comprensione.

– Era in qualche modo come previsto, ma è stato deludente che più persone non capissero le elezioni. Dice che è stata una scelta puramente atletica.

Pensava che suo nonno avrebbe capito la scelta.

I risultati hanno portato l’accettazione

Terminati gli studi superiori, si trasferì da solo nella capitale. Non è stato semplice.

– Ricordo che il secondo giorno ho avuto un taglio nell’allenamento e sono stato fuori per un infortunio per sei settimane. Ricordo di aver pensato: ‘È questo che dovrebbe essere il calcio di alto livello?’

All’epoca, non era bello stare da solo nella grande città quando avevi 16 anni.

– era difficile. Non andavo spesso a scuola. Ci siamo allenati durante il giorno. È stato difficile costruire alcune relazioni sociali. Quelli che erano nel gruppo di addestramento qui di solito erano molto più anziani. Potrebbe essere passato un anno prima che l’ordine sociale fosse attuato. Ha a che fare con il fatto che una volta che ti esibisci in allenamento sarai rispettato e incluso nel gruppo in larga misura. È un test, ma è così che funziona il calcio. Dice che quando faccio un passo fuori, devo gestirlo da solo.

Hai sentito di dover esibirti per essere accettato?

Costruire relazioni sarà molto più facile. È connesso, risponde il 19enne.

– Ti penti di aver lasciato quell’anno?

– No, non l’ho fatto. Certo che avrei potuto rimanere nella mia zona di comfort, ma se vuoi ottenere qualcosa, devi osare uscire dalla tua zona di comfort, risponde.

Tecnico: Il giovane tecnico ha frustrato gli avversari per molti anni.  Foto: Trond R. Teigen

Tecnico: Il giovane tecnico ha frustrato gli avversari per molti anni. Foto: Trond R. Teigen

piano chiaro

Da adolescente, il calciatore classe 2003 ha attirato l’interesse di club molto più grandi del Rosenborg e del Vålerenga.

Tra l’altro, ha frequentato una sessione di allenamento a Liverpool. Manchester United, Juventus e Inter sono altri club che hanno mostrato interesse e lo hanno invitato, ma più volte ha scelto di rimanere in Norvegia piuttosto che andare nei grandi club a mettersi in mostra.

È allettante per i club che vogliono ospitarti. Penso che la cosa migliore sia completare i tuoi diplomi in Norvegia e poi fare la mossa. Ho sempre creduto in lei e sono stata al suo fianco. È difficile da fare, ma personalmente non credo di ottenere molto, dice il talento.

– Devi essere assolutamente fiducioso in te stesso e che avrai successo quando rifiuterai tali offerte?

– Si, io. Non era realistico per me andarmene così presto. Rispose: Volevo restare in Norvegia.

– Perché pensi sia meglio restare in Norvegia?

– Dipende dalle statistiche. Thiago Holm risponde che è molto più facile essere una delle tante persone là fuori, che essere più una star qui e fare affidamento.

Approccio: Odin Thiago Holm ha giocato per molti anni per la nazionale giovanile.  È più vicino che mai ad avere una possibilità in nazionale.  Foto: Marius Simensen/Bildberon

Approccio: Odin Thiago Holm ha giocato per molti anni per la nazionale giovanile. È più vicino che mai ad avere una possibilità in nazionale. Foto: Marius Simensen/Bildberon

Doveva scegliere

Dalle pagine social di Tronder, la cui altezza è di 175 centimetri, è chiaro che ha interessi fuori dal comune per i giovani calciatori.

È stato interessante vedere come sarebbe stata la vita senza il calcio. Senza ottenere regolarmente adrenalina a goccia. Allora non so cosa avrei fatto. Penso che sarebbe stato molto strano, dice l’acrobata.

In estate gli piace “morire” con i suoi compagni. Poi gli piace lanciarsi dalle scogliere del fiordo di Oslo.

– Adesso lo faccio di meno, ma d’estate dei ragazzi vengono a trovarci, quindi andiamo e saltiamo un po’, dice.

Il 19enne ama anche sdrammatizzare le piste da slalom. Potete vederlo qui:

Quando c’era Ronnie Della, dovevo scegliere se giocare a futsal o slalom in inverno. Poi ho scelto lo slalom, dice il giocatore di Vålerenga.

– non posso andare avanti

Già all’età di diciannove anni è tra i migliori giocatori della squadra Eliteserien. Questo nonostante il fatto che sia stato devastato per diversi mesi negli ultimi anni con lesioni.

Quest’anno è successo di nuovo.

– Ho già detto che è stata la mia stagione più dura finora. L’anno scorso ho avuto un infortunio al ginocchio ed è stato il mio primo vero infortunio. Quest’anno ho avuto un altro infortunio dopo una corsa molto buona. È stato molto difficile, dice.

Il norvegese Thiago ha rimesso a posto il menisco l’anno scorso. Quest’anno hanno scelto di rimuovere parte del menisco.

– I medici hanno detto che posso avere una carriera di 15 anni, ma c’è il rischio di osteoporosi e lesioni da usura. Non ho scelta. Il giocatore del Vålerenga dice che è stato così doloroso che non è stato possibile continuare.

Dopo aver saltato le prime dieci partite, è tornato. Con il gioiello a centrocampo, il Vålerenga è passato dall’essere una parte bassa all’avvicinarsi al primo incontro.

– È così meraviglioso essere tornato adesso. Non mi sono mai esibito a questo livello qui all’Eliteserien, dice.

Potresti sorridere: Dag-Eilev Fagermo, con il suo creativo figlio di 19 anni, Odin Thiago Holm, a centrocampo, ha guadagnato slancio al Vålerenga.  Foto: Stian Lisberg Solom

Potresti sorridere: Dag-Eilev Fagermo, con il suo creativo figlio di 19 anni, Odin Thiago Holm, a centrocampo, ha guadagnato slancio al Vålerenga. Foto: Stian Lisberg Solom

Anche l’allenatore, Dag Elif Vägermo, ama ciò che vede dal centrocampista. Nelle ultime settimane ha più volte usato parole grosse sul talento. Lo fa anche per TV 2.

In ogni caso, è il più grande talento calcistico che abbia allenato. Non vedo nessuno all’Eliteserien che corrisponda a questo, dice l’allenatore.

– Quali sono i suoi migliori punti di forza?

– In realtà tutto. È davvero completo. Ha solo bisogno di stare lontano dagli infortuni, giocare di più a calcio, acquisire più esperienza e sviluppare le sue capacità fisiche. Fagermo risponde, ma come giocatore è completo, intellettualmente, con la sua velocità e bravura.

Questo sarà fondamentale

Dopo un gran numero di partite in cui eccelleva, l’interesse per il talento non è diminuito. Non può escludere che lascerà il Vålerenga quest’estate, ma poi il club deve ricevere un’offerta che lui o lei non può rifiutare. Non pensa che questo accadrà adesso.

– Hai detto che avremmo potuto avere quella conversazione a gennaio. Prima devo giocare per il resto della stagione, dice il centrocampista.

– Vuoi essere dominante in Eliteserien prima di partire?

Sì, voglio acquisire esperienza ed essere dominante in diverse partite. Ha risposto: voglio dimostrare che appartengo a un livello molto più alto.

Il giocatore, che nel 2017 ha avuto l’impulso di avere ‘Tiago’ come secondo nome, a causa del suo fascino per il calciatore Thiago Alcantara, sogna un giorno di giocare per il Barcellona. All’inizio non pensava che fosse realistico.

In forma: il Vålerenga sembrava destinato a battere l'HamKam domenica, ma nei tempi supplementari un 16enne di Flisa è entrato e ha rovinato la festa in trasferta.  Qui Odin Thiago Holm, Vigaard Eigen Heidenstadt e Henrik Udal esultano per il gol di Valringa.  Foto: Geir Olsen

In forma: il Vålerenga sembrava destinato a battere l’HamKam domenica, ma nei tempi supplementari un 16enne di Flisa è entrato e ha rovinato la festa in trasferta. Qui Odin Thiago Holm, Vigaard Eigen Heidenstadt e Henrik Udal esultano per il gol di Valringa. Foto: Geir Olsen

I primi cinque tornei sono interessanti, Olanda e Belgio, ma Vålerenga avrà molti soldi per me. Dice: Penso che sarà un po’ difficile per qualcuno venirmi a prendere.

Nel decidere dove giocherà quando Vålerenga se ne andrà, anche la sua ragazza ha qualcosa da dire. Non vede l’ora di trovare un club in una città in cui entrambi possano prosperare.

Il giorno in cui se ne andrà, sarebbe bello possedere le esperienze del passato.

– Penso che sia importante sapere di essere “solo” in una nuova città con nuove persone. Jewel Valringa dice che sarebbe più facile farlo di nuovo.

READ  giudici Premier League, Premier League | L'arbitro di mercoledì in Premier League inglese

More articles

Latest article