Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Dieci condannati all'ergastolo per aggressione in Argentina – NRK Urix – Notizie e documentari esteri

Dieci condannati all'ergastolo per aggressione in Argentina – NRK Urix – Notizie e documentari esteri

Oltre alle 10 condanne all'ergastolo, una persona è stata condannata a 25 anni di carcere quando la sentenza è stata emessa martedì. Altri sei imputati morirono durante i tre anni di durata del processo.

Uno dei principali imputati, Miguel Echicolaz, stava già scontando l'ergastolo quando morì nel 2022, all'età di 93 anni.

Sono stati condannati per sparizioni, torture e stupri commessi durante la dittatura militare argentina.

Tra gli imputati, che si dichiarano tutti innocenti, figurano guardie carcerarie, agenti di polizia, medici della polizia e dell'esercito e un ex ministro dello Stato.

Ha dovuto abortire

I casi che hanno ora raggiunto un verdetto coinvolgono più di 400 vittime, detenute in tre delle centinaia di famigerati centri di detenzione segreti del paese.

Tra le vittime c'erano 23 donne incinte, secondo l'organizzazione per i diritti umani Mødrene på Mai-plassen.

Ogni giovedì alle 16:30, le madri si riuniscono a Mapleson per celebrare la battaglia contro la dittatura militare.

Foto: AP

Alcune donne sono state costrette ad abortire, mentre altre sono scomparse. Dieci dei bambini che le donne avevano avuto furono loro sottratti e consegnati a famiglie amiche del regime.

La maggior parte di loro scoprì la propria vera origine solo molti anni dopo.

Imbiancatura della storia

La sentenza arriva in un momento in cui la dittatura militare vissuta dal 1976 al 1983 è tornata a far parte del dibattito politico in Argentina.

Il nuovo presidente del paese, Javier Miley, ha descritto gli anni '70 come un periodo di “guerra” tra il governo e i ribelli di sinistra – anche se accompagnato da abusi – piuttosto che un periodo di dittatura.

Javier Miley

Il presidente Javier Miley fa notizia con le sue dichiarazioni sulla dittatura militare.

Foto: Reuters

Mette anche in dubbio le stime dei gruppi per i diritti umani secondo cui 30.000 persone sono state uccise o scomparse. Miley preferisce occuparsi del numero di 9.000 vittime, che gli storici descrivono come un'imbiancatura della storia.

Dopo la ripresa delle procedure legali nel 2006 – dopo un po' Scusi Negli anni '90 sono state condannate 1.176 persone, mentre 79 casi sono ancora in corso e 667 persone sono in carcere, secondo i dati della magistratura.




27/03/2024 ore 02:46

READ  Alla ricerca del diamante perduto