Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Due anni dopo l’epidemia e questo è ancora un mistero irrisolto

Il 1° gennaio 2020, mentre il mondo celebrava l’inizio del nuovo anno, le autorità della città cinese di Wuhan hanno chiuso il mercato del pesce di Huanan. Poche persone hanno capito cosa c’era in pericolo e hanno cercato di agire.

I primi sospetti sulla “nuova polmonite infettiva” sono stati sollevati dopo che 27 persone si sono ammalate dopo essere state in questo mercato nel dicembre 2019. I test di laboratorio hanno indicato un coronavirus completamente nuovo come SARS-CoV-2, in seguito noto come covid-19.

Non aveva senso chiudere il mercato. Tre settimane dopo, il virus si era diffuso in tre paesi, ma in Europa era ancora fuori portata.

Un misterioso virus polmonare si sta diffondendo in Cina

NTB ha segnalato per la prima volta un “misterioso tipo di polmonite” a Wuhan il 9 gennaio 2020. TV 2 ha segnalato per la prima volta il virus in un messaggio SMS su Nyhetskanalen il 17 gennaio 2020. Quindi il messaggio è stato:

“Un misterioso virus polmonare si sta diffondendo in Cina. Due sono morti e decine sono stati infettati. (…) Si ritiene che Wuhan sia l’epicentro dell’eruzione. Almeno 41 persone sono state diagnosticate con polmonite causata dal nuovo virus. Il virus è stato rilevato anche in Giappone e Thailandia, E i due feriti erano entrambi a Wuhan»

Nei giorni che seguirono, ci furono sempre più segnalazioni di malattie, paure e misure.

cambiare il mondo

Il 22 gennaio, l’Organizzazione mondiale della sanità ha partecipato a una riunione di crisi e ha pensato se dichiararla o meno una crisi internazionale. Due giorni dopo, i primi casi noti sono comparsi in Europa e due anni dopo il virus ha ucciso 5,2 milioni di persone.

READ  5-åring har sittet fast i brønn i tre dager – VG

Quasi tutti hanno cambiato la sua vita. Vaccini, farmaci ed esperienza hanno ridotto il tasso di mortalità del virus, ma il virus sta mutando e cambiando più velocemente di prima.

C’è ancora molto che non sappiamo.

Le domande più grandi sono: come ha avuto origine il virus? E come possiamo evitare che un virus nuovo e forse più pericoloso si diffonda di nuovo?

teoria del pipistrello vs teoria del laboratorio

La maggior parte dei ricercatori ritiene che la teoria secondo cui il virus provenisse originariamente dai pipistrelli, che sono stati trasmessi direttamente o attraverso un altro animale all’uomo, sia stata rafforzata.

Un ricercatore preleva campioni dalla bocca di un pipistrello in Cambogia il 30 agosto di quest’anno. Foto: CINDY LIU

Ma c’è anche chi crede che sia più probabile che il virus provenga da un laboratorio e che sia stato trapelato intenzionalmente o accidentalmente.

Il biologo evoluzionista Michael Worobey, dell’Università dello Utah, ritiene che entrambi i modelli esplicativi siano affidabili, ma ritiene che diversi fatti supportino la teoria dei pipistrelli.

Di recente ha pubblicato un articolo di ricerca che fornisce una cronologia che collega il primo caso al mercato del pesce di Huanan a Wuhan.

La teoria delle perdite di laboratorio è quasi certamente una distrazione che distoglie l’attenzione da ciò che è realmente accaduto, dice Agenzia di stampa AP.

Vivi vicino al laboratorio

Altri non sono convinti.

Alla fine dell’estate, una squadra investigativa formata dal presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha pubblicato un rapporto che mostrava che una su quattro agenzie di intelligence statunitensi credeva che la teoria delle fughe di laboratorio fosse la più credibile.

Si presume che il primo a scoprire il Covid-19 sia stato un contabile senza alcun legame con il mercato dell’Huanan. Viveva vicino all’Istituto di virologia di Wuhan e ha sviluppato i sintomi l’8 dicembre 2019

Una foto del febbraio 2017 mostra i ricercatori dell'Istituto di virologia di Wuhan a Wuhan al lavoro.  Qui hanno fatto molte ricerche sulla SARS e altri coronavirus, e qui sono stati in grado di collegare il virus SARS ai pipistrelli.  Foto: AP

Una foto del febbraio 2017 mostra i ricercatori dell’Istituto di virologia di Wuhan a Wuhan al lavoro. Qui hanno fatto molte ricerche sulla SARS e altri coronavirus, e qui sono stati in grado di collegare il virus SARS ai pipistrelli. Foto: AP

Coloro che supportano la teoria del laboratorio possono anche essere divisi in gruppi.

La maggior parte crede che il personale del laboratorio di Wuhan possa essere stato infettato mentre lavorava su campioni virali di animali a causa delle scarse procedure di sicurezza. Ma c’è anche chi crede che il virus sia stato creato in laboratorio con l’intenzione di usarlo come arma biologica.

L’intelligence americana ha negato che questo fosse qualcosa che credevano che i cinesi intendessero fare.

Forse il cane procione era un ospite intermedio

Worobey crede che l’unica cosa che può provare con certezza al cento per cento che il virus provenga da un animale, sia ottenere un animale dal mercato di Huanan per trovare lì lo stesso coronavirus originale, ma ciò non è possibile. Tutti gli animali sono stati uccisi dal mercato.

Ha notato che il coronavirus più simile al covid-19 è stato trovato nei pipistrelli in Laos e che i cani procione erano probabilmente l’ospite intermedio che ha infettato gli umani. I cani procione sono venduti direttamente nel mercato di Huanan e possono essere facilmente infettati da tutti i tipi di coronavirus.

Worubi ritiene inoltre che l’uomo che ha sviluppato i sintomi l’8 dicembre potrebbe aver già avuto un’infezione ai denti e che non abbia contratto il coronavirus fino al 16 dicembre. Afferma di aver identificato un caso precedente: un venditore al mercato di Huanan che ha sviluppato i sintomi l’11 dicembre.

tensione politica

La ricerca di risposte ha creato un forte umore tra Stati Uniti e Cina, e si teme che la sfiducia tra i due Paesi porti a non sapere come sia iniziata la pandemia.

È importante avere conoscenze per essere in grado di prevenire nuovi virus pericolosi che vengono trasmessi dagli animali all’uomo. Diversi animali sono anche infetti da Covid-19 e alcuni si chiedono se la variante omicron si sia verificata anche in un animale. La variante ha molte mutazioni.

In tutto il mondo, le mutazioni possono verificarsi in molti animali. Anche se possiamo controllare l’infezione tra gli esseri umani, le infezioni possono ancora essere trasmesse tra gli animali, dice il virologo David O’Connor a PT.

Ecco come funzionano per prevedere future epidemie