Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Due nuove missioni della NASA per svelare il segreto di Venere

Per la prima volta in più di 30 anni, la NASA prevede di inviare due veicoli spaziali senza equipaggio su Venere, dove verranno mappate la superficie e l’atmosfera.

Agenzia spaziale statunitense NASA annunciato mercoledì Hanno in programma di inviare due veicoli spaziali senza equipaggio sul nostro pianeta più vicino, Venere.

– L’obiettivo di queste missioni gemelle è capire come Venere sia diventata un valore così infernale che il piombo potrebbe sciogliersi in superficie, conquistare Secondo Bill Nelson della NASA Il New York Times.

Diversi media internazionali hanno seguito il caso.

Colpisci le piccole mucche che conosciamo

Questa è la prima spedizione americana su Venere in più di 30 anni e le due missioni sono state chiamate DaVinci+ e Veritas.

DaVinci+ analizzerà la densa atmosfera per vedere se questo pianeta inospitale contiene acqua e se è possibile viverci.

Veritas indagherà sulla geologia del pianeta e ne mapperà la superficie. Usando radar e infrarossi, si scoprirà se ci sono vulcani attivi sul pianeta e se possono verificarsi terremoti.

Non sappiamo molto su Venere, ma queste missioni ci daranno nuove conoscenze sull’atmosfera del pianeta, che consiste principalmente di anidride carbonica, afferma il ricercatore della NASA Tom Wagner nel comunicato stampa.

pianeta fratello in fiamme

Venere è spesso indicato come il pianeta gemello della Terra e ha le stesse dimensioni, massa e distanza dal Sole. Ma la storia dei due pianeti è diversa.

Mentre la Terra è temperata e ricoperta da un oceano, Venere ha una densa atmosfera di anidride carbonica che è 90 volte più spessa di quella terrestre. La temperatura può raggiungere i 462°C, tipo CNN.

READ  Dying Light 2 ha una data di uscita e un nuovo trailer
In questa immagine fornita dalla NASA, durante il suo primo discorso programmatico, l’amministratore Bill Nelson parla allo staff della sede del Mary W. Jackson Building a Washington mercoledì 2 giugno 2021. VERITAS e DAVINCI+ (NASA / Bill Enga)

Il pianeta ora incandescente potrebbe essere il primo nel nostro sistema solare in cui sarebbe stato possibile vivere, riporta la CNN.

Negli anni ’70 e ’80, gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica hanno effettuato diverse spedizioni su Venere, ma negli anni ’90 gli astronomi americani e russi hanno rivolto la loro attenzione ad altre destinazioni nella Via Lattea.

Per entrambe le missioni, che dovrebbero svolgersi tra il 2028 e il 2030, sono stati stanziati 500 milioni di dollari. Germania, Italia e Francia sono coinvolte nel progetto.


Foto: AP Photo/Marco Di Marco