Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

È apparsa sulla tomba

È apparsa sulla tomba

Bråthen ha mantenuto un profilo basso dopo aver fermato l'hype l'8 marzo:

– Grazie, ha detto il 55enne. È stato maledetto dal trattamento che l'allenatore Alexander Stockl, 50 anni, ha ricevuto dai suoi saltatori.

Ma questo fine settimana Brathen sarà in azione durante la finale della Coppa del Mondo a Planica. Bråthen si trova in Slovenia come privato. Lì ha fatto qualcosa che ha significato molto per lui: visitare la tomba dell'ex allenatore di salto ostacoli Ludwik Zajek.

Era presente anche il coordinatore marketing Mares, Arne Abraaten.

Lo sloveno Zajek è morto di cancro nel 2011, all'età di 68 anni. Bråthen crede di non ricevere abbastanza apprezzamento nel salto ostacoli norvegese. Zajek ha allenato la nazionale per due periodi: dal 1981 al 1986 e dal 1998 al 2002.

– Ludvik ha significato per il salto ostacoli norvegese più di quanto gli si credesse. Quando ti trovi in ​​una tomba, passi il tempo a pensare a queste cose e alla vita in generale. Mi dà così tanto. Mostra quanto tutto sia vulnerabile, dice Braathen a Dagbladet.

Allenatore norvegese: Ludvik Zajk È stato fotografato a Garmisch-Partenkirchen nel 2002 ed è morto nel 2011. Foto: Calle Törnström / NTB
Mostra di più

-Ogni anno da quando ha una tomba, è diventata una tradizione. Penso che Arne Abraaten fosse coinvolto quasi ogni anno”, afferma Braaten.

– Ludvik era un allenatore quando sono entrato nella squadra di salto ostacoli quando avevo 16-17 anni. Era il suo ultimo anno e io ero ai Mondiali di Planica. È qualcosa che ha lasciato il segno nel passato, dice Brathen.

-Avevo dato la mancia tre volte a Holmenkollen il fine settimana precedente. Non ero esattamente pieno di fiducia. Ma ha trascorso molto tempo con me come tutti gli altri atleti.

42 anni fa: l'allenatore di salto ostacoli Ludvik Zajek con la squadra nel 1982. Da sinistra: Johan Satter, Ole Bremseth, Roger Ruud, Ludvik Zajek, Olaf Hansson, Dag Holmen Jensen e Per Bergerud.  Foto: Morten Oglum/Aftenposten/NTB

42 anni fa: l'allenatore di salto ostacoli Ludvik Zajek con la squadra nel 1982. Da sinistra: Johan Satter, Ole Bremseth, Roger Ruud, Ludvik Zajek, Olaf Hansson, Dag Holmen Jensen e Per Bergerud. Foto: Morten Oglum/Aftenposten/NTB
Mostra di più

Dopo aver lavorato come allenatore per la nazionale, Zajec ha aiutato i giovani allenatori con la sua esperienza e competenza.

-Ho incontrato la moglie di Ludwik a Planica questo fine settimana. Liz è una donna eccezionale e ottimista, dice Brathen.

Scene fantastiche: come sempre, a Planica in Slovenia si festeggia la fine della stagione.  Immagine: NTP

Scene fantastiche: come sempre, a Planica in Slovenia si festeggia la fine della stagione. Immagine: NTP
Mostra di più

Inizialmente non sarebbe andato a Planica questo fine settimana. Braathen si è dimesso da direttore atletico a gennaio dopo 20 anni nella posizione. Non poteva più sopportare altre storie sulla distribuzione finanziaria nella Federazione sciistica norvegese

L'intenzione era che restasse in carica per il resto della stagione. Ma quando i saltatori dell'Holmenkollen dichiararono indesiderabile l'allenatore Alexander Stockl, quel giorno se ne andò.

Devono essere insoddisfatti del suo stile di leadership e del suo comportamento. Ma Brathen era completamente disgustato da questo processo.

Durante il fine settimana, ha pubblicato questo video su Instagram:

Stöckl è stato messo in relazione anche con le piste di volo con gli sci di Planica. Ma non era lì come capo allenatore. Tutto indica che non tornerà al lavoro. Sarà lui a negoziare un pacchetto di buonuscita.

-Sono molto felice che mia moglie mi abbia convinto a viaggiare. “Il mio amore per il salto ostacoli rimarrà per tutta la vita”, afferma Braathen, che ora diventerà direttore generale del Veisikring.

– Questo non è un addio allo sport. Sembrava giusto essere qui. Sono qui con buoni amici intimi che hanno avuto molto nel mio lavoro.

Messaggio deludente

Messaggio deludente


Daniel Huber dell'Austria ha vinto la gara domenica. Robert Johansson è stato il miglior norvegese al settimo posto.

“Stasera porteremo con noi la conclusione di Peter Breivk”, afferma Braathen.

Il dossier sloveno ha deciso di essere presentato. Potrebbero esserci molte lacrime a Planica per tutta la notte.

READ  - Ora non possiamo sentirci al sicuro al cento per cento - NRK Sport - Notizie sportive, risultati e programma delle trasmissioni