Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

– È così triste – NRK Sport – Notizie sportive, risultati e programma delle trasmissioni

Ciò è diventato chiaro quando il Comitato di Programma del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) ha presentato le sue raccomandazioni per il programma per le Olimpiadi del 2026.

Nonostante la versione combinata femminile non sia inclusa nel programma, il CIO si è vantato che i Giochi in quattro anni sarebbero stati i più uguali di sempre. Ciò è in parte dovuto al fatto che le saltatrici possono competere per la prima volta sulla grande collina e quindi organizzare due gare di singolare.

– Penso che sia molto triste. Penso che sia un peccato che il CIO si vanti del fatto che i Giochi del 2026 siano i più equamente abbinati di sempre, ma poi è ancora uno sport assolutamente irregolare, afferma a NRK la migliore velocista combinata del mondo negli ultimi anni, Jeda Westfold Hansen.

La migliore al mondo: Gidea Westfold Hansen ha tagliato il traguardo solo negli ultimi anni.

Foto: Tom Weller/AP

Il membro del CIO Karl Stauss, che dirige il lavoro del CIO con il programma olimpico, ha presentato il programma in una conferenza stampa venerdì sera.

– L’argomento per mantenere gli uomini nel 2026 è che mancano solo tre anni e mezzo alle Olimpiadi e si stanno preparando da molti anni, ma questo non vale per le donne perché finora hanno disputato la Coppa del Mondo solo una volta, con solo dieci paesi partecipanti, ha detto.

Le donne hanno gareggiato per la prima volta nella Coppa del Mondo a Oberstdorf nel 2021. Alcuni mesi fa hanno anche corso la loro prima gara di Coppa del Mondo.

Stoan: – scandalo

Il co-direttore sportivo della Norwegian Ski Association, Ivar Stoan, è chiaro su cosa pensa della decisione.

– È così triste. Penso che questi siano argomenti senza speranza e cattivi. Dice a NRK che non capisco la decisione, devo solo rispettarla, non posso farci niente.

Apertura della stagione Beitostølen

SPERANZA: Il direttore sportivo della Norwegian Ski Association, Ivar Stoan, pensa che la decisione sia senza speranza.

Foto: Geir Olsen / NTB

– Penso che abbiano deciso in anticipo, è un sonnellino del passato. È una cosa triste con cui andare d’accordo, le nostre ragazze, dice Stoan.

Lo sport misto è l’unico sport alle Olimpiadi invernali in cui entrambi i sessi non sono rappresentati.

– È molto scandaloso e terribile. Ho quasi riso di lui, perché penso che sia ridicolo. Stoan pensa che non ci siano quasi parole per questo.

Hansen dice che non accetta l’argomento dal CIO.

Se guardi al lato femminile negli ultimi quattro anni, c’è stato un enorme sviluppo in tutta Fjøla. Tutti hanno fatto. Funziona davvero bene e le persone fanno un vero sforzo.

Ci sono ancora alcune scappatoie

Il direttore di gara congiunto della FIS, Lacey Ottesen, si è detto molto deluso dalla decisione. Tuttavia, non ha abbandonato del tutto la possibilità che le donne partecipino al programma olimpico nel 2026.

Non ci siamo arresi, ci sono ancora delle scappatoie con cui lavoreremo, e vedremo anche quando arriverà l’autunno se potremo dare qualche altra novità, dice, senza voler spiegare le scappatoie di cui stiamo parlando.

Ottesen dice che useranno il fine settimana per atterrare dopo la decisione.

Lacey Ottesen.

Frustrato: il direttore di gara FIS, Lasse Ottesen.

Foto: Terje Pedersen / NTB scanpix

– Allora faremo un piano. Perché non c’è dubbio che avremo il coltello in gola entro il 2030, dice.

Stoss, un membro del Comitato Olimpico Internazionale, ha dichiarato quanto segue sulla possibilità che lo sport rimanga nel programma olimpico nel 2030:

Insieme, dipende da un significativo sviluppo positivo, soprattutto in termini di partecipazione e pubblico.

Ottesen non fa mistero del fatto che perdere le Olimpiadi del 2026 potrebbe rendere più difficile per le donne continuare ad evolversi.

Per le donne, dobbiamo lavorare sullo sviluppo e sull’occupazione e lavorare per ottenere maggiori progressi. Ma non diventa più facile con i partner quando passano altri quattro anni prima che si uniscano finalmente al programma olimpico.

Brutte notizie per chi vuole le Olimpiadi in Norvegia

Il commentatore sportivo della NRK Jan-Peter Saltvedt è sorpreso dalla decisione.

– Non avrei mai pensato che sarebbero andati in quella direzione. Sono a un passo dal poter colpire il petto e il petto e dire di avere un piano di parità nel contesto olimpico. Invece, fanno un enorme passo indietro. Non perché la perdita sia stata grande, dice Saltvedt, ma perché va contro tutto ciò che Bach ha indicato e promesso e che esternamente era l’intero motto del moderno CIO.

Il commentatore sportivo di NRK, Jan-Peter Saltvedt.  Foto: ALEM ZEBIZ/NRK

Sorpreso: il commentatore sportivo della NRK Jan-Peter Saltvedt.

Foto: ALEM ZEBIZ/NRK

Da un punto di vista norvegese, è un brutto segno per coloro che sperano di fare una nuova offerta per le Olimpiadi norvegesi. Per molti, questa è la prova che il nuovo Comitato Olimpico Internazionale in realtà non esiste, dice.

Cosa significa questo per la combinazione?

Si può certamente vedere nel modo di rimuovere quella che è l’origine delle Olimpiadi invernali. SCome oggi, non consiglierei ai miei figli di iniziare insieme se puntano alle medaglie olimpiche.

– più basilare

Kristen Kloster Asen, un membro norvegese del Comitato Olimpico Internazionale, sa che la combinata ha un buon metodo quando si tratta di rendere popolare questo sport. Nelle ultime tre Olimpiadi, atleti provenienti da soli quattro paesi hanno vinto medaglie combinate.

È anche vero che il supporto e la popolarità sono stati in fondo alle liste delle ultime tre Olimpiadi. NRK afferma che la prossima persona nell’elenco seguente ha nove volte il supporto tra spettatori, pubblico e altri che guardano le Olimpiadi.

È un problema molto più fondamentale che combinarlo con l’equilibrio di genere.

Olimpiadi invernali.  Giochi Olimpici di Pyeongchang 2018. Comitato Olimpico Internazionale.

Membro del Comitato Olimpico Internazionale: Kristen Kloster-Assen.

Foto: Terje Pedersen / NTB scanpix

READ  Jakob Ingebrigtsen ha vinto superbamente nella prima gara dopo l'oro olimpico - VG