Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

È costato alla Disney 80 miliardi di NOK – ora il CEO Bob Iger vuole iniziare a fare soldi

La massima priorità del “nuovo” capo della Disney Bob Iger ora è rendere redditizio il servizio di streaming dell’azienda. Scrive Reuters.

Sono passati tre anni da quando il gigante dell’intrattenimento ha lanciato Disney+, che è costato all’azienda più di 8 miliardi di dollari. Il reddito non era imminente.

Dal primo trimestre al secondo trimestre, la Disney ha raddoppiato le sue perdite ed è passata da meno 630 milioni di dollari a meno 1,5 miliardi di dollari. Times di Los Angeles. Gran parte della perdita è stata collegata al servizio di streaming.

Serie pazzesca

Disney+ ha anche investito molti soldi nella produzione di serie costose, come lo spin-off della Marvel WandaVision, che secondo quanto riferito è costato alla compagnia 25 milioni di dollari per episodio. episodio. In confronto, Netflix ha speso 8 milioni di dollari per episodio del blockbuster Stranger Things, scrive Affari interessati.

L’attenzione sarà ora sulla redditività piuttosto che sul numero di abbonati.

Invece di inseguire gli abbonati attraverso un marketing aggressivo e il consumo di contenuti, dobbiamo iniziare a inseguire la redditività. Per raggiungere questo obiettivo, dobbiamo esaminare molto, molto attentamente la nostra struttura dei costi in tutta la nostra attività, secondo quanto riferito da Iger in un’assemblea generale.

Voci di acquisizione

L’ex CEO ha introdotto un blocco delle assunzioni, che continuerà mentre l’azienda valuta la sua struttura dei costi, conferma Egger.

Ci sono state anche voci secondo cui Apple probabilmente acquisterà la Disney. A Egger è stato chiesto delle voci durante l’incontro pubblico.

– Non commentiamo mai acquisizioni, disposizioni o altro. Puoi finire rapidamente nei guai là fuori, e non voglio lasciare questo lavoro e finire in prigione”, ha risposto.

READ  Wall Street continua a salire - Nasdaq è aumentato drasticamente

La scorsa settimana è arrivata la notizia sorprendente che Bob Chapek, che era stato amministratore delegato per quasi due anni, era morto. È stato sostituito da Iger, che è stato CEO dal 2005 al 2020.