Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

– E' doloroso

– E' doloroso

Olival (Dagbladet): lunedì mattina il capitano è salito sul palco dello stadio Olval. Fuori nevicava. Fuori c'era vento.

La speciale partita internazionale contro la Slovacchia di martedì non significa molto per la classifica. Ma che festa sarebbe stata.

A meno di tre mesi dall'inizio degli Europei di calcio in Germania, 24 paesi si stanno preparando per il grande evento di quest'estate.

INCONTRA I MEDIA: Martin Odegaard ha parlato in una conferenza stampa prima della partita contro la Slovacchia martedì. Foto: Marius Simensen/Bildeberan
Mostra di più

Per quanto riguarda la Norvegia, dobbiamo essere molto onesti. La Nations League in autunno è in buona forma. Ma la tensione non si farà sentire fino alle qualificazioni ai Mondiali del prossimo anno.

Nel 2025!

– Quanto è difficile per te non avere l'opportunità di brillare ed eccellere nel girone europeo? chiede Dagbladet.

– Fa male, risponde Odegaard.

– Questo è ovviamente il nostro grande obiettivo. È un grande sogno che abbiamo fin da quando eravamo bambini. Quindi fa male. Ma non possiamo pensarci troppo. Dobbiamo trascendere. Così è la vita a volte.

Non si torna indietro: - Dobbiamo andare avanti.  A volte la vita è così, dice Martin Odegaard.  Foto: Marius Simensen/Bildeberan

Non si torna indietro: – Dobbiamo andare avanti. A volte la vita è così, dice Martin Odegaard. Foto: Marius Simensen/Bildeberan
Mostra di più

Due partite di qualificazione l'anno scorso hanno fatto sì che la finale di Champions League non si sarebbe disputata. 1-1 in trasferta contro la Georgia e 1-2 in casa contro la Scozia. La Norvegia aveva il controllo delle due partite, ma gli errori difensivi le hanno distrutte. Ødegaard è sulla stessa lunghezza d'onda.

– Lavori con lo Ståle Solbakken dal 2021. Cosa c'è di positivo in questo periodo, e cosa di negativo, che non hai ancora nemmeno raggiunto il campionato?

Come dice lei: La cosa più deludente è che non abbiamo raggiunto il campionato. Ma sento che abbiamo sviluppato un gioco molto migliore. “Siamo in grado di dominare le buone squadre”, dice il 25enne.

-Mi sarei annoiato

-Mi sarei annoiato


– La Repubblica Ceca è pronta per l'Europeo, ma noi abbiamo controllato completamente la partita e controllato tutto nei primi 30 minuti. Non avevano nulla da dimostrare. Per tutta la partita hanno avuto pochissimo. Questo è ciò che penso sia meglio, abbiamo sviluppato un gioco separato che ci permette di controllare le partite in un modo diverso.

Venerdì, però, la Repubblica Ceca ha vinto 2-1.

-Siamo un po' carenti in alcune situazioni cruciali, il che significa che anche le partite possono andare storte. Questo è ciò su cui dobbiamo lavorare. “Ma il gioco di base è molto buono”, afferma Odegaard.

Riepilogo: Martin Odegaard e la Norvegia hanno subito una dura sconfitta per 1-2 contro la Repubblica ceca.  Foto: Vegard Groot/Bildeberan

Riepilogo: Martin Odegaard e la Norvegia hanno subito una dura sconfitta per 1-2 contro la Repubblica ceca. Foto: Vegard Groot/Bildeberan
Mostra di più

La descrizione della situazione fatta dal capitano sarebbe quella su cui concorderebbero la maggior parte degli esperti: il gioco difensivo è diventato un incubo cronico. Non ti servirà a nulla giocare bene per 89 minuti se fallisci in una situazione cruciale al 90° minuto.

Odegaard ha ancora grande fiducia nel 'Progetto Solbakken'. Il progetto è anche fedele alla sua forma: se non dovesse raggiungere le prossime qualificazioni ai Mondiali, Solbakken ha detto che il suo tempo è scaduto.

- Avrei dovuto richiedere un biglietto di ritorno

– Avrei dovuto richiedere un biglietto di ritorno


– Crediamo in quello che facciamo, conferma Odegaard.

– Poi ovviamente è triste non aver vinto la partita quel giorno. Ci sentiamo come se avessimo controllato per 60-70 minuti. Abbiamo giocato un buon calcio su un brutto campo. Ma c’erano piccoli dettagli e alcune situazioni cruciali in cui non eravamo abbastanza bravi. Questi sono i margini con cui lavoriamo.

accensione: Un esercizio semplice come la boxe può spesso portare a un tiro più completo. Video: Bard Soro Olsen/Dagbladet TV-sporten
Mostra di più

– Quanto è importante la partita contro la Slovacchia per aggiungere positività al progetto? Se faccio un altro rumore qui adesso, farà brutto tempo?

– Penso che questo sia più dall'esterno. All’interno della squadra siamo completamente tranquilli. Chiaramente: non perderemo mai le partite. Ma siamo riusciti a vedere un po’ oltre ciò che stava accadendo. Dobbiamo essere in grado di colmare il divario in queste partite, in modo da poter vincere 2-0 o 3-0 invece di perdere 2-1. Continueremo a fare il nostro gioco e a costruire su ciò che abbiamo iniziato. Adesso non siamo così impazienti come tutti gli altri.

Impressionante: Martin Odegaard è il capitano sia dell'Arsenal che della Norvegia.  Immagine: NTP

Impressionante: Martin Odegaard è il capitano sia dell'Arsenal che della Norvegia. Immagine: NTP
Mostra di più

Ødegaard ha una posizione indiscussa nel girone. Considerati i suoi successi, soprattutto all'Arsenal, ha un'autorità naturale.

– Ci si è concentrati sul modo in cui si opera come leader. In Inghilterra, Roy Keane viene spesso definito il classico tipo di capitano che grida: “Avanti, ragazzi!” Cosa ne pensi dell'essere capitano della squadra? Cosa rende un buon leader?

– A volte grido “Forza ragazzi!” Anche io. No, buon capitano… Ci sono molti modi di guidare. Per me la cosa più importante è farlo a modo mio. Deve essere reale e, se non lo è, non credo che la gente lo comprerà.

Haaland: Non tutti hanno dovuto fare domande a Erling Braut Haaland durante la conferenza stampa norvegese. Video: fantastico Soro Olsen
Mostra di più

Odegaard sottolinea:

– La cosa più importante è averli intorno a te. Siete una squadra e dovete far sì che tutti la pensino allo stesso modo. Bisogna convincere tutti a muoversi nella stessa direzione. Sento che questa è la cosa più importante.

L'esperto di calcio Ivar Hof ritiene che Odegaard ed Erling Braut Haaland non abbiano dato il cento per cento nella sconfitta per 1-2 contro la Repubblica ceca. Ødegaard lo rifiuta.

– Che sentimenti suscita in te il fatto che le persone dubitino del tuo desiderio di esibirti per la Norvegia?

– A meno che non parli per me. Quando arrivi in ​​Nazionale e vuoi giocare su un campo pesante e faticoso (l'Ulval), sento che questo basta. “Sento che ciò che facciamo in campo dimostra che ne abbiamo la volontà”, afferma Odegaard.

Comp: Erling Braut Haaland (TV) e Martin Odegaard erano di buon umore durante l'allenamento di lunedì.  Così era Leo Skerri Ostegaard.  Foto: Marius Simensen/Bildeberan

Comp: Erling Braut Haaland (TV) e Martin Odegaard erano di buon umore durante l'allenamento di lunedì. Così era Leo Skerri Ostegaard. Foto: Marius Simensen/Bildeberan
Mostra di più

Abbiamo controllato la partita e la maggior parte degli eventi dall'inizio fino a quando, dopo mezz'ora, abbiamo attraversato un periodo leggermente peggiore. Le persone possono pensare quello che vogliono. Ma non c’è bisogno di mettere in discussione le nostre motivazioni per giocare per la Norvegia.

– Qual è il tuo soffitto? Quanto bene puoi restare?

– Non mi pongo limiti. Penso che questo sia uno dei miei punti di forza. Non sono mai soddisfatto. “Non importa cosa ho fatto nella mia carriera o nella mia vita, ho sempre cercato di migliorare”, dice.

-Mi sento come se fosse lo stesso adesso. Non mi sento neanche lontanamente vicino al livello massimo. Si tratta semplicemente di spingerti oltre ogni giorno e lavorare sulle cose che puoi migliorare. Poi vedremo quanto tempo ci vorrà.

Maggior numero di presenze: John Arne Riise ha vinto 110 presenze con la Norvegia.  Verrà scelto nuovamente da Martin Odegaard?  Foto: Liz Aserud/NTB

Maggior numero di presenze: John Arne Riise ha vinto 110 presenze con la Norvegia. Verrà scelto nuovamente da Martin Odegaard? Foto: Liz Aserud/NTB
Mostra di più

– Martedì giocherai la tua 57esima partita internazionale. Hai iniziato a pensare al record di 110 di John Arne Rice?

-C'è molta strada da fare. Ma sono ancora giovane e spero che mi restino tanti anni in Nazionale. Mi piace pensare che potrebbero esserci altre partite in futuro. Ma non è una cosa a cui penso spesso.

– A Ulleval, dopo la partita con la Repubblica Ceca, si è verificata una situazione in cui uno degli spettatori è venuto verso di te. Cosa pensi quando si verificano situazioni del genere?

-Penso che sia bello che le persone ci sostengano e siano di supporto. Ma va bene che restino in tribuna.

Fu rimproverata: - Non è uno scherzo

Fu rimproverata: – Non è uno scherzo


Martedì ci sarà un'altra possibilità per dimostrarlo. Inizio: 19.00.

READ  Brutto infortunio: Lasse Nielsen del Malmö si è fratturato un testicolo in un duello durante l'allenamento