Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

-È uno scherzo?  – NRK Sport – Notizie sportive, risultati e programma delle trasmissioni

-È uno scherzo? – NRK Sport – Notizie sportive, risultati e programma delle trasmissioni

Mercoledì sera il messaggio è arrivato dagli organizzatori della Parigi-Roubaix: per l'edizione domenicale della corsa, i corridori percorreranno una pista laterale prima dell'ingresso nel tratto acciottolato della foresta di Arenberg.

Da diversi anni i ciclisti sfrecciano lungo la sottile striscia di ciottoli attraverso la foresta a una velocità di oltre 60 chilometri all'ora. Un tratto sterrato inizia in leggera discesa dove un certo numero di ciclisti si sono lanciati ad alta velocità.

Questo non sarà il caso delle molestie pianificate. Invece, la velocità verrà ridotta bruscamente attraverso diverse curve appena prima dell'inizio della sezione acciottolata.

Quando il giornalista italiano Stefano Rizzato pubblicò A video Per quanto riguarda le modalità con cui sono avvenute le molestie, non c'è voluto molto perché le reazioni si riversassero.

Il campione del mondo Mathieu van der Poel, che ha vinto la Parigi-Roubaix nel 2023 dopo aver vinto il Giro delle Fiandre la scorsa settimana, era chiaramente infelice.

-È uno scherzo?, ha scritto l'olandese su X.

Le curve avvengono tra il passaggio dalla linea ferroviaria al tratto sterrato, dove sono distanti solo 40 metri l'una dall'altra. Il direttore di gara Thierry Jovino afferma che la velocità scenderà a circa 25-30 chilometri orari. L'Equipe.

Arenberg: Mathieu van der Poel guida i favoriti attraverso la foresta di Arenberg nel 2021, con diversi corridori rimasti indietro.

Foto: Agenzia France-Presse

– Adesso preferiamo sbattere contro le recinzioni

Dylan van Baarle ha raggiunto la vetta alla Parigi-Roubaix nel 2022. Ma l'anno scorso le cose sono andate storte proprio nella foresta di Arenberg.

Van Baarle fu coinvolto in un colpo di stato e dovette ritirarsi dopo aver riportato numerose ferite al volto.

Successivamente, Van Baarle ha spiegato, secondo Cyclingnews, che il medico della squadra è venuto in ospedale. E lì il medico sociale finì per “attaccarsi” Affrontiamolo di nuovo insieme.

Mercoledì sera, alle dieci, ha optato per due vignette raffiguranti una coppia di mani in preghiera, a chiaro sostegno della nuova misura di sicurezza.

Van Paarl su Twitter

Breve nota: ecco come ha reagito Dylan Van Baarle alla notizia.

Il cambiamento è arrivato dopo un'iniziativa dell'organizzazione di interesse speciale dei ciclisti professionisti, la CPA.

Anche Alexander Kristof vede il cambiamento in modo positivo.

– Ci sarà comunque il caos. Ma non dobbiamo cadere sul selciato, ora possiamo sbattere contro le recinzioni e sull'asfalto, scrive ridendo in una lettera alla NRK.

Continua:

– In realtà penso che sarebbe più sicuro con questi inconvenienti. Tutti hanno bisogno di rallentare. Sarà molto serrato e qualcuno cadrà rapidamente, quindi probabilmente sarà una battaglia altrettanto dura per arrivare al primo posto. Ma evita di tuonare a 70 chilometri all'ora su ciottoli in pendii sciolti.

Arenberg

Gira, gira, gira: sarà un ingresso frenetico nel tratto di pavè più famoso della Parigi-Roubaix di quest'anno. Prima si andava dritti, ora si gira intorno allo spartitraffico e poi si ritorna sulla strada nel bosco.

Immagine: schermata: ASO

Ha scritto l'esperto di ciclismo Dan Lloyd

Ma:

– Ogni pilota preferirebbe schiantarsi sull'asfalto piuttosto che sul selciato. Negli ultimi anni lì si sono verificati alcuni feriti terribili, ha scritto Lloyd.

Vuole più cambiamenti

Il pilota professionista norvegese Amund Grøndal Janssen ha parlato positivamente del possibile passaggio ad un altro strada di campagna Mercoledì pomeriggio.

Dopo aver offerto le stesse molestie, Gröndal Janssen ha detto a NRK quanto segue:

-Non è perfetto, ma è un inizio. L'ideale sarebbe provare a guidare in retromarcia, oppure entrare nella ghiaia da destra. Ad ogni modo, preferirei rallentare sulla pista e magari schiantarmi prima dell'alta velocità e colpire Arenberg.

Prima stavi andando in bicicletta nella direzione opposta. Nel 1998, Johan Museu cadde duramente nella foresta di Arenberg. Il pilota belga si è fratturato la rotula e successivamente ha sviluppato una cancrena. Ha evitato l'amputazione ed è tornato forte.

Nei due anni successivi, Arenbergskogen fu gestito dall'altra parte. Poi c'è stata una svolta sulla sezione sterrata stessa che ha rallentato il ritmo.

Dopo il 2001, sono cambiati di nuovo. Negli ultimi anni si sono verificati nuovamente diversi brutti ribaltamenti sul terreno acciottolato.

Nota! Nessun norvegese ha mai vinto la prima edizione della Parigi-Roubaix. La gara maschile inizierà domenica alle 11:10, quella femminile sabato alle 13:35. Le donne non attraversano la foresta di Arenberg.


Riceve supporto dopo un errore enorme
00:45




04/04/2024 ore 06:59

READ  Kajsa Vikhov si trova con la prima medaglia WC della sua carriera - Bronzo in Super-G - NRK Sport - Notizie sportive, risultati e programma delle trasmissioni