Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Ellen è stata sposata con Buschwagner per 13 anni: “È stato un inferno”.

Ellen è stata sposata con Buschwagner per 13 anni: “È stato un inferno”.

– Ho pianto quando ho letto di lui sul giornale. Sentivo che il suo successo era arrivato quasi a mie spese. Sognavamo questo successo e abbiamo lavorato insieme per raggiungerlo, afferma Elin Alstad.

Varden la incontra al caffè Blackbird sulla Tømmerkaia a Skien. Ellen è nata a Scania e ha vissuto qui più volte nel corso della sua vita.

Ellen e Terry si trasferirono con la figlia neonata Elizabeth in una piccola casa di legno rosso a Sneeptorp all'inizio degli anni '90.

Un periodo che l'artista stesso descrisse come il periodo più felice della sua vita.

Snebithorp: La coppia ha vissuto per diversi anni con la figlia Elisabeth nella casetta rossa a Snebithorp.
immagine: Federico Pedersen

-Sono rimasto molto sorpreso quando l'ho letto. Perché non è stato un periodo proprio felice, anzi. Era un inferno.

Venerdì pubblicherà il libro “Bushwagner and I: A Love Story”.

Il libro è una storia ravvicinata, toccante e personale dei quindici anni trascorsi da Elin con uno degli artisti norvegesi più famosi.

misterioso

I due si sono conosciuti ad una festa. Ellen aveva 31 anni e Terry dieci in più. Lei era divorziata e lui era ancora sposato con una donna in Inghilterra.

-Penso che fosse un uomo molto strano. Ha detto un sacco di cose strane e meravigliose ed era davvero misterioso, diverso e speciale. Quando ho saputo che era un artista e ho mostrato le sue foto a Hovikoden, mi sono davvero interessato.

Quando, poche settimane dopo, Ellen ebbe un appuntamento con un altro uomo in una famosa discoteca di Oslo, i due si incontrarono di nuovo per caso. All'ora di chiusura, vide Terry emergere con la coda dell'occhio e si staccò dall'uomo con cui era lì.

– Allora sapevo che Terry era l'uomo della mia vita. L'ho afferrato per il braccio e siamo partiti da lì insieme. Da quel momento in poi eravamo solo noi due.

Terry ed Elaine hanno vissuto la loro vita artistica al massimo. Viaggiarono a New York senza soldi e per caso riuscirono a vivere e lavorare in uno studio nel centro di Manhattan. Lì dipingevano, festeggiavano e andavano alle fiere.

Quando tornarono in Norvegia fallirono, ma riuscirono a sopravvivere finanziariamente grazie a un ricco sponsor. Un uomo che ha visto il talento di Terry e ha voluto aiutarlo.

Profondi problemi di abuso di sostanze

Ellen aveva perso il conto del numero di volte in cui si erano trasferiti nei primi anni trascorsi insieme.

-Siamo stati insieme 24 ore su 24 e ci prendevamo in giro. Ma non avevo realizzato la gravità di quanto fosse ubriaco. È alto da molti anni.

Terry era la persona più gentile del mondo quando era sobrio, ma quando era ubriaco era instabile, aggressivo e violento.

Nel libro parla di episodi di comportamento aggressivo e violenza. In un'occasione, secondo Ellen, avrebbe distrutto l'intero appartamento e lanciato utensili dalle finestre chiuse. In un'altra occasione, si dice che il letto sia stato tagliato in piccoli pezzi con un'ascia.

Infelice: Ellen descrive un matrimonio instabile segnato dalla droga e dalla violenza.
immagine: Federico Pedersen

– Ero molto infelice. Lui mi amava e io amavo lui, ma la dipendenza ha rovinato tutto. È stato un incubo e non sapevo mai quando sarebbe arrivato il prossimo capriccio.

Tuttavia, è chiaro che Elaine ha anche molti bei ricordi del tempo trascorso con Terry “Bushwagner”.

-Ci siamo anche divertiti molto insieme. Mi ha spinto avanti come artista e non avrei mai pensato di poter creare immagini come queste. Terry era un artista straordinario.

Dopo 13 anni come marito e moglie, tutto era finito. La coppia si separò nel 1997 e il periodo che seguì fu quello più difficile della vita di Bushwagner. Viveva per le strade di Oslo, saliva ed era molto lontano.

Ellen e sua figlia si recarono a Oslo e lo incontrarono diverse volte durante questo periodo.

– È stato straziante vederlo così, ma mi ha causato così tanta sofferenza che non ho potuto più aiutarlo. Ho finito la carica. Ma spesso piangevamo sull'autobus per Skane.

successo

A 68 anni Buschwagner ha raggiunto un successo che altri artisti possono solo sognare. Fece mostre in tutto il mondo, aprì la sua galleria nel Tjolfhumen di Oslo, vendette le sue fotografie per decine di milioni e divenne un nome che tutti conoscevano.

Terry merita rispetto e ammirazione. L'arte era la sua vita. Realizzare le immagini che aveva dentro di sé gli ha dato uno scopo e un significato nella vita. Pertanto, non aveva un posto dove crescere una famiglia: l'arte consumava tutto.

Non è più amareggiata: nel libro, Elaine vuole anche dimostrare che Bushwagner era fondamentalmente una persona buona e amorevole.
immagine: Federico Pedersen

È importante che Ellen faccia capire che non è più amareggiata.

– Sono passati molti anni e non provo più alcun cattivo sentimento nei suoi confronti.

Quando l'artista morì nel 2018, Ellen fu una delle ultime persone che vide. Quando lei lo salutò per l'ultima volta dalla porta della stanza della Deacon House, lui le sorrise.

-Ha sempre detto che mi avrebbe amato fino al suo ultimo giorno.

Il libro, che è stato pubblicato il 15 marzo, è stato un lungo processo. Ellen ha iniziato con appunti e lettere che ha scritto lungo il percorso e ha trascorso nove anni a completare il libro.

– Per me era importante essere aperto e onesto, ma allo stesso tempo dimostrare che Terry era fondamentalmente una persona buona e amorevole. La violenza era il risultato di molti anni di dipendenza dalla droga.

Possiede ancora molte delle fotografie di Buschwagner, ma non le è permesso appenderle alle pareti del suo condominio ad Asker.

– No, non lo posso sopportare. Sarà molto doloroso.

Farden portò il caso a Elizabeth Profors, figlia di Terry ed Elaine. Conosce bene la storia e ha letto l'intera sceneggiatura del libro.

– C'era molto rammarico lì. Mio padre me lo ha espresso in più occasioni. Oltre a ciò, non ho commenti.

READ  Conferma la nuova stagione di "Shadow and Bone" - VG