Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

EM 2021, Italia | Il ritratto della star italiana ha attirato l’attenzione. Ora lo sente dal suo compagno di squadra

Le riprese di Ciro Immobile contro il Belgio hanno suscitato forti reazioni. Ora Leonardo Bonucci ammette che anche i suoi colleghi hanno risposto.

L’Italia è considerata da molti come la vittoria degli Europei in vista della semifinale di martedì contro la Spagna. Nei quarti di finale ha battuto il Belgio 2-1, ma poi una situazione speciale è diventata il punto di riferimento sui social e in vari studi televisivi.

Prima del primo gol dell’Italia di Nicolò Barella, Ciro Immobile è caduto a terra urlando e contorcendosi dal dolore. Quando l’Italia ha segnato pochi secondi dopo, si è alzato come se niente fosse, è corso verso i compagni e ha festeggiato il gol.

Leggi anche: La mia casa con la preghiera di Halland per il vecchio club: – è la risposta

– È barare

Sui social la clip di Immobile è diventata virale e gran parte del mondo del calcio si è allarmata per il suo comportamento.

– Possiamo definirlo imbroglio, sporcizia nel calcio. Per me è sporco, non ha niente a che fare con il calcio, ha a che fare con la credibilità. Perché un uomo maturo dovrebbe farlo? Questo è uno sport che non voglio, secondo l’esperto di SVT ed ex capo della giustizia Jonas Ericsson. esprimere.

Leggi anche: Il capitolo di Berg su Sheffield. Ecco cosa pensano gli esperti della sua prossima elezione

Il compagno di squadra di Immobile in Nazionale, Leonardo Bonucci, ha ammesso che anche i suoi compagni di squadra italiani hanno reagito alle sue riprese e di averlo sentito negli spogliatoi dopo la partita.

READ  Galles-Danimarca: come guardare gratis la partita del Campionato Europeo, non importa dove ti trovi

Ciro è una bella persona, qui le cose possono succedere in campo, ma lo abbiamo anche preso in giro, ha detto in conferenza stampa prima delle semifinali di martedì.

Ma Bonucci ci teneva anche a difendere Immobile.

Lo stopper della Juventus sostiene di essersi pestato la caviglia, ma la gioia ha alleviato il suo dolore.

– Marcatore sottovalutato Under

Immobile è da diversi anni garante del gol in Serie A, segnando 150 reti in 219 partite nella Lazio. D’altra parte, l’esperto di serie A Rolf Otto Eriksen non pensa che le riprese siano qualcosa da ricordare.

– Si potrebbe dire che fa parte del suo gruppo musicale, ma non c’è mai stato un tema importante con Ciro Immobile. Eriksen dice a Nettavisen di essere un marcatore sottovalutato nel calcio europeo, i suoi numeri alla Lazio sono eguagliati solo da Lionel Messi, Cristiano Ronaldo e Robert Lewandowski.

Continua:

Nonostante i numeri, non è mai stato riconosciuto come un grande giocatore. Potrebbe essere a causa del suo linguaggio del corpo leggermente arrabbiato, e potrebbe sembrare un po’ disinteressato. Immobile è quindi facile da sottovalutare, ma difficile non prenderlo sul serio. Non sarei sorpreso se vincesse ancora la partita.

Leggi anche: Ct Egitto: – Ho provato a convincere il Liverpool, ma ci hanno completamente bocciati

Il 31enne di Torre Annunziata ha consegnato la merce al Torino nella stagione 2013/2014, e ha fatto una trasferta al Borussia Dortmund. Lì fu presto bollato come un fallimento e si trasferì a Siviglia dopo una stagione. Anche in Spagna c’è stato poco successo, e il viaggio è tornato in Italia.

READ  - Me ne occupo io - VG

A Dortmund ha giocato bene in Champions League, e forse il Siviglia è stato solo un arco temporale della sua carriera. Prima di tutto, sono stati i problemi linguistici a renderlo difficile all’estero, perché non si è mai trovato a suo agio. Sembra essere un giocatore che fa affidamento su un ambiente sicuro intorno a sé per esibirsi, ma ha davvero tutto ciò di cui ha bisogno un attaccante.

Può una squadra come la Juventus prenderlo quest’estate?

– Ha una presa lunga e inizia a tirare alcune pagaie. Se Immobile voleva andarsene, aveva sicuramente l’opportunità di farlo. La Juventus ha alcune cose che non sono chiare, ma immagino che la vedano come un’opportunità. È decisamente inimmaginabile.

Ottimo per la nazione

Dalla sua mancata partecipazione alle qualificazioni pre-Europeo alle semifinali, Eriksen crede di significare molto per l’Italia come nazione.

Credo significherebbe molto, perché la Juventus si è messa sulle spalle il calcio italiano ormai da tanti anni e non ce l’ha fatta. Per la fiducia in se stessi e l’autostima collettiva degli italiani, andare alla finale del Campionato Europeo significa qualcosa in più.

Aggiunge:

– Ma il pubblico italiano ha fatto un casino, quindi se vai in finale per primo, non sarà abbastanza buono se lo perdi. Alzare un bicchiere è ciò che conta, alla fine. Roberto Mancini ha preso questo trofeo come obiettivo, per realizzare qualcosa con la nazionale che lui stesso da giocatore non ha fatto.

La semifinale tra Spagna e Italia inizia martedì sera alle 21.00 e va in onda su TV 2.