sabato, Giugno 22, 2024

Facebook è scortese e arrogante

Must read

Bertina Buccio
Bertina Buccio
"Lettore. Appassionato di viaggi esasperatamente umile. Studioso di cibo estremo. Scrittore. Comunicatore. "

È falso che Meta non chieda di utilizzare le nostre immagini.

Dal 26 giugno, morto, Facebook, che possiede Facebook e Instagram, ha annunciato che utilizzerà le foto e i post delle persone per addestrare il suo servizio di intelligenza artificiale. L’azienda ha informato gli utenti, ma questi non hanno chiesto il consenso in anticipo. Anche il processo di prenotazione è complicato. È stato trapelato da Meta. Avrebbero dovuto chiederlo prima. È anche scortese da parte del colosso aziendale puntare su una facilità d’uso che non è utile a se stessa.

Morto significa Non hanno bisogno del tuo consenso per utilizzare i tuoi dati personali per estrarre la loro intelligenza artificiale (AI). In questo modo è possibile utilizzare le tue foto, quelle dei bambini, le feste, le vacanze e gli aggiornamenti di stato. Sarebbe naturale chiedere prima il permesso, ma Mita non lo fa. Chiunque abbia un account Facebook o Instagram dovrebbe aver ricevuto un messaggio che dice che può effettuare una prenotazione. Per molti, il messaggio è passato inosservato. Non tutti saranno nemmeno in grado di compilare il modulo di protesta, poiché il processo non è intuitivo. Una volta che diventerà “cibo AI”, non sarà nemmeno possibile invertirlo. Inga Strömke, una delle principali esperte norvegesi di intelligenza artificiale, è così turbata da questa pratica che ha cancellato il suo account Facebook. Anche la cancellazione non è semplice. Meta rifiuta categoricamente che non sia molto facile da usare. L’atteggiamento è molto arrogante.

Inoltre L’autorità danese per la protezione dei dati, il ministro della digitalizzazione e il Consiglio dei consumatori stanno reagendo alle preoccupazioni degli utenti. L’autorità norvegese per la protezione dei dati dubita che ciò sia legale, ma Meta ha risposto di essere fiducioso nella sua legalità. Il ministro della digitalizzazione Karianne Tong (AFP) ha richiesto un incontro con l’azienda per saperne di più sui suoi piani di intelligenza artificiale e su come elaborerà le richieste dei privati. Il Consiglio dei consumatori denuncia l’azienda all’autorità norvegese per la protezione dei dati per violazione della legge sui dati personali.

Ma è È così grave che Facebook utilizzi i tuoi contenuti per ritagliare l’intelligenza artificiale? La maggior parte delle persone accetta già di farsi monitorare, siamo così abituati agli algoritmi che ci controllano. Nel frattempo, i dati personali sono una miniera d’oro per le aziende tecnologiche Lui è il prodotto. Allora è pericoloso che una delle più grandi aziende del mondo ci utilizzi senza preoccuparsi prima di chiedere.

READ  Questo influenzerà la Borsa di Oslo giovedì

More articles

Latest article