Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Finn ha ricevuto 10.000 sterline – non aveva idea che fossero tassate – NRK Rogaland – Notizie locali, TV e radio

– Abbiamo un sacco di cose in grembo, dice lo scultore Øyvind Bast Lie.

Ammorbidisce scatole piene di cilindri di vinile in un camion diretto a Stavanger.

Insieme al collega artista Isaac Weslov, ha recentemente rilevato lo studio al Maridalsveien di Oslo. Apparteneva alla scultrice Jill Great Christensen, scomparsa questa primavera.

La stanza conteneva 10.000 dischi in vinile classici di cui gli artisti non avevano bisogno.

Dove vendere: 10.000 LL Occupato uno spazio molto ampio nello studio degli artisti

Foto: privato

– Amiamo la musica classica, ma E quindi Dopotutto, dice Weslov, non siamo interessati.

– Non eri curioso di sapere cosa fosse?

– Sì ancora. Abbiamo pensato che qualcuno con un vivo interesse per la musica classica dovesse averlo raccolto.

Deve essere vero.

Un annuncio su finn.no che vende 10.000 dischi in vinile classici per 20 NOK.

Pubblicità: i venditori hanno ricevuto diverse richieste da parte di acquirenti interessati, quando l’offerta è stata pubblicata su Finn.

Foto: fax

È stato rapito dagli esperti

Ad agosto, i dischi furono messi in vendita a 20 NOK ciascuno.

Presto iniziarono a circolare voci tra i collezionisti di musica classica.

Chi ha scoperto l’annuncio è stato il compositore Morten Gathage. Sentì immediatamente i dipinti.

– Ce n’erano molti, e il titolo era Maridalsveien 3. Quindi dovevano venire dal gruppo di John Sanders.

Collezionista e commerciante di dischi John HB Sanders

Collezionista: John H.P. Sanders collezionava musica classica e gestiva un negozio a Oslo.

Foto: Norwegian Sound Institute

Parla del venditore di dischi e collezionista di vinili John H.P. Sanders, morto nel 2007. Verso la fine degli anni ’80, il negozio Elysium di Heimdalsjata chiuse e l’attività si trasferì a Maridalsvian.

C’è un’ombra sul terreno sopra gli edifici Wisløff e Bast Lie.

Ma prima di ammalarsi, Sanders ha lasciato una collezione di circa 50.000 album al Norwegian Sound Institute di Stavanger. Sono lì da 17 anni.

Quindi cosa è apparso ora?

Gathage doveva scoprire questo mistero.

Visualizza in anteprima la collezione di dischi al Maridalsveien di Oslo.  Da sinistra come Jill Samkopf, Morten Gattag, Isaac Weisloff e Asbjorn Eriksen.

Ispezione: esperti di musica sono andati a Maridalsveien per dare un’occhiata alla collezione. Da sinistra: Kjell Samkopf, Morten Gaathaug, Isak Wisløff e Asbjørn Eriksen.

Foto: privato

Sensazione semplice

Insieme al professore di musicologia all’Università di Oslo, Asbjørn Eriksen, e al compositore Kjell Samkopf, ha fatto il viaggio in studio.

Abbiamo immediatamente riconosciuto i cartellini dei prezzi rotondi firmati da Sanders sui registri. Molte registrazioni provengono dall’ex Unione Sovietica e dall’Europa orientale.

Gaathaug pensa che sia una sensazione così giovane che ora appaiono 10.000 album di cui nessuno era a conoscenza.

Forse Great Christensen li ha salvati per Sanders.

Non ho esaminato i dischi in dettaglio, ma Sanders raramente ha accesso ai suoi viaggi in Europa e nell’ex Unione Sovietica. Non era insolito per loro portare i suoi dischi nella stanza sul retro, che la compagnia musicale statale russa Melodiya non vendeva sul mercato internazionale.

I dischi in vinile della Collezione Sanders sono collocati nei locali dell'Istituto norvegese del suono a Stavanger.

IN PLACE: È stata lanciata la collezione di vinili apparsa presso la sede del Norwegian Sound Institute a Stavanger.

Foto: Anders Haualand/NRK

Spedito a Stavanger

Dopo essere stati spostati attraverso la montagna a ovest, i carrelli con gli LP vengono trasportati nei locali del Norwegian Sound Institute a Stavanger.

È fantastico e importante che la collezione sia ora completa e riunita sotto lo stesso tetto, afferma il direttore generale Iselin Grayston.

Iselin Grayston, Direttore Generale del Norwegian Sound Institute, Stavanger.

Ottimo lavoro: il direttore generale Iselin Grayston presso il Norwegian Sound Institute afferma che la revisione dei dischi sarà in qualche modo importante.

Foto: Anders Haualand/NRK

Hanno una delle più grandi collezioni private al mondo di musica classica, con quasi 200.000 dischi, nastri a bobina, cassette, riviste e libri di vari collezionisti.

Il set di Sanders era in realtà conservato in un fienile costruito su misura a Kråkstad nel Nordre Follo, dove Sanders visse fino a quando non si ammalò.

La domanda è se 10.000 nuove unità siano duplicati di record già presenti nella collezione.

– Sarebbe interessante da vedere. Ora dobbiamo passare il tempo a rivedere e studiare tutto.

Gli artisti di Oslo sono anche felici che i dischi in vinile siano arrivati ​​al loro legittimo proprietario. Anche se hanno perso alcune entrate.

È molto positivo per noi, afferma Bast Lee, ed è positivo per il gruppo a beneficio del pubblico in generale.

Dalla collezione del Norwegian Institute of Sound di Stavanger.

Vasta collezione: il Norwegian Sound Institute ha quasi 200.000 dischi di musica classica.

Foto: Anders Haualand/NRK

READ  Britney Spears non finirà la tutela - VG