Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Gli economisti di Nordea ritengono che la Fed dovrebbe mantenere i tassi di interesse elevati per un periodo prolungato

Gli economisti di Nordea ritengono che la Fed dovrebbe mantenere i tassi di interesse elevati per un periodo prolungato

La questione è aggiornata.

Con il discorso del presidente della Federal Reserve Jerome Powell di giovedì, il “tasso di interesse più importante del mondo” si è attestato vicino al 5%. Giovedì il tasso finale si è fermato al 4,99%. Venerdì il tasso d’interesse medio era del 4,94%.

Il fatto che nei prossimi dieci anni gli investitori possano ottenere un rendimento privo di rischio del 5% è chiaramente evidente nel mercato azionario. Venerdì i principali indici centrali statunitensi seguono il ribasso di giovedì. Hanno iniziato con un leggero calo, poi sono aumentati. Intanto sale anche l’indice della paura Vix.

Con la pubblicazione dei rapporti emessi dalle principali banche negli ultimi giorni, il mercato azionario statunitense si è scrollato di dosso il primo trimestre automatico della stagione degli utili. Ma i tassi di interesse più elevati sembrano ora mettere in ombra l’interesse degli investitori e dei manager per l’attuale stagione degli utili.

Perché questo è il tasso di interesse di cui tutti parlano. Molti commentano che Powell abbia lasciato la porta aperta ad ulteriori rialzi dei tassi nella sessione di giovedì.

– Jerome Powell espone tutte le possibilità per alzare il nuovo tasso di interesse il 1° novembre. Ma per non lasciare che il mercato vada completamente fuori rotta, egli mantiene la porta aperta per ulteriori rialzi dei tassi, ha detto a Bloomberg Peter Boockvar, autore del Book Report, dopo il discorso di Powell giovedì.

Il bambino di dieci anni si alza, quello di due anni cade

Mentre la banconota a 10 anni si mantiene nell’intervallo 4,9, quella a 2 anni mostra che il mercato dei tassi di interesse si aspetta che i tassi di interesse a breve termine siano leggermente inferiori. Dal suo picco di giovedì, due ore prima del discorso di Powell, il titolo azionario di due anni fa è ora sceso di 20 punti base. Il picco del 5,26% è stato il livello più alto dal 2007. All’apertura delle borse statunitensi venerdì, il tasso di interesse era del 5,10%.

READ  EG Norvegia acquisterà Carasent per 1,4 miliardi - E24
L'analista capo Erik Bros (ex) presso Nordea con i colleghi economista capo Kjetil Olsen e analista Joachim Bernhardsen.

L’analista capo Erik Bros (ex) presso Nordea con i colleghi economista capo Kjetil Olsen e analista Joachim Bernhardsen. (Foto: Diederik Lenerud)

In un riepilogo settimanale, gli economisti Erik Bros e Joachim Bernhardsen di Nordea scrivono che il tasso di interesse a 10 anni del governo americano ha raggiunto nuovi livelli questa settimana, e che l’aumento dall’inizio di settembre è “fino a 0,85 punti percentuali”, che sono livelli visti l’ultima volta nel 2007:

– I forti dati chiave dell’economia statunitense contribuiscono al rialzo. Giovedì, il presidente della Fed Powell ha sottolineato in un discorso che gli ultimi dati indicano progressi verso gli obiettivi della Fed di stabilità dei prezzi e massima occupazione. La banca centrale potrebbe procedere con cautela sugli aumenti dei tassi di interesse, secondo Powell, quindi il mercato crede ancora che il picco dei tassi di interesse sia stato probabilmente raggiunto, hanno scritto gli economisti di Nordea.

Secondo una panoramica di Bloomberg, attualmente solo una leggera preponderanza di economisti crede in un aumento dei tassi di interesse nei prossimi tre incontri sui tassi di interesse della Fed. Già a marzo si registrava un chiaro sostegno ai tagli dei tassi di interesse.

Sottolineano che l’economia statunitense ha gestito gli aumenti dei tassi di interesse meglio di quanto temuto:

Tuttavia, ciò rafforza la convinzione che la Fed dovrebbe mantenere i tassi di interesse elevati per un periodo prolungato per evitare ulteriori pressioni sull’economia. Il tasso di interesse a dieci anni è ora superiore al tasso di interesse a due anni. Ciò potrebbe essere un’espressione della fiducia in un tasso di interesse più elevato a lungo termine. Gli economisti di Nordea hanno scritto che il tasso di interesse a 10 anni dovrebbe riflettere, tra le altre cose, le aspettative per il tasso di interesse di riferimento nei prossimi 10 anni.

Mette in ombra l’esito della stagione

Secondo Bloomberg, il 74% degli 86 rapporti del primo trimestre emessi da 500 società S&P 500 superano le aspettative degli analisti. L’agenzia di stampa rileva che non ci sono state ancora reazioni significative sui prezzi, ad eccezione di Tesla, e che i prezzi delle azioni si sono mossi in modo più collettivo. Viene interpretato nel senso che le principali notizie macroeconomiche, come l’aumento dei tassi di interesse, i prezzi del petrolio e i disordini in Medio Oriente, influiscono sui mercati azionari.

Quando le borse Nasdaq e New York hanno chiuso, gli indici centrali hanno chiuso venerdì come segue:

  • L’ampio indice Standard & Poor’s 500 è sceso dell’1,3%.
  • Il Dow Jones Industrial Average è sceso dello 0,9%.
  • L’indice principale del mercato azionario tecnologico Nasdaq è sceso dell’1,5%.

Le azioni di Tesla sono scese ulteriormente nel corso della giornata, terminando con un calo del 3,7%. Di conseguenza, il prezzo delle azioni è sceso di circa il 18% in soli tre giorni. Mercoledì Tesla ha riportato i numeri trimestrali e, sebbene in diversi punti rientrassero nelle aspettative degli analisti, la pressione di vendita ha pesato sul titolo negli ultimi due giorni.

Nvidia, con un calo di tre giorni, è stato un altro titolo importante questa settimana e il prezzo delle azioni è aumentato all’apertura dei mercati azionari. Ma l’aumento si è trasformato in un calo e il prezzo delle azioni è sceso dell’1,7%.

(condizioni)Copyright Dagens Næringsliv AS e/o i nostri fornitori. Vorremmo che condivideste i nostri casi utilizzando collegamenti che conducano direttamente alle nostre pagine. Non è consentita alcuna copia o altro utilizzo di tutto o parte del Contenuto se non con il consenso scritto o come consentito dalla legge. Per ulteriori termini vedere qui.