Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Gli esperti affermano che le sanzioni russe hanno un effetto limitato: il nostro paese

Le sanzioni statunitensi ed europee prendono di mira il settore finanziario russo, ma tengono ampiamente sotto controllo il settore energetico, afferma Olivier Dorgans dello studio legale londinese Ashurst.

L’unica eccezione è la decisione della Germania di posticipare l’apertura del gasdotto Nord Stream 2 dalla Russia, osserva Dorgans, specializzato in sanzioni economiche.

Martedì, la Gran Bretagna ha imposto sanzioni a cinque banche russe, tra cui Rossiga Bank e Promsvisbank (PSB). Gli Stati Uniti hanno anche imposto sanzioni al PSB, così come a Vnesheconombank (VEB), che sostiene sostiene la difesa della Russia.

D’altra parte, il presidente Joe Biden non è arrivato al punto di portare la Russia fuori dal sistema SWIFT di transazioni internazionali, il che avrebbe reso impossibile la maggior parte delle transazioni bancarie con il paese.

Inoltre, gli Stati Uniti non hanno implementato controlli sulle esportazioni che avrebbero impedito alle società russe di acquistare apparecchiature e software ad alta tecnologia.

trasferimento di denaro

Anche l’Unione Europea ha annunciato sanzioni contro le banche, ma secondo Dorgans, le banche russe hanno spostato da tempo ingenti somme di capitale in previsione delle tanto attese sanzioni occidentali.

Gli inglesi hanno anche inserito Gennady Timchenko, Boris Rotenberg e Igor Rotenberg nella lista delle sanzioni, sottolineando che i tre potenti oligarchi russi hanno stretti legami con il presidente Vladimir Putin.

Dorgans ritiene che anche questo non abbia un impatto significativo sull’economia russa.

Tuttavia, la decisione dell’Unione europea di bloccare l’accesso dello Stato russo ai mercati finanziari europei, il che renderà difficile ottenere nuovi prestiti o rifinanziare quelli vecchi, sarà probabilmente più dolorosa, afferma.

A lungo termine, queste sanzioni potrebbero avere conseguenze sul valore del rublo russo e limitare la capacità del russo medio di acquistare beni importati, secondo Dorgans.

READ  Solstad Offshore riduce il deficit di circa 1 miliardo - E24

può rispondere

Molti esperti hanno avvertito che severe sanzioni contro la Russia potrebbero vendicarsi e colpire i paesi occidentali.

È vero che le banche occidentali hanno una cooperazione limitata con le istituzioni finanziarie russe, ma molte di esse operano nel paese. Tra questi ci sono l’italiana UniCredit, l’australiana Raiffeisen e la francese Société Générale attraverso Rosbank.

La norvegese DNB ha venduto l’intera controllata russa JSC Commercial Bank nel 2014, ma all’epoca ha confermato che ciò non era correlato all’annessione della Crimea alla Russia.

Ma il motivo è che la Russia è al di fuori della “Area geografica della strategia DnB”.

simbolico

Dorgans sottolinea che la decisione della Germania di ritardare l’apertura del gasdotto Nord Stream 2 completato è principalmente simbolica.

Il gasdotto non è stato aperto e né gli Stati Uniti né altri paesi hanno ancora imposto sanzioni che interessano il settore energetico russo.

– Dorgans ritiene che le sanzioni non influiscano su dove vogliono veramente andare, che è legato agli interessi economici dell’Europa.

L’esperto russo Andrew Lohsen del Center for Strategic and International Studies (CSIS) di Washington è d’accordo e sottolinea che le sanzioni statunitensi sono più leggere di quelle che Biden aveva precedentemente minacciato.

– Non convinceranno la Russia della necessità di cambiare rotta, dice.

READ  Il Nasdaq ha recuperato dopo un forte calo
Gli esperti affermano che la decisione della Germania di posticipare l'apertura del gasdotto Nord Stream 2 dalla Russia è principalmente simbolica.  Foto: AP/NTB

gioco d’azzardo

Il quaranta per cento delle importazioni di gas dell’UE proviene dalla Russia, quindi imporre sanzioni al settore energetico russo sembrerebbe una scommessa, hanno sottolineato molti.

Anche se l’Europa sarà probabilmente senza gas russo per alcuni mesi, gli effetti a lungo termine saranno gravi perché altri grandi esportatori di gas, come gli Stati Uniti e il Qatar, hanno solo una capacità limitata di colmare il vuoto. La dirigenza del Cremlino ne è ben consapevole.

La Russia svolge anche un ruolo cruciale nel mercato globale delle materie prime e rappresenta circa il 10% del mercato petrolifero globale, secondo la società di analisi e credito Fitch Ratings.

Martedì, il prezzo del petrolio ha raggiunto quasi $ 100 al barile, il prezzo più alto degli ultimi otto anni, e anche il prezzo del gas naturale è aumentato bruscamente.

Lo stesso vale per i prezzi di palladio, nichel e alluminio, di cui la Russia è uno dei principali esportatori.

Il nichel, tra le altre cose, è un componente importante nella produzione di batterie per auto elettriche e all’inizio di questa settimana è stato scambiato a oltre 220.000 NOK per tonnellata alla Borsa di Londra, il prezzo più alto degli ultimi undici anni.

L'impianto di atterraggio a Lubmen nel nord della Germania e il gasdotto Nord Stream 2 dalla Russia sono stati completati, ma per il momento non saranno utilizzati.  Non è chiaro chi colpirà così duramente: Russia o Germania.  Foto: AP/NTB

Grano

La Russia è anche il più grande esportatore mondiale di grano e, insieme all’Ucraina, rappresenta circa il 25% delle esportazioni mondiali di grano.

READ  Le squadre di calcio sono in forte aumento nel mercato azionario secondo i piani della Premier League - E24

Anche i prezzi dei cereali sono aumentati durante il conflitto in Ucraina, il che ha portato a prezzi più alti per farina e prodotti a base di farina. Colpisce i consumatori nei paesi occidentali dove le autorità sono già preoccupate per l’aumento dell’inflazione.

Tuttavia, Neil Schering, capo economista di Capital Economics, non crede che il riconoscimento da parte della Russia delle repubbliche separatiste ucraine di Donetsk e Luhansk avrebbe un impatto economico particolarmente significativo in Occidente, per non parlare dell’assenza di un grande conflitto armato.

Nella maggior parte dei casi, è probabile che l’impatto economico su paesi diversi da Russia e Ucraina sia limitato, ha affermato.

Sottolinea che solo il 2 per cento delle esportazioni nella più grande economia europea, la Germania, va in Russia, per esempio.

L'Ucraina soffre di gravi problemi economici esacerbati dal conflitto con la Russia.  Il paese è anche in cima alla lista dei boschi più marci.  Foto: AP/NTB

ucraina debole

Schering afferma che la situazione economica in Ucraina, d’altra parte, è un capitolo completamente diverso.

– Dice di essere molto debole e prevede che l’Ucraina potrebbe aver bisogno di un’assistenza finanziaria significativa nei prossimi mesi.

Il British Center for Economics and Business Research (CEBR) ha stimato questo mese che il PIL dell’Ucraina tra il 2014 e il 2020 si è ridotto di circa 2.500 miliardi di corone a causa del conflitto con la Russia e che di conseguenza le perdite sarebbero ancora maggiori. ultimi mesi.

I russi della repubblica separatista ucraina di Donetsk hanno celebrato lunedì il riconoscimento della Russia.  Foto: AP/NTB

completamente marcio

L’Ucraina è anche in cima alla lista di Transparency International dei paesi più corrotti del mondo.

Ogni quarto della popolazione afferma di aver dovuto pagare tangenti per ottenere servizi pubblici e l’oligarchia ha accumulato enormi fortune, spesso con il buon aiuto di leader eletti.

Secondo il presidente Volodymyr Zelensky, 110 miliardi di corone norvegesi sono stati recentemente ritirati dalle banche ucraine e la scorsa settimana ha esortato i funzionari eletti e gli uomini d’affari che hanno lasciato il paese nelle ultime settimane a tornare.

Proprio la scorsa settimana, più di 20 jet privati ​​noleggiati hanno lasciato la capitale, Kiev, e molti dei più importanti e ricchi uomini d’affari del paese si sono seduti a bordo.