Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Gli sfollati a Kabul: – Riuniti dopo cinque mesi

Giovedì 19 agosto, Mirza Ali Ahmadi e sua moglie, Soraya Ahmadi, hanno accompagnato i loro cinque figli all’aeroporto di Kabul.

I talebani avevano appena preso il controllo dell’Afghanistan e molte persone stavano cercando disperatamente di uscire dal paese.

La famiglia Ahmadi era fuori dall’aeroporto e temeva il peggio. Hanno portato il loro figlio più piccolo, Sohail Ahmadi di due mesi, e lo hanno consegnato a un soldato americano che si trovava all’interno dell’aeroporto.

L’immagine del bambino issato oltre il recinto è diventata virale in tutto il mondo.

Passarono cinque mesi prima che la famiglia potesse rivedere Sohail.

Kabul: Sohail viveva con Hamid Safi a Kabul.  Foto: Ali Khara/Reuters

Kabul: Sohail viveva con Hamid Safi a Kabul. Foto: Ali Khara/Reuters
Mostra di più

è stato trovato

Quando la famiglia di Sohail è arrivata all’aeroporto, non è riuscita a trovarlo da nessuna parte. I genitori hanno subito iniziato a cercare il figlio. Dopo un po’, la famiglia fu messa su un aereo diretto negli Stati Uniti, senza sapere dove fosse Sohail.

Ma a novembre la famiglia ha ricevuto una buona notizia. Sohail, che aveva cinque mesi, era a Kabul.

secondo BBC È stato trovato con una famiglia locale a Kabul. Un uomo afferma di aver trovato Sohail che piangeva da solo all’aeroporto. Quando non riuscì a trovare i genitori, l’uomo decise di portare a casa il bambino e di allevarlo come suo figlio.

L’uomo e sua moglie hanno deciso di dare un nuovo nome al bambino e spesso pubblicano foto di lui su Facebook con gli altri figli.

Caos: Un neonato a Kabul, in Afghanistan, viene sollevato da un marine americano oltre un recinto di filo spinato. Questo bambino non è Sohail Ahmadi. Video: speciale.
Mostra di più

rifiutato di arrendersi

Dopo che a novembre è stato pubblicato un articolo sul bambino scomparso, alcuni dei vicini dell’uomo hanno riconosciuto il bambino e hanno pubblicato commenti online su dove si trovasse.

Presto le teorie dei vicini furono confermate. La famiglia era finalmente pronta a rivedere Sohail. Ma anche se alla fine si scoprisse dove si trova il ragazzo, ci vorrà del tempo prima che la famiglia si riunisca.

Di nuovo insieme: Sohail Ahmadi è finalmente tornato a casa con la sua famiglia.  Foto: Mohamed Rasfan / Agence France-Presse

Di nuovo insieme: Sohail Ahmadi è finalmente tornato a casa con la sua famiglia. Foto: Mohamed Rasfan / Agence France-Presse
Mostra di più

Narrato dal nonno di Sohail Muhammad Qasim Razawi Sky News Ha portato regali all’uomo e ha chiesto di restituire il nipote. Ma secondo Al-Razzawi, l’uomo si è rifiutato di consegnare il bambino.

Dopo sette settimane di trattative – e una breve detenzione dell’uomo – le autorità locali hanno assicurato il ritorno di Sohail a suo nonno, secondo Reuters. La famiglia è stata sopraffatta.

Festeggiamo, balliamo e cantiamo. Al-Razzawi dice che è come un matrimonio.

Ha continuato dicendo che l’uomo e la sua famiglia avevano perso Sohail.

READ  Il condannato ricco: - Peggio della morte