Aprile 15, 2021

Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Grande aumento delle tasse per i residenti italiani con proprietà nel Regno Unito

I residenti italiani con beni nel Regno Unito sono stati colpiti da un’importante fattura fiscale dopo che il governo ha cambiato il modo in cui la proprietà è valutata nel Regno Unito.

Il Imposta sugli immobili situati all’estero (IVIE) L’imposta sugli immobili stranieri posseduti da residenti italiani è stata introdotta nel 2012 e si applica anche agli immobili in paesi UE ed extra UE.

Preleva un’imposta annuale dello 0,76% sul valore della proprietà. Le valutazioni dei beni all’interno degli Stati membri dell’UE sono valutate come “catastali”, che viene periodicamente determinato dalle autorità locali. In altri paesi, il valore che può essere addebitato è stimato indicando il prezzo di acquisto o di affitto o il valore di mercato.

Non esiste un sistema catastale nel Regno Unito e fino a quest’anno le autorità italiane hanno utilizzato il sistema di bande di linea del Consiglio del Regno Unito per assegnare un valore alle attività del Regno Unito ai fini dell’IVIE. Tuttavia, il valore dell’imposta comunale di una proprietà nel Regno Unito è molto inferiore al suo valore di mercato, specialmente a Londra e nelle principali città.

Ora che il Regno Unito ha lasciato l’UE, i legislatori italiani hanno deciso di valutare le attività del Regno Unito in linea con il loro valore di mercato, secondo lo studio legale Withers.

Questa notizia coincide con il cambiamento dall’aprile 2021, in cui gli acquirenti non residenti di proprietà residenziali inglesi e nordirlandesi saranno tenuti a pagare un’imposta aggiuntiva del 2% sul loro acquisto, oltre alla normale imposta di bollo.

Alzati

La partner di Withers, Alesia Paletto, ha detto che la proprietà, che attualmente vende nel quartiere londinese di Kensington e Chelsea per un prezzo richiesto di 25 3,25 m (3 4,53 m, 3,8 m), rientra nella banda della banda G. Valore 240.000.

READ  Barufa Boost: Italian Rookie si unisce alla classifica Junior ERC3 - ​​FIA ERC

“Al 31 dicembre 2020, l’IVIE su questa proprietà sarebbe stata 8.824 all’anno”, ha aggiunto.

Ma “il costo fiscale italiano dell’investimento londinese sale a circa 7,24,700, con un aumento del 1,254% dall’oggi al domani”.

Pavleto ha dichiarato: “Questa è certamente una brutta sorpresa per tutti gli investitori e, per estensione, il fascino del mercato immobiliare britannico non è mai stato intaccato in Italia.

“Pertanto, non sorprende che questo problema sarà rivisto e discusso in modo più dettagliato e sarà riconsiderato se avrà un impatto sulle tasche dei contribuenti”.