Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Gravferdsbyrå i USA ammette di aver venduto parti del corpo – NRK Urix – Notizie e documentari esteri

Megan Hess, 45 anni, proprietaria dell’impresa di pompe funebri Sunset Mesa in Colorado, USA, martedì si è sentita in colpa per aver amputato e venduto parti di cadaveri.

Lo hanno fatto senza il permesso dei parenti, tipo Reutersche ha esposto la pratica nel 2018. Hanno preso loro stessi i soldi.

per me Ministero della Giustizia Hess ha documentato le parti del corpo di “centinaia di vittime” e poi ha venduto i resti per scopi scientifici e medici. Gli eventi dell’accusa si sono svolti tra il 2010 e il 2018.

“Ho superato il limite per il consenso e sto cercando di farlo di nuovo nel modo giusto”, ha detto Hess in tribunale martedì.

Secondo Megan Hess, l’accusa ha ricevuto l’aiuto di sua madre, Shirley Koch, che lavora per la stessa azienda. Lei nega l’accusa penale, ma ha un cosiddetto Audizione “Modifica petizione”. 12 luglio.

Ho preso cemento secco invece di osker

La madre e la figlia avrebbero chiesto ai parenti se volevano donare parti del corpo del defunto per scopi scientifici. Spesso offrono un prezzo scontato sulla cremazione se scelgono di donare.

Un’indagine dell’FBI ha mostrato che i parenti a volte dicevano di no, e altre volte non veniva loro chiesto affatto.

READ  La fede nuziale di Andine (9) è stata trovata in fondo al mare in Croazia - VG

I desideri sono stati consegnati ai membri della famiglia, che credevano di aver ricevuto i resti del defunto, cosa che non era sempre stata concordata.

In un caso, la famiglia ha ricevuto cemento secco invece dei desideri dei parenti, secondo Reuters.

Secondo il sito web dell’impresa di pompe funebri, la proprietaria Megan Hess ha un dottorato di ricerca in scienze funebri. Questo grado non esiste, nemmeno negli Stati Uniti.

Foto: Rick Wilking/Reuters

Hess ha dovuto anche falsificare le firme dei parenti per vendere i corpi.

Il sostanzioso reddito derivante da attività collaterali significava che Hess poteva offrire le cremazioni più economiche della zona, portando molti a scegliere di inviare lì i loro corpi.

Tuttavia, le persone hanno dovuto pagare fino a $ 1.000 per una cremazione che non è mai avvenuta.

I denti d’oro hanno regalato una vacanza a Disneyland

Negli Stati Uniti è legale acquistare e vendere parti del corpo da utilizzare nella ricerca e nell’istruzione. In alcuni stati, come il Colorado, l’impresa di pompe funebri può anche vendere oggetti trovati sui morti. Includono, tra le altre cose, l’oro dei denti.

Carrie Escher, l’ex dipendente con cui Reuters è stata in contatto, ha risposto in privato alle azioni di Shirley Koch, la madre di Megan Hess.

– Escher ha detto che un giorno mi ha mostrato una serie di denti d’oro.

forno crematorio

Il forno crematorio viene bruciato uniformemente ad una temperatura di circa 1000 gradi. Non tutte le famiglie hanno i desideri giusti.

Foto: Roy Hjalmar Svendsen/NRK

Afferma che Koch rimuoveva regolarmente i denti dai cadaveri per estrarre l’oro da corone o otturazioni.

– Ha venduto un altro set prima e hanno portato l’intera famiglia a Disneyland in California per l’oro che hanno raccolto.

Il fiorista che lavorava per l’azienda ha anche notato che Hess si vantava spesso di quanto fosse redditizia la vendita di parti del corpo. Si diceva che un mese le avrebbe fatto guadagnare 40.000 dollari, si dice.

Non si sa come Hess e Koch stiano su queste spalle.

Prendi l’ordine via e-mail

La Reuters non era neanche lontanamente alla ricerca di un’altra società negli Stati Uniti che includesse pompe funebri, crematori e la cosiddetta “mediazione fisica”. Tutti nello stesso edificio e sotto la stessa proprietà.

Anche la US Funeral Homes Trade Association ha rilevato il conflitto di interessi della società.

– Nessuna buona educazione quando si fa questo (prendere un’impresa di pompe funebri e vendere parti del corpo, riviste. Nota). Il regista Steve Ballmer dice che si guarda a come fare soldi.

È illegale acquistare o vendere organi come cuore, reni e fegato. Le autorità statunitensi hanno una regolamentazione rigorosa quando si tratta di donazione di organi, ma in pratica chiunque può amputare organi dal corpo e venderli.

In un’intervista del 2016, Hess descrive l’azienda come una “piccola azienda familiare”. Ha poi raccontato che lei e sua madre si prendevano cura di una decina di corpi al mese, mentre suo padre gestiva il crematorio. Devi aver ricevuto le richieste di parti del corpo via e-mail.

Il Dipartimento di Giustizia ha dichiarato che la sentenza contro Hess sarà emessa in un secondo momento.