Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Grieg Seafood conferma la probabile vendita delle Shetland – E24

Se le voci sono vere, la Scottish Sea Farms di proprietà di Lerøy e Salmar acquisterà le Shetland e diventerà il secondo più grande allevatore di salmone della Scozia.

Il responsabile dei frutti di mare di Grieg, Andreas Kvame.

Tommy Ellingen

Inserito: Inserito:

lunedì sera tardi Grieg Seafood confermato Sono in trattative con una terza parte per una possibile vendita di Grieg Seafood Hjaltland. È la società madre dell’attività Shetland di Grieg Seafood.

La conferma arriva dopo il sito web del settore Notizie sotterranee Ha scritto che la Scottish Sea Farms (SSF), di proprietà di Salmar e Lerøy, aveva ricevuto un’offerta accettabile di 2,1 miliardi di NOK.

Secondo le fonti, vi sono preoccupazioni sul fatto che le autorità garanti della concorrenza approvino l’acquisizione, dato che le operazioni di Lerøy, Salmar e SSF sono della stessa natura.

Tuttavia, SSF Undercurrent News ha affermato che i rapporti su un’offerta accettabile sono “speculazioni e voci”.

Continua a leggere E24 +

Gestirà il negozio di famiglia Grieg da un miliardo di dollari a Rogaland

Potrebbe essere la seconda azienda più grande in Scozia

Se l’offerta viene accettata e approvata dalle autorità garanti della concorrenza, la fusione potrebbe portare al secondo più grande allevatore scozzese, con una produzione di quasi 50.000 tonnellate, che è dietro l’attività di Mowis Scotland che ha avuto un raccolto di 52.700 tonnellate l’anno scorso.

Il volume del raccolto SSF ha raggiunto le 26.000 tonnellate. Nel frattempo, l’attività Shetland di Grieg ha prodotto tra 11.000 e 15.000 volumi di raccolto dal 2016.

DNB ha gestito il processo di vendita per il business delle Shetland, iniziato nel novembre dello scorso anno.

Leggi anche

I valori di Salmon raggiungono i 140 miliardi dalla borsa: – Non siederà a Monaco a contare i soldi

Prezzo di vendita stimato

In una nota ai clienti a seguito del rapporto del terzo trimestre di Grieg nel novembre 2020, Christopher Robin Venter, analista del salmone presso Sparebank1 Markets, ha pubblicato le sue previsioni su chi avrebbe acquistato le Shetland, iLaks Books.

Allo stesso tempo, il prezzo di acquisto è stato stimato tra un miliardo e due miliardi di corone.

I potenziali acquirenti sono ovviamente Bakkafrost, ma anche Scottish Sea Farms/Norskott Havbruk (di proprietà 50/50 di Lerøy Seafood Group e SalMar), Cooke Aquaculture o potrebbe anche emergere un nuovo acquirente, ha detto al sito web del settore.

Leggi anche

Investitori famosi si sono concentrati sui pionieri del salmone norvegese

Notificato in precedenza

Grieg Seafood in precedenza aveva provato a vendere l’azienda e aveva annunciato Nel 2019 Stanno valutando di sbarazzarsi dei cinque stabilimenti della società sull’isola di Skye in Scozia. Grieg Seafood possiede la quota maggiore della sua produzione britannica nelle Shetland.

Dopo un attacco di meduse la scorsa estate, le operazioni in Scozia sono terminate. All’epoca, il CEO Andreas Kvamie disse a E24 di aver “accelerato il processo” che stavano facendo, senza entrare in ulteriori dettagli.

Leggi anche

Gli investitori famosi vengono immediatamente rimossi dal menu del salmone

«Ottieni sinergia»

L’azienda di acquacoltura ha già confermato nel 2019 che la distanza tra la produzione in Scozia e Shetland è grande, e questo si traduce in “poche sinergie”.

– Abbiamo gestito le utenze sulle due isole come un’unica unità, ma c’è già molta strada per farlo. Allo stesso tempo, Skye è troppo piccola per operare come unità separata, ha dichiarato a E24 il direttore delle comunicazioni Christina Furness l’anno scorso.

Quindi, un sacco di attrezzature devono essere inviate avanti e indietro tra le due aree, ha spiegato.

tutte le sedi

A febbraio, Grieg Seafood ha posticipato il suo dividendo dopo un altro trimestre debole della corona.

L’azienda di piscicoltura è ancora caratterizzata dai prezzi bassi del salmone legati all’epidemia. Sebbene il mercato a breve termine rimanga incerto, l’azienda scrive che sembra molto più luminoso in futuro e ha mantenuto obiettivi di macellazione a lungo termine.

Come previsto, anche l’ultimo trimestre del 2020 è stato segnato dalla pandemia di Corona. Andreas Kvamie, CEO di Grieg Seafoods, ha dichiarato nell’annuncio della borsa che la chiusura in Europa e lo spostamento della domanda da hotel e ristoranti alla vendita al dettaglio hanno influito in modo significativo sui prezzi.

Finora quest’anno, gli allevamenti di salmone sono scesi dell’otto percento in borsa. Nell’ultimo anno, la quota della società è scesa di quasi il 20%.

READ  - Influisce in modo significativo sul commercio al dettaglio - E24