Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Guerra – Esperti norvegesi: questo è il nuovo piano di Putin

La Russia nelle ultime settimane ha spostato le sue forze dalla regione di Kiev, affermando che l’obiettivo ora è la “completa liberazione” del Donbass.

La regione è composta dalle province di Donetsk e Luhansk e nel 2014 è stata anche oggetto di aspri combattimenti tra l’esercito ucraino e i separatisti sostenuti dalla Russia.

I separatisti hanno occupato circa un terzo delle province di Donetsk e Luhansk dal 2014 e sono fuori dal controllo delle autorità ucraine.

rivendicare la vittoria

Il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu Il presidente Vladimir Putin afferma che la Russia ha vinto la battaglia di Mariupolha riferito ieri Reuters.

Allo stesso tempo, Putin ha affermato che i soldati ucraini stanno ancora combattendo nelle acciaierie dell’Azovstal.

Alto Paese ucraino: il presidente russo Vladimir Putin ha ordinato alle sue truppe di non prendere d’assalto l’ultima roccaforte ucraina rimasta nella città assediata di Mariupol, ma di bloccarla “in modo che nessun volo passi”. La foto è stata scattata il 24 febbraio. Foto: Sergei Grits/AP/NTB
Mostra di più

Il vice primo ministro ucraino chiede, secondo Reuters, che la Russia costruisca un corridoio umanitario per evacuare le acciaierie civili. All’inizio di questa settimana, le autorità cittadine hanno annunciato che potrebbero esserci fino a 1.000 civili all’interno dell’acciaieria.

All’incontro con Shoigu, Putin ha ordinato di non assaltare le acciaierie, che era il piano originale, ma piuttosto di circondarle.

Secondo Reuters, chiudere l’area in modo che nemmeno una mosca potesse passare avrebbe dovuto essere il chiaro messaggio di Putin al suo ministro della Difesa.

Si dice che Putin si sia congratulato con Shoujo per “l’operazione di successo” a Mariupol.

Ciò non è stato confermato da fonti diverse dalle autorità russe.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, secondo l’agenzia di stampa Interfax, ha affermato che le autorità ucraine stanno facendo tutto il possibile, ma al momento è impossibile penetrare le linee russe a Mariupol.

Colpi di tempesta: Il presidente russo Vladimir Putin ha ordinato al ministro della Difesa Sergei Shoigu di reprimere l’assalto alle acciaierie Azovstal. 21 aprile 2022. Video: Reuters/Rosiga 24. Reporter: Vigard Krueger
Mostra di più

Ha continuato dicendo che dal 95 al 98 per cento di tutti gli edifici della città sono stati distrutti.

poteri di riposo

– Come ora a Mariupol, solo Azovstal è sotto il controllo ucraino. Penso che questo sia qualcosa che Putin ha escogitato con cui si può convivere fino a nuovo avviso.

L’ex tenente generale e osservatore dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa, Arne Bord Dalhaug, ha detto a Dagbladet, dopo che i russi hanno affermato di aver preso Mariupol giovedì.

Ha continuato dicendo che credeva che i russi avrebbero rilassato le loro forze prima che fossero infine utilizzati nei combattimenti nel nord.

Sarebbe una normale mentalità militare, dice Dalhaug.

Non sorprende che i russi abbiano affermato di aver vinto le battaglie a Mariupol.

Fuori dalla stanza delle bombe: una famiglia si prepara a lasciare la stanza delle bombe a Mariupol orientale per la prima volta in più di un mese.  La foto è stata scattata il 14 aprile.  Immagini Massimiliano / Shutterstock / NTB

Fuori dalla stanza delle bombe: una famiglia si prepara a lasciare la stanza delle bombe a Mariupol orientale per la prima volta in più di un mese. La foto è stata scattata il 14 aprile. Immagini Massimiliano / Shutterstock / NTB
Mostra di più

– È qualcosa che è stato anticipato per molto tempo. La città fu isolata quasi dall’inizio della guerra. Quello che fu un miracolo fu che la città resistette così a lungo.

Dallhog dice anche che è importante che i russi facciano sembrare questa vittoria, poiché i combattimenti vanno avanti da molto tempo, ma in realtà i russi hanno dimostrato quanto siano inadatti a questo tipo di battaglia.

L’ex generale credeva che i russi non avrebbero attaccato le acciaierie di Azovstal, per limitare le perdite a Mariupol.

– Da un punto di vista puramente strategico e militare, questo approccio è abbastanza ragionevole dal punto di vista russo.

– Difficile

Le dimensioni delle vaste aree che Putin e la Russia hanno conquistato attraverso la nuova offensiva saranno cruciali per i nuovi negoziati tra Ucraina e Russia.

– È difficile per Zelensky rinunciare a qualche territorio. Il professor Joe Jacobsen dell’NTNU dice a Dagbladet che non può apparire come un perdente.

Allo stesso tempo, crede, anche Putin non può sembrare debole. I due presidenti hanno opinioni molto diverse su una soluzione praticabile a possibili nuovi negoziati.

– Possono trovare una soluzione, ma in linea di principio penso che abbiano un punto di partenza altrettanto difficile come nel conflitto tra Israele e Palestina, afferma Jacobsen.

Si ritiene che la Russia abbia sottovalutato quanto sia difficile controllare vaste aree di territorio in Ucraina.

“Per Putin è un problema che il sostegno della popolazione ucraina locale sia molto inferiore a quello che inizialmente pensava il Cremlino”, dice Jacobsen.

– Lo rende difficile da controllare.

Morte: Vlad Menchenko (44) è un volontario a Potzja. Quasi tre settimane dopo che gli ucraini hanno preso il controllo del sobborgo di Kiev, sono ancora in corso i lavori per seppellire i morti.
Mostra di più

Quando la Russia ha annesso la Crimea nel 2014, sono andati al tavolo coperto. Ciò significa che la popolazione locale era più legata alla Russia.

Putin ora vive in una popolazione che è linguisticamente, economicamente e culturalmente legata alla Russia. Questo non significa necessariamente che queste persone apparterranno alla Russia, dice il professore.

Con questo punto di partenza, sarà difficile per la Russia controllare nel tempo vaste aree.

– Pulizia etnica

– Se ciò accade, Putin può bandire le persone che non supportano le linee politiche del Cremlino. Ciò può portare a una minore opposizione politica e facilitare l’amministrazione dei territori.

Putin deve fare un certo tipo di pulizia etnica per ottenere il controllo, aggiunge Jacobsen.

Ricorda che i ceceni, che avevano combattuto per due secoli contro l’impero russo, hanno effettivamente messo a tacere e pacificato dopo che i russi hanno sovvertito ogni resistenza.

In Ucraina, la pulizia etnica ha meno senso che in molti altri luoghi, dove è difficile distinguere tra russi e ucraini.

– Penso che possa dipendere da scelte strategiche e che possiamo provare una versione più ampia di ciò che è accaduto a Luhansk e nel Donbass nel 2014. Il conflitto può essere prolungato e irrisolto, dice il professore NTNU a Dagbladet.

Importanza

L’attacco a Mariupol va avanti da quasi due mesi. La città nell’est del paese è importante per la Russia per diversi motivi.

La vittoria qui significava che i soldati russi potevano essere ridistribuiti altrove nella regione del Donbass. Le grandi forze erano limitate qui.

L’occupazione di Mariupol sarebbe anche un passo importante verso la sicurezza di un corridoio di terra tra la Crimea occupata e le parti della regione del Donbass controllate dai separatisti.

Ciò garantirebbe il controllo russo di gran parte della costa ucraina verso il Mar Nero.

Aggiornamento: un soldato russo informa una donna sulla situazione a Mariupol orientale.  Si nascondeva sottoterra da più di un mese.  La foto è stata scattata il 18 aprile.  Foto: Maximillian Clarke/Shutterstock/NTB

Aggiornamento: un soldato russo informa una donna sulla situazione a Mariupol orientale. Si nascondeva sottoterra da più di un mese. La foto è stata scattata il 18 aprile. Foto: Maximillian Clarke/Shutterstock/NTB
Mostra di più

Il ministro della Difesa russo Shogo afferma che 179 veicoli blindati hanno preso il controllo della città. Ha inoltre affermato che 1.478 soldati ucraini si erano arresi, secondo il sito web del Cremlino.

obiettivo difficile

Le acciaierie Azovstal di Mariupol sono state oggetto di pesanti combattimenti negli ultimi giorni.

L’acciaieria copre un’area di 11 chilometri quadrati e attualmente ospita circa 2.000 soldati e 1.000 civili.

Le truppe ucraine si sono rintanate all’interno delle enormi acciaierie e le autorità russe hanno dato loro un ultimatum alla resa.

Non lo fanno.

Tuttavia, non solo le forze russe in passato hanno attaccato Mariupol.

Secondo il relatore di Kharkiv, Ihor Terekov, nella sua città sono in corso aspri combattimenti.

Terekhov ha affermato, secondo Reuters, che la città è sotto un intenso bombardamento.

Kharkiv si trova nel nord-est dell’Ucraina, a circa 40 km dal confine russo e ha una popolazione naturale di 1,5 milioni.

La città è stata anche colpita da numerosi bombardamenti all’inizio della guerra e il numero degli sfollati è sconosciuto.

READ  L'Unione Europea si impegna a riaprire completamente i confini per la vaccinazione - E24