Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Han (50) ha incontrato l’amore della sua vita in età adulta

Han Urstavik (50) è nata a Tanna, a est del Finnmark, e si è trasferita a Oslo quando aveva 16 anni. Ha debuttato con “Hack” nel 1994. Ora è ora con il libro # 15; “Ten Amu” – Ti amo.

Ha ricevuto diversi premi letterari, tra cui il Premio Brage nel 2004, il Premio Ascheoug per tutti i suoi scritti nel 2007 e nel 2010 è stata selezionata come Poeta al Festival di Bergen.

Lei stessa afferma che il tono principale dell’autorialità sono le domande su cosa sia l’amore e su come imparare l’amore.

Ha divorziato molti anni fa e quando sua figlia Mary si è trasferita negli Stati Uniti per studiare, si è sentita pronta a incontrare un uomo.

Vedi l’intervista con la scrittrice Hanne Ørstavik all’inizio del caso.

Primo incontro

Al Festival della letteratura di Lillehammer 2016, Hahn ha incontrato l’editore italiano Luigi Spagniol.

Cosa ricordi dal loro primo incontro?

– Salite le scale dell’hotel. Ho sentito un’attrazione infinita verso questa persona, vestita con abiti estivi luminosi e antiquati, molti capelli e poco tempo come uomo. Ho sentito l’amore, ha detto, buongiorno, Norvegia.

Innamorato: quando ha visto Han Luigi per la prima volta, si è resa conto che questo era l’amore della sua vita. Foto: privato

Durante la cena di stasera, si sono assicurati di sedersi insieme. Pochi giorni dopo, Orstavik chiese a un editore di visitare la sua casa. Poi l’ha accettato a malapena.

Tre settimane dopo, si sono incontrati di nuovo a Venezia, in Italia. Quindi Luigi ha trovato il calendario e ha pubblicato i risultati della ricerca nei prossimi tempi.

Da allora, sono stati separati per non più di una settimana.

Amore in età adulta

Come ci si sente a incontrare di nuovo l’amore in età adulta?

– L’ho incontrato il 26 maggio. è stato fantastico. È l’amore della mia vita, perché l’amore che condividiamo mi ha colpito a un livello così profondo. Sentirsi veramente amati, sentirsi i benvenuti, tornare a casa ed essere accettati – è stato incredibilmente grande. Dopo aver dato alla luce mia figlia, questa è la più grande e la più bella che abbia mai conosciuto.

Hanne dice che ha passato tutta la sua vita a scrivere e scrivere per imparare ad amare. Mai provato prima. Pertanto, è in terapia psicomotoria da 25 anni.

Cosa ti ha dato questo trattamento?

Una data importante: si sono incontrati il ​​26 maggio 2016 a Lillehammer.  La data era così importante per loro che erano incise sulle loro fedi nuziali.

Una data importante: si sono incontrati il ​​26 maggio 2016 a Lillehammer. La data era così importante per loro che erano incise sulle loro fedi nuziali. Foto: privato

– Era di fronte alla vita? Con mia figlia? O è stato l’incontro di Luigi e cosa ha ottenuto in me e come ho lavorato con il terapeuta? Mi sono sentito riservato e benvenuto. Il trattamento ha aiutato. Probabilmente ho sofferto di profonda depressione sin dalla nascita. Ha lasciato il tetto. La tristezza che era il tono principale in me è svanita.

Si trasferisce in Italia

Hanne ha scelto di trasferirsi a Milano, in Italia, per vivere con Luigi. La vita era molto bella lì. Ho imparato l’italiano e il norvegese. Secondo lei, questa era una delle cose adorabili che hanno fatto insieme.

Luigi era un editore e artista visivo addestrato. Gli piaceva molto dipingere, cosa che ha fatto sempre di più quando l’Italia ha chiuso a causa del Coronavirus.

Inoltre, dice che è speciale che due artisti vivano insieme. Hanno una comprensione del mondo interiore l’uno dell’altro. C’è una grande stanza dove possono stare insieme come artisti. Potevano stare zitti insieme e questo andava bene.

La vita ha preso una svolta sorprendente

L’amore che provò nell’incontrare quest’uomo prese una svolta sorprendente quando si ammalò gravemente. Aveva un cancro al pancreas.

Luigi si ammala sempre di più. È iniziato gradualmente con il mal di schiena. Han lo notò per la prima volta come un cambiamento di energia in lui e lo spiegò come se l’energia fosse stata assorbita da esso.

Matrimonio: Hanne Ørstavik e Luigi Spagnol si sono sposati nel 2019. Un anno dopo essersi ammalato gravemente.

Matrimonio: Hanne Ørstavik e Luigi Spagnol si sono sposati nel 2019. Un anno dopo essersi ammalato gravemente. Foto: privato

Si sono resi conto che quello che hanno detto i medici era un tipo di cancro cronico e curabile. I medici avevano una prospettiva temporale di tre mesi alla volta.

Come avete parlato insieme del tempo futuro e della sua diagnosi letale alla fine?

– Non ne abbiamo parlato. È diventato molto spaventato e spaventato a morte. Fu preso dal panico e sembrava impotente nella sua paura. Hai fatto una scelta. Dovrebbe essere autorizzato a controllarlo. Non è stato facile. Era la sua vita, il suo corpo e la sua morte.

Dice che in passato, dopo la sua morte, parla spesso con Luigi dentro di lei. Poi gli ho detto quanto fosse difficile per loro non poter parlare insieme della sua morte.

ti amo

Lo scrittore Han Orstavik prese una penna e iniziò a scrivere “Te Amo” – I Love You. Quando scrivi, puoi essere malinconico.

Scrivere è stato auto-medicamentoso per te ?

– Era più grande della cura. Nel libro, potrei essere un luogo che non possiamo condividere. Oggi posso tornare al libro ed esserci. Questo è ciò di cui parla la letteratura.

Suo marito Luigi sapeva che ne scriveva ed era orgoglioso di lei. Ha anche visto la copertina rosa del libro prima della sua morte nel giugno 2020.

Luigi Spagniol voleva che le sue ceneri fossero sparse in Norvegia. Han è felice di questo. Ho pensato che fosse bello averlo qui come parte della natura.

Sebbene sia triste per l’amore della sua vita, dice a Good Morning Norway che è meraviglioso vivere.

– È così meraviglioso amare e piangere così tanto che il cuore schizza. Conclude che questo di per sé è un dono, per quanto doloroso possa essere.

La figlia Marie Ostavik (24) ha realizzato il film “Te Amo”. Riguarda la madre e l’amore della sua vita, Luigi.

Guarda il film “Ti amo” per lei:

READ  George Clooney ammette di uno "stupido" errore paterno con il suo gemello