Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

I fondatori vogliono risolvere un problema enorme per molti africani

Banca Mondiale Stime Il 70% della popolazione mondiale non ha la documentazione ufficiale della propria proprietà.

In molti paesi africani, gran parte della carenza è dovuta al fatto che una persona può possedere proprietà mentre altre hanno il diritto di utilizzare la proprietà.

– Crea un conflitto tra il proprietario del terreno e la persona che ha il diritto di usufrutto. Il problema che vogliamo risolvere è sconosciuto a molti norvegesi, ma è enorme in tutto il mondo, afferma il fondatore e amministratore delegato di Titl, Benjamin Porvatten Owen.

Il prodotto Titl è una piattaforma che collega i proprietari terrieri con gli inquilini (persone che hanno il diritto di utilizzare). Le persone possono pagare l’affitto, richiedere l’approvazione della vendita dell’usufrutto e ottenere una ricevuta di diritto.

La piattaforma è disponibile tramite USSD Una tecnologia che consente a chiunque abbia accesso a un telefono (smartphone e non) di utilizzare la piattaforma.

Il primo mercato ad entrare in Titl è l’Uganda.

L’isola è stata alcuni anni fa un soggiorno di ricerca nel paese. Poi c’era una cosa in particolare con cui stava interagendo nel paesaggio urbano della capitale, Kampala.

Gli striscioni non in vendita sono una vista comune in molti paesi africani. Questo vale per tutto, dalle case allo spazio terrestre

– Ho notato quante case sono contrassegnate come “non in vendita” intorno a Kampala. Il motivo era, tra l’altro, la sovrapposizione dei diritti.

– Per caso, ho incontrato il co-fondatore Zack in un bar durante il mio primo fine settimana in campagna. Abbiamo chiacchierato e dopo un po’ ho scoperto che Zach era un norvegese – ugandese con quattro anni di esperienza nel settore immobiliare in Uganda. Oyan dice, abbiamo preso un caffè più tardi e abbiamo deciso di iniziare una festa.

READ  Il famoso scienziato marino ed ex capo della National Oceanic and Atmospheric Administration Jane Lubchenko parlerà alla cerimonia di laurea 2021

A lungo termine, l’obiettivo è espandersi in paesi come Ghana, Kenya, Indonesia, Filippine e Nigeria.

I fondatori di Titl Grunderne

  • Zachary Mugabe HavaldsenNorvegesi ugandesi cresciuti a Trondheim e Kampala.
  • Ha studiato economia alla Brunel University di Londra.
  • In precedenza ha lavorato per la società immobiliare Knight Frank e negli ultimi 4-5 anni ha risolto controversie sulla proprietà in Uganda.
  • Ha anche creato diverse società in Uganda prima. Vivi a Kampala.
  • Benjamin Bjorvaten Oyan: Ha conseguito un Master in Business Analytics presso NHH e un BA in Scienze cognitive presso UiB.
  • Ha conseguito un Bachelor of Science da NHH.
  • Ha lavorato per la Banca Mondiale e ha aiutato a trovare la vita a Bergen.

Poco controllo su chi possiede cosa

I clienti di Titl sono proprietari di terreni e locatari di immobili con diritti sovrapposti.

Il padrone di casa è la persona a cui viene venduto, il numero medio di inquilini in un locatore è di circa 200 inquilini. Alcuni ne hanno diverse migliaia.

Il proprietario paga per la qualificazione degli inquilini.

– Ciò significa che il servizio non sarà più costoso per gli inquilini rispetto all’attuale alternativa. Questo è importante perché alcuni affittuari hanno poco reddito fisso, dice Owen.

L’alternativa di oggi è pessima per tutte le parti. Le persone che hanno il diritto di usare lottano per dimostrare di avere il diritto di vivere. Ciò significa che possono essere sfrattati dalla loro casa anche se vi abitano da 20 anni. D’altra parte, i proprietari terrieri lottano con nuove persone che pretendono di avere il diritto all’usufrutto e alla stabilità della proprietà. Se i proprietari terrieri non identificano coloro che si sono intrufolati entro un certo tempo, i cecchini avranno diritti reali sulla casa due anni dopo, dice Havaldsen.

READ  - Nessun campo di soccorso - NRK Norvegia - Panoramica delle notizie da diverse parti del paese

Le persone che si infiltrano nella proprietà possono distruggere il valore della proprietà e creare conflitti.

Controversie tra proprietari terrieri e affittuari, così come nuovi e vecchi inquilini perché gli inquilini che hanno un diritto reale perdono il diritto d’uso a scapito di chi vi si infiltra.

Il padrone di casa fatica a vedere la differenza. Questo alla fine rende alcune proprietà dormienti.

Inoltre, ci sono molte sfide con il furto di interessi da parte di terzi e il mancato rispetto, inclusa la concessione di prelazione ai proprietari terrieri, che invalida molte transazioni relative ai diritti d’uso. Sfortunatamente, è abbastanza, dice Oyan.

Diversi nomi sono conosciuti dall’investitore

I fondatori dicono che ci sono tre cose importanti che Titl fa:

1. Facilita la gestione della proprietà e degli inquilini

2. Fornisce maggiori entrate dalle transazioni sui diritti di locazione e di utilizzo

3. Assicura la proprietà o il diritto d’uso

Oggi ci sono tre fonti di reddito: per ogni inquilino si identificano al locatore, per ogni accordo negoziato tra locatore e conduttore e la quota di ogni transazione sulla piattaforma di pagamento di Titl.

L’azienda ha ricevuto chiarimenti sul mercato e sovvenzioni di marketing da Innovation Norway. Di recente, hanno completato un tour degli angeli del valore di 2,5 milioni di corone.

– Abbiamo cercato tre cose quando volevamo raccogliere fondi. C’erano investitori esperti dall’Africa orientale, che sono bravi nelle cose in cui non siamo bravi, così come persone che possono reinvestire.

Hanno finito con un pacchetto di 18 investitori che insieme completano bene queste esigenze. Alcuni degli investitori sono: Carsten Hjelde, Bernt Tallaksen, Torbjørn Furuseth, Per John Thorenfeldt, Bettina Lundkvist, Eric Christian King e Startup Norway.

READ  "Scienza, ingiustizia e terrificanti troll online"

mercato difficile

Essere una startup, con il mercato numero uno in Africa orientale, presenta sfide che altri imprenditori non possono immaginare.

– È difficile avere successo con l’avvio. Le startup in Africa orientale sono più difficili. Owen afferma che ciò è in parte dovuto al fatto che i processi burocratici nei settori pubblico e privato richiedono molto più tempo rispetto alla Norvegia.

– Inoltre, abbiamo meno infrastrutture digitali su cui facciamo affidamento, ad esempio BankID per la verifica. Fortunatamente, c’è un cambiamento qui e ci sono molte cose eccitanti che stanno accadendo in questo momento. Tra le altre cose, fallo lavorare in uganda (Di proprietà della Norvegia) Ottimo lavoro nella creazione di BankID in Uganda, afferma Havaldsen.

La burocrazia e i “movimenti di potere” di persone in posizioni di potere sono state tra le maggiori sfide affrontate dagli imprenditori.

Il primo MVP (Minimum Viable Product) e modello di business dell’azienda era un semplice sistema di rilevamento del terreno che doveva essere introdotto nella piattaforma di pagamento.

D’altra parte, l’agrimensura richiede un pollice in su da un politico regionale. Ci vuole un minuto per ottenere l’approvazione.

– Abbiamo dovuto aspettare 6 mesi per l’approvazione, e quando è arrivato per la prima volta ha cambiato idea durante la registrazione. Ciò ha reso difficile testare le cose rapidamente.

Quindi abbiamo capovolto il modello e siamo finiti nel punto in cui ora ci stiamo concentrando sul collegamento tra proprietario e inquilino piuttosto che fare un’indagine sul terreno. “Imparare bruciando”, dice Oyan con un sorriso.