Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

I giovani britannici non sono d’accordo sulla casa reale – NRK Urix – Notizie e documentari esteri

In Gran Bretagna c’è lutto nazionale.

A Londra, ritratti e memoriali del defunto re sono ovunque.

Fermate autobus, vetrine e prime pagine dei giornali Patrocinato dalla regina Elisabetta.

Cani di piccola taglia vagano con nastri neri in lutto alla cintura e le persone fanno la fila a Buckingham Palace per deporre fiori.

I manifesti pubblicitari sono stati sostituiti con un’immagine della regina in una stazione degli autobus di Londra.

Foto: Felipe Dana/AP

Le trasmissioni televisive e radiofoniche sono state sostituite da trasmissioni in diretta della regina, della casa reale e di ciò che accadrà dopo.

Le trasmissioni vengono trasmesse sui cellulari, sui taxi e nei luoghi più sacri: i bar.

All’interno dei Cavalieri Templari, nel centro di Londra, la radio della BBC viene trasmessa su un grande schermo.

Trasmissione senza audio. Nessuno sta guardando.

Pub londinese - Queen Elizabeth

Sopra il pavimento, appena sotto il soffitto, la BBC trasmette in un pub nel centro di Londra.

Foto: Ingrid Emily Waller/NRK

tristezza strappata

Non mi interessa davvero, francamente Matt Morbin, 28 anni, risponde alle domande su come si sente riguardo alla monarchia britannica.

– È un’istituzione rispettabile, ma non mi piace, aggiunge.

Su sedie marroni, lui e cinque colleghi si siedono a una tavola rotonda e sorseggiano qualche birra alla fine della giornata lavorativa.

Pub londinese - Queen Elizabeth

Matt Morbin (a destra) e Fred Wheeler (a sinistra) al bar con i colleghi dopo il lavoro.

Foto: Ingrid Emily Waller/NRK

Matt Morbin (a destra) e Fred Wheeler (a sinistra) al bar con i colleghi dopo il lavoro.

Foto: Ingrid Emily Waller/NRK

Ovviamente parlavano della regina. Quando è arrivata la notizia, si è diffuso il passaparola.

Ma il lavoro il giorno successivo era quasi normale. Sondaggio YouGov Da maggio dell’anno scorso mostra la stessa cosa. Il sostegno alla famiglia reale sta diminuendo tra i giovani britannici di età compresa tra i 18 e i 24 anni.

Le cifre mostrano che il 41% della fascia di età ritiene che la Gran Bretagna dovrebbe avere un capo di stato eletto dal popolo, mentre il 31% vuole che la monarchia continui come prima.

Nel 2019, un sondaggio simile ha mostrato che quasi la metà (46%) sostiene la monarchia e che il 26% vuole un leader eletto dal popolo.

YouGov scrive che il sondaggio è stato condotto dopo che Oprah Winfrey ha incontrato il principe Harry e la duchessa Meghan.

La persona che è fortemente in disaccordo con Matt Morbin è amico e collega di Fred Wheeler (27).

È regale nel cuore.

– Amo la famiglia reale. La mia famiglia ci ha riuniti per una festa ad ogni matrimonio, anniversario e simili. Dice: Appendiamo le bandiere, tiriamo fuori tutte le decorazioni che abbiamo e le segniamo correttamente.

Pub londinese - Queen Elizabeth -

Matt Morbin (il) e Fred Wheeler (a sinistra) non sono completamente d’accordo nelle loro opinioni sulla casa reale britannica.

Foto: Ingrid Emily Waller/NRK

Quando il 27enne era in vacanza durante il 70° compleanno della regina all’inizio di quest’anno, ha portato con sé una figura di cartone della regina durante il viaggio.

Non sono sicuro di Carlo

A un tavolo accanto a lei due uomini udirono i discorsi della casa reale.

Sono sulla quarantina ed è chiaro che la regina Elisabetta era e sarà unica nella storia della monarchia.

Allo stesso tempo, scherzano sul fatto che suo figlio, re Carlo, non ha la possibilità di riempire i panni della regina.

E se dobbiamo credere ai termini intorno ai tavoli, il nuovo re avrà un po’ di fatica.

Pub londinese - Queen Elizabeth

Una rappresentazione satirica di come potrebbe essere una moneta di Re Carlo.

Foto: Ingrid Emily Waller/NRK

I frequentatori del bar non sono soli secondo loro. Re Carlo III ha molte sfide da superare.

– Ma è migliorato con l’età. “Penso che la gente non lo abbia mai perdonato per Diana”, dice Matt Morbin.

non sorpreso

A un paio di stazioni di distanza il tubo Le tre amiche Emma Preston (26), Connie Morfitt (25) e Gabriella Earl (27) si alzano e parlano in particolare della regina Elisabetta.

Per Preston e Morfitt, la notizia non è stata una sorpresa. Conoscono persone nella BBC e nel governo.

Ho sentito le voci sulla morte molto prima che fossero nelle notizie, dice Preston.

Ma per Earl, la notizia è stata uno shock.

London Pop 2 - La regina Elisabetta

Emma Preston, Connie Morfitt e Gabriella Earl (a sinistra) posano fuori da un bar nel centro di Londra.

Foto: Ingrid Emily Waller/NRK

– Ero fuori con la mia ragazza quando è successo, in realtà. Era una festa piena e una bella atmosfera, ma all’improvviso il DJ ha spento la musica e ci ha detto cosa era successo, ha detto.

È diventato completamente silenzioso. La gente si sedeva e parlava della regina. La festa è finita.

– Ho quasi pianto.

Coloro che significano qualcosa, lo intendono duro

Gli amici concordano sul fatto che hanno un grande rispetto per il lavoro che la regina ha svolto negli ultimi 70 anni.

Allo stesso tempo, non sono solo entusiasti della monarchia.

Pub londinese - Queen Elizabeth.  Due ragazze con i capelli castani in piedi fuori a bere birra/bevanda.  Entrambi hanno le parti superiori scure e sorridono in direzioni diverse.

Connie Morfitt (a sinistra) e Gabriella Earl (a sinistra) non sono solo felici nella casa reale britannica.

Foto: Ingrid Emily Waller/NRK

Il principe Andréj, per esempio. O il colonialismo, menziona Morphet come esempi di cose che non ti piacciono.

– e tutta la fanfara con il principe Harry e Meghan Markle, aggiunge Preston.

Dice che il suo feed di Instagram venerdì mattina era troppo diviso nella sua visione della morte.

La metà piangeva la perdita della regina.

L’altra metà ha detto che nemmeno lei è perfetta. E lontano da lì.

L’unica cosa su cui tutti possono essere d’accordo è che coloro che significano qualcosa, lo intendono molto duramente.

READ  Stato di scomparsa: - Assente da 14 anni: