Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

I norvegesi mettono radici in Piemonte

I norvegesi mettono radici in Piemonte

Questo articolo è stato pubblicato per la prima volta in Capitale di viaggio.

Italia: La posizione del Piemonte fa notare che deve essere una delle migliori destinazioni di viaggio in Europa: vicino al Mediterraneo e alle Alpi, e il più vicino ad alcune delle attrazioni turistiche più attraenti di Francia e Svizzera.

La regione confina sia con il massiccio del Monte Bianco che con l’eldorado all’aperto del Gran Paradiso, con Torino come capoluogo ai margini della fertile Pianura Padana.

Non c’è da stupirsi che la storia del Piemonte sia una storia di conquista dall’estero. Iniziò con i gruppi celtici liguri, seguiti dai romani, nonché da un certo numero di occupanti a lunga distanza durante il periodo delle migrazioni. La regione fu assoggettata più volte ai principi di Savoia e agli imperatori asburgici, prima di entrare a far parte del Regno di Sardegna, fino all’indipendenza d’Italia nel 1861.

Alcuni decenni fa, i visitatori sempre più amichevoli hanno mostrato i loro volti, quando il turismo ha iniziato a contribuire seriamente alla ripresa economica del nord Italia.

In primo luogo, gli amanti del vino e un gregge sempre più numeroso di vacanzieri culinari si sono riversati qui. “Negli ultimi anni è emersa una nuova ondata di sopravvissuti italiani. Sempre più di loro stanno abbastanza bene da acquistare vigneti e case per le vacanze”, afferma il norvegese Cecil Hansen, che vive qui da 15 anni.

Viaggia nelle grandi città di Torino, Genova o Milano.

È anche possibile volare a Nizza e noleggiare un’auto (tre ore in macchina).

In ogni caso, è necessaria un’auto per navigare nel territorio montuoso del Piemonte, poiché i trasporti pubblici richiedono tempo.

La stagione è lunga. Da Pasqua a fine novembre. A settembre c’è la vendemmia. In ottobre e novembre si caccia il tartufo bianco.

La famosa sagra del tartufo ad Alba va dall’inizio di ottobre all’inizio di dicembre (quest’anno si conclude il 5 dicembre).

Il top del locale Museo del Barolo Merita una visita, offre una buona visuale del meraviglioso paesaggio.

Merita una visita Torino – la “capitale” del Piemonte – con le sue belle piazze, i bei musei e la Venaria Reale, la magnifica reggia dei Savoia.

Posizione www.agriturismo.it Fornisce una panoramica pratica con la possibilità di selezionare un’area e leggere le recensioni.

Sogno Italia: l’agente immobiliare Cecil Hansen ha giorni intensi. Il sogno di una casa vacanza nel nord Italia si sta diffondendo rapidamente nel mercato norvegese. Foto: privato

posto al sole

Ma l’afflusso deve ancora avvicinarsi, trasformando la Toscana in una delle destinazioni più ambite al mondo.

READ  I giganti della tecnologia scendono drasticamente dopo un'inflazione superiore al previsto: il proprietario di Google è in calo di oltre il cinque percento

– Neanche i piemontesi vogliono andarci, aggiunge l’agente immobiliare norvegese, che con il marito inglese ha messo radici qui.

Rischiano di diventare comparse nelle loro vite. Il Piemonte appare ancora agli italiani come l’Italia.

Dopotutto, lo era cibo al rallentatore nato qui (mangia lentamente– L’Università degli Studi di Polenzo si trova nei pressi di Alba), per valorizzare e preservare le originali tradizioni gastronomiche offerte dal Piemonte e dal resto d’Italia. Questo, a sua volta, ha portato ad un maggiore interesse, senza che orde incontrollabili di visitatori invadano la zona. Molti, inoltre, sono aggrappati alla speranza che sia il turismo ad aiutare gli agricoltori, anche se la vicina Lombardia è stata l’epicentro della rapida diffusione dell’epidemia.

Per molto tempo, il nord della Liguria ha dovuto insediarsi all’ombra dei vigneti toscani i cui pittoreschi paesaggi sono stati immortalati da secoli da famosi artisti visivi.

Ma finalmente il Piemonte ha preso il suo posto al sole, un fratellino che è cresciuto e ha attirato l’attenzione degli intenditori di vino di tutto il mondo. Ci è voluto molto tempo, perché parti del territorio piemontese sono aspre e mascoline, con ripide colline e valli, che richiedono uno sforzo maggiore dai vigneti.

Sebbene gli ingredienti freschi e la cucina casalinga della migliore qualità siano uno dei motivi della popolarità dell’agriturismo, la regione vinicola piemontese può offrire anche ristoranti, trattorie e osterie di prim’ordine:

Ristorante Bufalo Nell’affascinante Barolo: ottima cucina, cantina e vista.

Trattoria Antica Torre nel cuore del Barbaresco: propone piatti autentici della regione.

Ristorante Belbo di Bardon a San Marzano: atmosfera rustica e fresca in un vecchio vigneto.

Piazza Duomo Ad Alba: un esclusivo ristorante stellato Michelin di prim’ordine.

niente beola Ad Alba: uno dei posti migliori per la famiglia Ceretto. Atmosfera elegante e confortevole.

Osteria di Boccondivino Si trova a Bra & Pollenzo, i mangia lentamente– Sede centrale. Nuovo menù tutti i giorni.

La vista: La regione Piemonte si estende dalle rive del Mediterraneo ai vigneti ricoperti da fattorie.  Da lì, a nord, si possono vedere le cime alpine che svettano verso il cielo.  Foto: Arild Molstad / Kapital Reise

La vista: La regione Piemonte si estende dalle rive del Mediterraneo ai vigneti ricoperti da fattorie. Da lì, a nord, si possono vedere le cime alpine che svettano verso il cielo. Foto: Arild Molstad / Kapital Reise

lunga stagione

Da cui prende il nome l’uva Nebiolo, che viene coltivata nei migliori vigneti beccoche in italiano significa nebbia.

Spesso è cespuglioso su vigneti e valli quando le uve vengono raccolte in ottobre, afferma il nostro chef Bent Stansen, che ha un gusto per il vino forte con il suo lungo potenziale di conservazione.

La stagione è lunga in Piemonte. Dopo la stagione della raccolta di settembre e ottobre, inizia la caccia all’esclusivo tartufo bianco benedetto dal sapore deciso e dal profumo intenso, dieci volte più forte del tartufo nero invernale. Entrambe le specie si trovano nei boschi intorno ad Alba, e sono la perfetta compagna, come crede Bent Stiansen, dei piemontesi Tag– la pasta, nelle uova strapazzate o nel risotto È anche una prelibatezza locale, “importata” dalle risaie della pianura padana, a est del Piemonte.

READ  DLT si è schiantato contro la borsa verde

Ma la zona è anche un luogo ideale per chi desidera una vacanza un po’ attiva; Escursioni in bicicletta ea piedi, golf, corsi di cucina e, naturalmente, visite alle cantine e ai castelli dei viticoltori che sovrastano il paesaggio.

I viaggiatori del nord stanno ora seriamente iniziando a volgere gli occhi in direzione del Piemonte, forse perché i numerosi e attraenti vigneti e fattorie vengono gradualmente gestiti dai norvegesi.

Vendemmia: Qui vengono raccolte le uve da vino del Piemonte.  Foto: Hans-Peter Siffert / NTB

Vendemmia: Qui vengono raccolte le uve da vino del Piemonte. Foto: Hans-Peter Siffert / NTB

ospite norvegese

In primo luogo, 16 anni fa sono stati Trond Malmer e Roald Noto, che hanno avuto i loro primi successi nel settore del turismo a Fort Lauderdale, in Florida. essi Cassina DesideriAlle porte di Asti, ho giustamente attirato ospiti che spesso vengono in gruppo in questo luogo che trasuda professionalità.

I vigneti formano un anfiteatro naturale a pochi passi dalle camere degli ospiti, ognuno con la propria personalità e il proprio stile. Nel corso degli anni, la conoscenza da parte dei proprietari di tutto ciò che il Piemonte ha da offrire, non solo in cucina, ma sotto forma di escursioni ed esperienze, ha giovato anche ai visitatori – e al territorio circostante.

– Non dimenticare che l’ondata di agriturismi è stata originariamente creata come misura dalle autorità italiane, come si suol dire, – per porre fine all’esodo di massa dalle campagne.

Casa per le vacanze nella campagna italiana?

Sissel Hanssen, che possiede e gestisce l’impresa immobiliare Case & Castelli ad Agliano Terme, tra Asti e Alba, ritiene che i prezzi delle case, ancora interessanti, abbiano determinato un aumento della domanda sia da parte degli stranieri che degli italiani.

Dice che sulla scia della crisi del Corona, ha “visto un crescente interesse da parte degli italiani che preferiscono vivere in campagna a un piccolo appartamento nel mezzo di una grande città”.

Molti di loro hanno ora l’opportunità di lavorare dalle loro scrivanie a casa: Smart Working È un fenomeno nuovo in Italia.

Lo spettro in Piemonte è ampio: dagli antichi fabbricati agricoli alle ultramoderne case di paese e ville. Dalle ristrutturazioni fatiscenti alle case prefabbricate con piscina.

READ  La vittoria azzurra deve arrivare anche alle istituzioni

Sissel Hanssen ritiene che “la tendenza ora è quella di trovare una casa con personalità e spazio per costruire una piscina a pochi passi da una piccola città o villaggio. Si può avere una casa completamente abitabile con riscaldamento centralizzato, finestre nuove e un buon tetto per circa 2-2,5 milioni di NOK.” E allo stesso prezzo di un cottage a Geilo, puoi avere una meravigliosa proprietà con piscina a pochi passi dal centro di Barbaresco e vista sui vigneti di fama mondiale.”

Poiché il processo di acquisto è diverso dalla Norvegia, sarebbe un enorme vantaggio avere un broker locale di lingua norvegese affidabile, che può guidare l’acquirente attraverso il processo burocratico. I requisiti di documentazione e monitoraggio per le vendite di case sono severi, il che avvantaggia l’acquirente. I “termini spagnoli”, come la confisca di stato, non si trovano qui.

D’altra parte, i coniugi Hilda Berthong e Stein Thorbjornsen sapevano molto poco della produzione di vino prima di lasciare Harstad sei anni fa, a parte un’attrazione per l’uva Barbera e una nuova vita alle latitudini più calde.

Deve essere stato facile da imparare, perché molti dei loro prodotti locali ora si trovano sia a Vinmonopolet che in molte cantine dei ristoranti norvegesi. il suo posto, Casina ColinaSi trova a Niza Monferrato, parte della regione Piemonte Patrimonio dell’Umanità. Come nella maggior parte dei vigneti, è stato difficile trovare manodopera agricola durante la crisi del Corona.

– Non con noi, sorridono.

– I nostri ospiti norvegesi sono pronti a fare la fila quando l’uva viene raccolta e calpestata.

Una delle ultime novità sulla mappa piemontese delle imprese agricole norvegesi è Tenuta Mirandasituato tra Asti e Alba, è un po’ ai margini della mappa dell’UNESCO, ma è anche una delle attrazioni del sito: dal balcone e dall’elegante area piscina, la vista è fantastica, e gli edifici vicini o la strada i segnali non ti disturbano Il traffico – il prezzo che alcune zone devono pagare nel paradiso del vino Questo è in cambio della sua crescente popolarità.

Trude e Jon Haugan hanno colto l’occasione quando si è presentata l’opportunità di ospitare un luogo rinnovato con un senso di eleganza sia nei dettagli che nell’esclusività delle camere. Al momento, è inclusa solo la colazione, ma se vuoi una cena all’ombra o una pizza fatta in casa, con vista sui vigneti di Moscato e sulle bellissime colline, funzionerà anche questo, come fa la maggior parte delle persone in questo paese.