Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

I talebani hanno preso il potere in Afghanistan senza molta resistenza. Internamente, sono scoppiati scontri per il nuovo governo del paese.

I combattenti talebani hanno preso posto nel palazzo presidenziale afghano dopo la loro avanzata su Kabul il 15 agosto.

Gli islamisti radicali hanno avuto settimane intense, tra cui conflitti interni nel nuovo governo. Pertanto, hanno anche meno probabilità di ottenere l’ammirazione internazionale.

Il 15 agosto i talebani hanno preso il potere in Afghanistan.

Il nuovo regime degli islamisti radicali ha posto una serie di sfide ai leader mondiali. Annunciando una nuova crisi dei rifugiati e mettendo alla prova alleanze e grandi potenze.

Le soluzioni ai problemi stanno e cadono in una domanda:

Quando il mondo riconoscerà il governo talebano, se esiste?

Un certo numero di paesi attenderà una risposta finché il comportamento del gruppo non sarà chiaro. Ma ora diventa sempre più incerto se il tempo sia un lusso a cui la comunità globale può concedersi.

Un acceso dibattito è scoppiato nella leadership talebana sulla formazione del nuovo governo del gruppo, May BBC raccontare. Fonti talebane hanno riferito al canale.

La disputa è avvenuta tra il mullah Abdul Ghani Baradar e un altro membro del governo nel palazzo presidenziale di Kabul. Si dice che Baradar si sia recato a Kandahar dopo l’incidente.

Prima visita

Questo fine settimana, Kabul ha avuto una visita meravigliosa. Poi Mohammed bin Abdulrahman Al Thani è andato nella capitale. ministro degli Esteri del Qatar. In tal modo, i talebani hanno ricevuto la loro prima vera visita di stato da quando hanno preso il potere.

Al-Thawri ha incontrato un certo numero di leader del gruppo. Hanno discusso della situazione politica nel paese e delle condizioni di vita del popolo afghano.

READ  Afghanistan: - Traduttore combattente afgano: - Voglio urlare

Ma il ministro degli Esteri ha chiarito che la visita non significa che il Qatar riconosca il governo talebano. Quando il gruppo ha governato l’Afghanistan dal 1996 al 2001, solo tre paesi lo hanno riconosciuto: Pakistan, Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti.

Un mese fa, i talebani sembravano avere buone probabilità di riconquistare il loro favore. Ma ora sembra meno promettente per gli islamisti radicali.

-Se me lo avessi chiesto dieci giorni fa, probabilmente avrei avuto più fiducia di adesso che sarebbe potuto accadere molto rapidamente, dice Christian Harpviken. È ricercatore presso il Peace Research Institute (PRIO).

Oggi si crede che sia più nel mondo dare una qualche forma di riconoscimento.

Qui puoi ottenere una panoramica di ciò che può dare un pollice su e giù:

banda di governo

Poi i talebani hanno presentato al loro governo ad interim una lista già pronta di ministri. Ha 21 nomi maschili.

Uno di loro è Khalil Haqqani.

Ha assunto la carica di ministro per i rifugiati e il rimpatrio, controllando così l’afflusso di richiedenti asilo.

Ma il background di Haqqani renderà probabilmente difficile sul campo stipulare accordi con lui.

Appartiene alla terrificante rete terroristica Haqqani e ha collaborato con Al-Qaeda. Inoltre, è uno dei terroristi più ricercati degli USA con una ricompensa di 5 milioni di dollari, ovvero circa 43 milioni di corone norvegesi.

Una fonte talebana ha riferito al partito Pashto della BBC che Baradar e Haqqani hanno scambiato parole dure durante la rissa di palazzo. Ci deve essere anche una lotta tra i sostenitori dei due partiti.

Abdul Ghani Baradar, uno dei fondatori dei talebani, a Mosca a marzo. Secondo la Bbc, Baradar è al centro della disputa tra i vertici talebani.

Baradar è stato nominato vice primo ministro. Lo sfondo della lite dovrebbe essere che non è soddisfatto della struttura del governo provvisorio.

READ  Kelly Clarkson: Dovrebbe pagare milioni al suo ex marito

Secondo la BBC, ci sono anche opinioni divergenti su chi possa essere accreditato della vittoria dei talebani nel Paese. Baradar credeva che gli sforzi diplomatici della sua specie fossero più importanti. Haqqani ei suoi simpatizzanti credevano che la lotta armata fosse decisiva.

L’attesa crisi dei rifugiati

Si prevede che mezzo milione di afgani fuggiranno dal paese prima di Natale a causa della presa del potere da parte dei talebani. Migliaia di persone hanno già attraversato il confine con la Turchia. Molti di loro si trasferiranno in Europa.

Si stanno costruendo muri lungo il confine Iran-Turchia per tenere fuori i rifugiati afgani. Ma le Nazioni Unite si aspettano ancora che 500.000 fuggiranno entro il nuovo anno.

I paesi del mondo non sono entusiasti dell’emergere di una nuova crisi dei rifugiati tra le loro braccia. Molti hanno cercato opportunità per scoprire se e quando i richiedenti asilo afghani potranno essere rimandati in Afghanistan. Ma per farlo, devono essere in grado di lavorare con qualcuno nel governo afghano. Pertanto, c’era molta tensione su chi sarebbe stato responsabile di questo da parte dei talebani.

La scorsa settimana è arrivata la risposta.

aiuto vitale

L’Afghanistan è sull’orlo di una crisi umanitaria. I disordini politici, la siccità e una pandemia significheranno che fino al 97 percento della popolazione vivrà in povertà entro la metà del 2022, secondo il Rapporto delle Nazioni Unite.

Il nuovo governo ha fatto arrabbiare il popolo afghano. Molti hanno manifestato contro i talebani nelle principali città del Paese, qui a Kabul il 7 settembre.

Ci sono un certo numero di paesi che impediranno che ciò accada. Tra gli altri, la Norvegia, che fornirà 100 milioni di corone norvegesi in sforzi umanitari. I soldi andranno alle organizzazioni umanitarie in Afghanistan. Non per i talebani.

READ  Un uomo di 15 anni muore in una camera d'albergo a Sarpsburg - 27 anni condannato per mancata assistenza - NRK Oslo e Viken - notizie locali, TV e radio

Si affidano all’aiuto. Il governo stesso non ha le risorse per risolvere la crisi. Pertanto, ai talebani potrebbe essere richiesto di agire correttamente per ricevere assistenza.

Ma molti sostengono che non possono esserci richieste di aiuto.

👎 Contribuisci al successo

Ufficialmente, l’assistenza non sarà il riconoscimento del governo talebano. Ma potrebbe essere un passo nella giusta direzione?

– Harpviken afferma che considerare gli aiuti allo sviluppo come un riconoscimento è una formulazione accurata.

Ma è un dilemma che i talebani possono utilizzare per promuovere il benessere generale. In questo modo c’è il sostegno ai talebani. Il problema è anche la domanda opposta. Se sia concepibile far morire di fame l’intero popolo afghano per fare pressione sui talebani.

👎 “Guarda cosa fanno, non cosa dicono”

La suddetta dichiarazione è stata fatta da alcuni leader mondiali quando hanno chiarito se volevano riconoscere i talebani o meno. Nelle prime settimane dopo la presa del potere, gli islamisti radicali hanno detto molte delle cose giuste.

Le donne dovrebbero poter lavorare e studiare. Tutti hanno promesso un’amnistia.

Ma ci sono sempre più esempi di talebani che non fanno esattamente quello che dicono. Gli ex soldati del governo dicono che li stanno cercando. I giornalisti sono stati torturati. I diritti delle donne sono limitati.