Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

I top più liberi promettono di acquistare azioni dopo che i prezzi crolleranno del 90%.

I top più liberi promettono di acquistare azioni dopo che i prezzi crolleranno del 90%.

C’è una crisi in cui versa la società di batterie Freyr dopo un rapporto trimestrale della scorsa settimana che includeva molte cattive notizie. Nei due giorni successivi, il valore di mercato dell’azienda è sceso di oltre la metà alla Borsa di New York.

Ora, due dei leader più importanti dell’azienda, il presidente e cofondatore Tom Einar Jensen e l’amministratore delegato Berger Steen, hanno scritto una lettera agli azionisti affermando che continueranno a lavorare per creare valore per i proprietari, fornendo un aggiornamento sullo stato della strategia e affari – e promettendo che parti del management e del consiglio di amministrazione dovrebbero acquistare azioni per dimostrare la loro fiducia nell’azienda.

“Siamo più fiduciosi che mai nella nostra capacità di trasformare Freyr in un produttore diversificato e globale di soluzioni per batterie pulite. Oggi dimostriamo questa fiducia, e il nostro impegno nei vostri confronti, con il fatto che alcuni membri del nostro management e del nostro consiglio di amministrazione degli amministratori ci hanno informato della loro intenzione di acquistare sul mercato azioni della nostra società. “Aperto”, hanno scritto i due nella lettera Pubblicato sul sito Freer.

Il titolo è in leggero rialzo

Hanno aggiunto che i dettagli dell’acquisto delle azioni verranno forniti negli annunci di borsa. DN Freyr ha chiesto chi avrebbe acquistato le azioni e per quanto, e gli è stato detto che la società avrebbe risposto con una risposta. Ma né gli annunci di borsa né le risposte alle domande sono avvenute prima dell’inizio delle contrattazioni a New York.

Qui il titolo ha subito un forte rialzo, ma dopo tre trimestri di contrattazione il rialzo è sceso al 4%.

READ  Grande rally a Wall Street - Dow Jones con il suo miglior giorno di negoziazione da marzo

Le azioni Freyr hanno chiuso la settimana scorsa al minimo storico di 1,50 dollari al pezzo, dopo essere scese complessivamente del 55% giovedì e venerdì. Dal picco esatto di un anno fa, il titolo è crollato di oltre il 90%.

Rapporto sul disastro

Freyr ha pubblicato il suo rapporto trimestrale giovedì mattina, ora statunitense. Probabilmente la maggior parte dell’attenzione in Norvegia si è concentrata sulla notizia che il grande stabilimento di Mo i Rana è stato sospeso perché l’azienda ritiene che le condizioni quadro non siano sufficientemente buone rispetto ai piani di sostegno negli Stati Uniti. Ma anche l’impianto pilota dell’azienda a Meaux, che dimostrerà il funzionamento della tecnologia dal punto di vista commerciale, è stato rinviato, il finanziamento per il progetto statunitense che avrebbe dovuto avere la priorità è stato rinviato e l’azienda si vede costretta a dimezzare il suo utilizzo di cassa l’anno prossimo e licenziare parte della forza lavoro.

Nella lettera, Jensen e Stein riassumono la posizione odierna dell’azienda nello sviluppo della strategia. Entrambi i vertici confermano che la tecnologia è di 24M Technologies Inc. Funziona e indica che Kyocera ha una produzione commerciale con la stessa tecnologia dal 2019.

Incoraggiano inoltre gli azionisti a partecipare all’assemblea generale straordinaria del 15 dicembre, dove voteranno sul trasferimento della società dal Lussemburgo agli Stati Uniti.

Il processo è stato annunciato all’inizio di quest’anno. Freer ha annunciato piani per costruire fabbriche giganti sia in Norvegia che negli Stati Uniti, ma negli ultimi anni ha affermato che un enorme pacchetto di sostegno verde e un IRA favorevole rendono più redditizie le scommesse sugli Stati Uniti.

READ  - Non finito - VG

L’azienda ha ricevuto sostegno pubblico anche in Norvegia e in Europa, ma neanche lontanamente quello richiesto. Giovedì DN ha scritto di una richiesta che Freer ha inviato al governo norvegese a marzo per un pacchetto di sostegno per un totale di circa dieci miliardi di corone, la maggior parte dei quali sono prestiti e garanzie. Freer ha ricevuto critiche anche per l’alta dirigenza e i compensi del consiglio di amministrazione, visti in relazione alla necessità di supporto dell’azienda.(condizioni)Copyright Dagens Næringsliv AS e/o i nostri fornitori. Vorremmo che condivideste i nostri casi utilizzando collegamenti che conducano direttamente alle nostre pagine. Non è consentita alcuna copia o altro utilizzo di tutto o parte del Contenuto se non con il consenso scritto o come consentito dalla legge. Per ulteriori termini vedere qui.