Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

I vincitori del premio Melody Grand Prix Subwoolfer si nascondono dalle organizzazioni di artisti di tutto il mondo – VG

Vinto: Subwoolfer, qui con il suo portavoce, il produttore musicale Carl-Henrik Wahl, a sinistra.

L’identità è così confidenziale che alle organizzazioni che danno loro i soldi non viene detto chi sia il Subwoolfer. Un direttore esperto di arte persuasiva afferma che l’anonimato deve essere combattuto dai vincitori dell’MGP.

Inserito:

In linea con le aspettative tuk sour subwoofer Sabato sera alla finale del Gran Premio del Melodi.

Allo stesso tempo, è diventato chiaro che il loro portavoce e “interprete” era il produttore musicale Karl Henrik Wahl.

Ma a parte questo, nascondono ancora la loro identità – una strategia che apparentemente cercheranno di portare avanti fino all’Eurovision Song Contest di Torino a maggio.

Tra le misure che hanno implementato per non essere rivelato c’era l’uso di pseudonimi per artisti nella panoramica dei crediti sulle piattaforme di trasmissione. Lì di solito troverai i nomi di ciascuno degli artisti, dei cantautori e dello staff tecnico.

Nei titoli di coda di “Give That Wolf A Banana” viene menzionato in alcuni punti un nome proprio: Jonas Kron, un produttore svedese che ha uno studio a Oslo. Secondo il credito, ha mixato la canzone vincitrice.

Kroon ha recentemente composto musica con Ylvis, Gaute Ormåsen – che tende al potenziale sotto-esca – e un certo numero di altri artisti norvegesi. Non ha risposto alla richiesta di commento di VG.

– Non esce niente del genere

Subwoolfer ha anche preso provvedimenti contro le organizzazioni che garantiscono che artisti e cantautori ricevano royalties per l’uso del loro materiale.

L’agenzia di ricompensa Gramo raccoglie fondi per artisti e produttori per la trasmissione e l’esecuzione pubblica di musica.

READ  Tre nuovi libri della serie Millennium di Stieg Larsson - VG

Il loro direttore delle comunicazioni, Rita H. Mamelund, dice che nessuno alla Grammo sa chi sia il Subwoolfer.

– Finora, in tutti i rapporti compaiono solo soprannomi, così come i nostri, dice Mamelund.

Spiega che questa è una manovra rara nel settore.

Personalmente, non esco con storie simili.

Mamelund dice che c’è una prescrizione di tre anni per lo stipendio di Grammo. Ergo, Subwoolfer ha tutto il tempo per rivelarsi e rivendicare i suoi diritti.

– Se le registrazioni generano una retribuzione equa, immagino che prima o poi scopriremo chi sono, ride.

Segreto per i membri

La compagnia norvegese TONO gestisce i diritti per conto dei cantautori. Dal momento che TONO, a differenza di Grammo, raccoglie anche soldi dai servizi energetici, hanno già contanti e penny per pagare Subwoolfer.

Quindi, ci sono alcuni in TONO che sanno chi ha scritto “Give That Wolf a Banana”. A discrezione dei servizi di streaming, forniti dalla casa discografica Universal, i cantautori sono anche quelli che cantano e producono il brano, come “Keith”, “Jim” e “DJ Astronaut”.

Ci sono solo pochi in TONO che sanno chi c’è dietro i soprannomi, afferma il direttore delle comunicazioni Willie Martinsen.

Se i cantautori dietro “Give That Wolf A Banana” non avessero usato pseudonimi, ciò avrebbe portato a maggiori possibilità di divulgazione.

Martinsen afferma che le informazioni sarebbero state quindi disponibili per ciascuno dei 37.000 membri norvegesi di TONO, nonché per gli oltre tre milioni di membri di società di copyright simili a TONO a livello internazionale.

– Abbiamo un servizio di abbonamento in cui puoi cercare tutte le canzoni del mondo e vedere chi sono i titolari dei diritti.

READ  Kaley Cuoco: - "Conferma" la storia d'amore

Secondo Martinsen, solo TONO, e nessuna delle corrispondenti società straniere con cui lavora, conosce l’identità di Subwoolfer.

– Le società straniere ci inviano denaro direttamente, poi ci sistemiamo ulteriormente, dice.

– Ho fatto un errore

Aslak Klever gestisce Popular Demand, che include numerosi produttori di successo nella scuderia.

Tra questi c’è Kristoffer Tømmerbakke, meglio conosciuto come metà del duo Erik e Kriss – che è stato anche menzionato da molti nella discussione su chi potrebbe essere Subwoolfer.

Cleaver nega che qualcuno dei suoi clienti abbia qualcosa a che fare con il progetto. Tuttavia, si è tolto il cappello per manovrare l’anonimato dei vincitori della competizione MGP.

Nascondi metadati sui servizi di streaming Cleaver stesso non ha nascosto i metadati quando ha lanciato un altro artista pseudonimo nel 2017, Kamferdrops.

– Lì abbiamo commesso un errore. Non avremmo mai pensato che sarebbe stato così grande, dice Cleaver.

Alla fine è stato così Dagbladet Svelata l’identità dei Kamferdrops: la cantante Heidi Mussum, prodotta da Tømmerbakke.

In Norvegia, solo Kamferdrops è andato al 33° posto Menu V.G Con la sua cover di Ole Ivars che ha colpito “I Thought Angels Exist”.

In Svezia, dove le rivelazioni non erano un grosso problema, la canzone è arrivata al numero due della classifica ufficiale.

“Penso che questo progetto sarebbe durato più a lungo se avessimo potuto mantenerlo segreto più a lungo”, afferma Cleaver.

– Per Subwoolfer, penso che la speculazione tra le persone e i media sia solo un bene.