Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Il bambino deve essere immortale – VG

Ricordo delle vittime: Ci volle molto tempo prima che Alma e Priscilla potessero salire le scale fino all’ingresso per stendere il mazzo di fiori gialli solari che avevano portato con sé.

Copenaghen (VG) Domenica, Priscilla (35) è corsa a salvarsi la vita dagli spari all’interno dei Fields. Due giorni dopo, è tornata con centinaia di altri per riprendere il centro commerciale.

Inserito:

– È difficile tornare indietro, dice Alma (32) a VG.

Lei e la sua amica Priscilla, 35 anni, erano all’interno del centro commerciale domenica e in realtà erano in squadre separate per andare in bagno. Ma la lista d’attesa era lunga e Alma tornò a Priscilla. Presto, hanno sentito degli spari.

“All’inizio sono stata sedata”, dice Priscilla che ha detto che all’inizio non era sicura che il suono fosse stato effettivamente filmato.

– È la Danimarca. Non aspettarlo.

Dice di aver visto una donna con due bambini che parlava con quello che, secondo lei, era suo marito che era bloccato all’interno del centro. I bambini devono aver urlato “Vattene, papà”.

– Poi ho capito che era seria. Ho sentito solo due voci ed ero confuso su cosa fosse, ho visto persone piangere e urlare intorno a me. Ma non ci credi finché non lo vedi.

La sparatoria di massa in cui tre persone sono rimaste uccise e quattro ferite gravemente, oltre a diverse ferite lievi, ha scosso l’intera Danimarca.

L’attacco non è stato definito terrorismo e si dice che l’uomo che è stato arrestato e accusato di omicidio e tentato omicidio abbia avuto problemi psicologici durante la sua educazione. I vicini della sua famiglia con cui VG ha parlato lunedì.

READ  Hilary Nelson (49 anni) - Trovata morta una scalatrice di fama mondiale

Priscilla dice che sembra ancora un orrore.

– Ero terrorizzato. Dice tra le lacrime: Siamo tutti terrorizzati.

Tre anime brutalmente fatte a pezzi

Il primo ministro Mette Frederiksen, la famiglia reale danese e un mare di persone sono apparsi alla celebrazione martedì sera.

“Tre vite sono state selvaggiamente dilaniate”, ha detto Mette Frederiksen, visibilmente commossa, nel suo discorso.

Un uomo e due giovani hanno solo 17 anni e le loro intere vite aspettano.

Intorno al centro commerciale c’erano fiori in gruppi e gruppi di adolescenti che si tenevano per mano. La gente piangeva, accendeva candele e si abbracciava.

1 / 8

Il primo ministro danese Mette Frederiksen.

È crudele, ingiusto e privo di significato. “Stasera piangiamo insieme e ricordiamo”, ha detto il primo ministro.

– Ma devi sapere che tutta la Danimarca è con te. Piangiamo con te e condividiamo il tuo dolore.

La cerimonia è stata aperta dal canto corale di Ungklang, il gruppo che ha attirato molta attenzione di recente quando l’ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha condiviso un video del coro durante una visita a Copenaghen a giugno.

– Siamo rimasti scioccati

Il norvegese Zeinab, 10 anni, e sua madre, Sidra Abbas, 39 anni, vivono in Danimarca da 12 anni. Vivevano nelle vicinanze ed erano a Field mezz’ora prima dell’inizio della sparatoria. Sidra dice che il centro commerciale è il loro luogo di tutti i giorni.

– Siamo rimasti scioccati. Ogni tanto pensavo: cosa sarebbe successo se fossi stato lì? Ogni volta che veniamo al centro, io vado per me stesso e lei per se stessa.

READ  La Russia offre tre incontri urgenti - VG

– Immagina se fossimo lì e lei non fosse con me e non l’avessi trovata. cosa è successo dopo? Questi sono i pensieri che non hai mai lasciato andare. Difficile.

Ritorno: Zainab, 10 anni, ha trascorso molto tempo nel centro commerciale, dove un uomo ha sparato e ucciso tre persone domenica.

Sidra dice che l’intera comunità locale è stata colpita da quanto accaduto domenica. La stessa Zainab va alla scuola vicina e dalla scuola può vedere il centro commerciale.

– Come ti senti a tornare al centro?

– No, non tornerò, dice Zainab.

Tuttavia, ho sentito che era importante partecipare al servizio funebre, dice Sidra.

– Ho pensato che non mi sarei avvicinato a quest’area e non sarei più entrato nel centro. Ma ho pensato che avrei dovuto provare, perché aiuta a tornare a posto, dice.

– Potrei essere io

Caroline Hansen, 17 anni, stava andando a una festa di Harry Styles quando ha saputo della sparatoria. La festa è stata annullata a causa del caos nel vicino centro commerciale.

Caroline conosce due persone che erano all’interno del centro durante l’episodio della sparatoria, ha detto a VG. Le lacrime le scorrevano lungo le guance mentre guardava il mare di fiori fuori dal centro commerciale.

– Avevano 17 anni, quindi potevo essere anche io, dice dei due che sono stati uccisi.

Il terzo è un uomo di 47 anni.

I bambini devono essere immortali

L’isola di Amager, dove si trova il centro commerciale, fa parte del comune di Copenaghen. È stato il comune, guidato dal sindaco Sophie Hestorp Andersen, a prendere l’iniziativa di organizzare la celebrazione di martedì.

READ  Organizzazione - Perseguito dopo un'indagine fiscale

Viviamo in una città meravigliosa in cui molte persone sognano di vivere. Noi papà non accetteremo sparatorie nelle nostre strade, dice Andersen.

I bambini devono essere immortali, dice e ringrazia chi è intervenuto:

– Avrebbe potuto essere molto peggio. Dobbiamo ringraziare di cuore la polizia e la squadra di soccorso. Il duro tiro non ha senso.

Guarda la trasmissione VGTV del servizio funebre dopo la sparatoria di Copenaghen:

accusato di omicidio

I video hanno mostrato come l’autore del reato è riuscito a farla franca con le armi da fuoco al centro, che è il più grande della Scandinavia. Un totale di dieci persone sono state uccise. Martedì i feriti erano fuori pericolo.

Descrizione precedente di un testimone oculare Il dramma di 13 minuti È stato caratterizzato da terrore e panico poiché diverse persone si sono nascoste nei negozi, nei retrobottega e nei ristoranti, mentre i colpi sono andati a segno in diversi punti del centro commerciale.

– Scendendo dal piano sottostante, le persone sfuggite ai colpi si sono piegate su di esso. Un testimone ha detto a Danish TV 2 di aver fatto irruzione nei negozi per scappare.

Un uomo di 22 anni è stato accusato di tre omicidi e sette tentati omicidi. Non era chiaro come avrebbe risposto all’accusa. Lunedì è rimasto Carcerazione preventiva per 24 giorni in un reparto psichiatrico chiuso. Il suo stato mentale dovrebbe essere valutato.