Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

– Il futuro non è mai stato così luminoso – E24

Secondo Rystad Energy è stata installata meno nuova energia eolica a terra, ma la crescita complessiva delle rinnovabili è continuata nel 2021. La società ritiene che le promesse del Glasgow Climate Meeting possano fornire un’ulteriore crescita in futuro.

Gli impianti solari e le celle solari nelle case sono aumentati lo scorso anno. Foto al di fuori di Strängnäs in Svezia.

Inserito: Inserito:

Il mondo sta sviluppando sempre più energie rinnovabili come l’energia solare ed eolica.

L’anno scorso, secondo una dichiarazione di Rystad Energy, sono stati installati a livello globale quasi 227 gigawatt di nuova capacità di energia rinnovabile. Ho inviato prima di Natale.

Secondo Rystad, si tratta di un aumento del 4,7% rispetto all’anno precedente. Gli analisti ritengono che l’aumento dovrebbe continuare il prossimo anno.

“Si prevede che la crescita della capacità nelle energie rinnovabili aumenterà a oltre 270 gigawatt di nuova capacità installata nel 2022, principalmente guidata dall’espansione del solare e dell’idrogeno”, ha scritto Rystad Energy.

La ristrutturazione degli ultimi anni è stata guidata da nuove esigenze del governo, investitori e aziende che cercano di posizionarsi in un nuovo sistema energetico in linea con gli obiettivi climatici dell’Accordo di Parigi del 2015.

Tuttavia, il passaggio da fonti energetiche relativamente stabili come carbone, petrolio e gas a energia solare ed eolica più diversificate non è privo di sfide. È probabile che la ristrutturazione richieda investimenti significativi in ​​soluzioni di stoccaggio dell’energia, ad esempio sotto forma di idrogeno e batterie.

Leggi anche

SSE ed Equinor costruiranno due centrali elettriche britanniche

– Non è mai stato più brillante

Mentre l’installazione eolica offshore è aumentata lo scorso anno rispetto all’anno precedente, è stata installata meno energia eolica a terra rispetto all’anno precedente, osserva Rystad Energy.

Il motivo in particolare è che la Cina ha ridotto i sussidi per l’energia eolica, cosa che Rystad ritiene possa aver ridotto l’installazione nel paese di 40 gigawatt (GW). Limita i numeri globali.

Allo stesso tempo, le installazioni in entrambe le centrali solari, celle solari domestiche, eolico offshore, batterie e altre forme di accumulo di energia sono aumentate nel 2021, secondo Rystad.

A breve termine, l’industria delle energie rinnovabili deve affrontare alcune delle sfide più significative fino ad oggi, ma il futuro non è mai stato più roseo, con impegni nuovi e decisi da parte di governi e aziende, afferma Giro Farrogio, che guida l’analisi delle energie rinnovabili di Rystad Energy.

Promesse di neutralità carbonica al vertice sul clima COP26 a Glasgow [i 2021] Contribuirà a una crescita significativa nei prossimi anni, afferma.

Leggi anche

Crede che la crisi energetica possa accelerare la transizione verde

Penso che l’energia eolica diminuirà nel 2022

Ecco come Rystad stima che l’installazione di energia rinnovabile abbia funzionato bene lo scorso anno:

  • Energia eolica sulla Terra: 85 GW nel 2021 in calo di 20 GW rispetto all’anno precedente e l’installazione potrebbe diminuire con 15 nuovi GW nel 2022
  • Celle solari nelle case: 25,2 GW nel 2021, in aumento rispetto ai 18,9 GW dell’anno precedente
  • Energia solare commerciale e industriale: 19,9 GW nel 2021, in calo rispetto ai 20,6 GW dell’anno precedente

Inoltre, lo scorso anno sono stati installati 0,8 gigawatt di capacità di elettrolisi, rispetto a soli 0,04 gigawatt dell’anno precedente, secondo Rystad Energy.

La società osserva che a partire dal novembre dello scorso anno sono stati annunciati piani per l’elettrolisi con una capacità di 245 gigawatt. Questo è sei volte l’anno precedente. Molti di questi piani arriveranno in pacchetti regionali, come i piani da 30 GW in Mauritania e 45 GW in Kazakistan. Questi piani spesso includono anche sistemi di energia solare ed eolica.

L’elettrolisi viene utilizzata per separare l’idrogeno dall’acqua. Il processo comporta una perdita di energia, ma il vantaggio è che l’idrogeno può essere immagazzinato e utilizzato per il trasporto o la produzione di energia anche quando la produzione di elettricità rinnovabile è bassa. Pertanto, può essere utilizzato per bilanciare un sistema in cui vi è molta produzione diversificata dall’energia solare ed eolica.

Produzione molto diversa

La quantità di energia che può essere prodotta per gigawatt con la nuova capacità installata varia notevolmente tra le diverse forme di energia. Le centrali a carbone, a gas e nucleari possono essere colpite da interruzioni, ma essenzialmente forniscono una produzione più stabile di energia eolica e solare, che varia con il tempo e i venti.

Questo è il fattore di potenza delle varie centrali, ovvero il numero di ore di piena produzione che possono fornire ogni anno:

  • Un normale impianto solare può fornire la sua piena capacità per circa 2.000 ore su 8760 ore quest’anno, Secondo EIA
  • Un parco eolico onshore in Norvegia ha fornito una media di 3.300 ore di piena capacità all’anno nel 2020, Secondo NVE
  • Un parco eolico offshore in un’area con molto vento può far risparmiare circa 4.000 ore all’anno, e in alcuni casi oltre 5.000 ore nell’anno
  • Le centrali elettriche a gas e carbone spesso producono la piena capacità per circa 5.000 ore all’anno, secondo scienza diretta
  • Una centrale nucleare può fornire circa 7.000 ore di piena operatività all’anno, secondo Norsk Lexicon Store

L’aumento della capacità nelle energie rinnovabili è attualmente in fase di installazione, sebbene l’installazione di energia eolica a terra sia stata ridotta, osserva Rystad Energy.

Aspettati un miglioramento a lungo termine

Rystad Energy prevede che l’installazione di energia eolica sulla Terra alla fine sarà in grado di aumentare di nuovo, perché molti paesi dovranno investire pesantemente se vogliono contribuire al raggiungimento dell’obiettivo climatico globale di limitare il riscaldamento globale da 2100 a 1,5 gradi sopra Pre- livelli industriali.

Secondo Rystad, lo scorso anno è stato installato il 15% in più di capacità nelle centrali solari rispetto all’anno precedente, ma i progetti di circa 20 gigawatt sono stati ritardati a causa dell’aumento dei costi per i moduli solari e la ricarica. I costi unitari sono passati da $ 0,21 per watt (watt di picco) l’anno scorso a $ 0,33 per watt ora.

È probabile che i costi aumenteranno ulteriormente, raggiungendo un picco di $ 0,41 per watt nel terzo trimestre del 2022, secondo le stime di Rystad. La società ritiene che i progetti da 50 GW potrebbero essere rinviati o abbandonati a causa della minore redditività.

Molti accordi sono in corso

Diverse grandi aziende stanno mostrando un crescente interesse per gli investimenti, tra le altre cose, nell’energia solare ed eolica e Rystad osserva che compagnie petrolifere come TotalEnergies e BP e importanti sviluppatori di energie rinnovabili come Iberdrola ed Enel hanno fissato obiettivi ambiziosi multi-gigawatt.

Sia le grandi società che un certo numero di investitori hanno effettuato grandi acquisizioni di singoli progetti o hanno acquistato portafogli esistenti di progetti e strutture.

“Alla fine di novembre 2021, sono stati realizzati oltre 195 GW di progetti di energia solare ed eolica, rispetto ai 14,9 GW del 2020”, ha scritto Rystad.

Tra gli attori che hanno effettuato i loro primi investimenti in infrastrutture rinnovabili lo scorso anno c’era il Norwegian Petroleum Fund, che ha acquistato metà del progetto eolico offshore danese Ørsted Borselle 1 & 2 per 13,9 miliardi di NOK.

READ  La Norvegia è uno dei primi paesi a ottenerlo