Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Il momento della verità è arrivato

I ministri degli Esteri Sergei Lavrov e Anthony Blinken si incontreranno venerdì in quello che potrebbe essere l’ultimo tentativo di negoziato sulla crisi in Ucraina.

Succede quando i ministri degli esteri di Stati Uniti e Russia si siedono allo stesso tavolo venerdì a Ginevra.

“La diplomazia è ancora viva”, ha detto un funzionario statunitense.

Il Segretario di Stato Blinken è pronto al 150% a vedere se c’è una località diplomatica qui.

Stoer ritiene che la Norvegia dovrebbe essere preparata per attacchi misti

ultima possibilità

Da parte russa, ci sono segnali più contrastanti.

– Spero che ci sarà qualche svolta nell’incontro tra i ministri degli Esteri Lavrov e Blinkin, afferma il capo della delegazione russa, Konstantin Gavrilov, secondo Agenzia di stampa RIA.

Ma in un altro posto affermazione“Il conto alla rovescia è iniziato”, dice lo stesso Gavrilov minaccioso.

È giunto il momento della verità, quando l’Occidente può accettare le nostre proposte o dovremo trovare altri modi per garantire la sicurezza della Russia.

Incontro di crisi: venerdì 21 gennaio, il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov e il segretario di Stato americano Anthony Blinken si incontreranno per discutere della crisi ucraina a Ginevra, in Svizzera. Foto: Aage Aune / TV 2

Molti osservatori lo interpretano come se vedessero i negoziati di venerdì come l’ultima possibilità per i russi di raggiungere un accordo, dopo diversi incontri falliti all’inizio del mese.

non programmato

Quest’ultima crisi in Ucraina è emersa dopo che i servizi segreti statunitensi hanno lanciato, poco prima di Natale, l’allarme sulla costruzione di una violenta forza russa vicino al confine del paese vicino.

Allo stesso tempo, la Russia ha presentato una lunga lista di richieste.

Tra le altre cose, sono state richieste garanzie che la NATO non avrebbe concesso a Ucraina e Georgia l’adesione all’alleanza.

L’Occidente lo ha categoricamente rifiutato.

Non è chiaro: il presidente Joe Biden ha creato confusione quando mercoledì ha indicato che una piccola incursione russa in Ucraina non avrebbe necessariamente portato a sanzioni.  Ora portato.  Foto: Scanpix NTB

Non è chiaro: il presidente Joe Biden ha creato confusione quando mercoledì ha indicato che una piccola incursione russa in Ucraina non avrebbe necessariamente portato a sanzioni. Ora portato. Foto: Scanpix NTB

– Abbiamo accordi internazionali che stabiliscono che tutti i paesi hanno il diritto di scegliere con chi vogliono essere alleati. Ma le possibilità che l’Ucraina aderisca alla NATO nel prossimo futuro sono molto basse. In primo luogo, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha affermato durante un evento che hanno molto da fare quando si tratta di sviluppare la democrazia Conferenza stampa Mercoledì sera.

Indipendenza: un'unità militare ucraina vicino a Mariupol nel 2014. Foto: Aage Aune/TV 2

Indipendenza: un’unità militare ucraina vicino a Mariupol nel 2014. Foto: Aage Aune/TV 2

Ciò non sembra rassicurare i russi, che affermano di essere ora in attesa di una risposta scritta dettagliata alle loro richieste.

Nel frattempo, i leader occidentali temono che il presidente russo Vladimir Putin invaderà l’Ucraina.

Muscles show: dragamine della Marina russa del Baltico durante l'addestramento a Kaliningrad questa settimana.  Foto: Mil.ru

Muscles show: dragamine della Marina russa del Baltico durante l’addestramento a Kaliningrad questa settimana. Foto: Mil.ru

– Non sono sicuro che abbia deciso cosa vuole fare, ma penso che lo farà. Biden dice che deve fare qualcosa.

Allenarsi nel Mare del Nord

Dopo una certa confusione durante la conferenza stampa di mercoledì su ciò che Biden ritiene si qualifichi per il contraccolpo dell’Occidente, il presidente degli Stati Uniti ora afferma che qualsiasi incursione russa in Ucraina andrebbe incontro a sanzioni che Putin non ha mai visto prima.

Ma se questo fa impressione sul Cremlino è difficile dedurre dalle dichiarazioni fatte giovedì.

Russia e Ucraina: una situazione molto tesa

– Mi auguro vivamente che i nostri colleghi americani diano prova di buon senso e pragmatismo, afferma il negoziatore russo Gavrilov, il quale ritiene che qualsiasi ulteriore dialogo dovrebbe essere limitato agli Stati Uniti e alla Russia e che altri paesi europei dovrebbero essere esclusi.

Nel frattempo, l’esercito russo continua a mostrare la sua forza. Oltre agli oltre 100.000 soldati che hanno marciato lungo il confine con l’Ucraina, le autorità russe affermano che presto inizieranno una delle loro più grandi esercitazioni navali di sempre.

Gli esercizi si svolgeranno nel Mediterraneo, nel Pacifico e nell’Atlantico, così come fuori dalla porta del soggiorno in Norvegia, nel Mare del Nord, secondo i rapporti. Tempi di Mosca.

Secondo il quotidiano, parteciperanno più di diecimila soldati e più di 140 navi da guerra.

READ  Il principe Harry cerca protezione dalla polizia - ipocrita, ospite etnico - VG