Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Il più antico idillio italiano – il Liberal

Stati Uniti / Italia 2020.
Reggie: Michael Duvek, Gregory Kershaw
Prima Norvegia: 25 dicembre
Anteprima Gusto Vega In Tartufo Oslo 11 dicembre E il 16 dicembre all’Odeon di Stavanger.

Fantastico annuncio di foto e musica d’amore sulla campagna piemontese e italiana.

L’area piemontese si trova nell’Italia nord-occidentale con il centro amministrativo di Torino. Dall’altra parte del Po viene coltivato gran parte del riso europeo e nei boschi di noccioli, querce, faggi e pioppi della regione, dove abbondano i cibi bianchi e neri, il bianco è considerato il più abbondante. Ad un prezzo di 2-4000 euro (20-40 000 corone norvegesi) al chilo, è comprensibile che la caccia a queste fragranti pepite d’oro sarà molto intensa.

Il film inizia comunque dall’altra parte, noi amiamo la campagna italiana e amiamo gli stracci. Alt È corretto. I vecchi si parlano in bocca, chiamano la Vergine Maria e il Signore, gridano i loro amati cibi, salgono i ripidi pendii, siedono in una caotica cantina in vecchie botti di rovere e rievocano i vecchi tempi.

Tutte le case sono in intonaco dipinto a colori, tutte con grandi bottiglie di vino rosso per il cibo, e il vecchio e la donna si siedono e lavano i propri pomodori rosso vivo in una pentola di smalto e versano la propria uva sugli acini vecchi e antichi. Pressa per uva. L’anziano cane scapolo condivide la sua cena con Birba e parla con lei di cosa le accadrà il giorno in cui non sarà qui. Si respira la follia di un paesino italiano, non si crede ai propri occhi.

Fascino per mille. E cibo e bevande devono morire. Foto: imdb.com

La galleria dei personaggi è la cacofonia degli uomini più anziani, i quali generalmente adorano i loro cani e vanno a caccia di cibo. Un uomo che assomiglia un po’ a Leonardo da Vinci e un po’ a Rasputin, ha pulito la macchina da scrivere dalla guerra, bevendo vino da un boccale di birra e lamentandosi in cielo di quanto tutto fosse buono prima. Significativamente, non abbiamo appreso il nome di nessuna persona. Questi sono i nomi dei cani che sentiamo. Fiona e Pepe, Birba, Didina e Charlie. Siamo affascinati da questi cani e dalla loro eccitazione. Caccia al tartufo! Salutano, saltano e ballano, piagnucolano e ululano. Vogliono scatenarsi! Mentre navigano tra gli alberi alla ricerca di questo delizioso profumo che hanno imparato a tenere d’occhio la loro gente, viene montata anche una telecamera in modo da poter cacciare il cibo dal punto di vista del cane. Il valore dei cani si realizza: Didina si unisce alla chiesa e riceve la propria benedizione dal sacerdote. Birba non è meglio in vendita di un bambino umano.

READ  Un traguardo che la Norvegia può imparare - il sogno di una strada finale inglese - VG.

Trovano cibo. È bianco quando viene lavato, ma quando viene tirato su dal pavimento e spazzolato, è quasi d’oro. Nasi esperti esaminano la presa: quest’anno non è l’anno del buon cibo. Ma l’odore è fantastico. Questo tartufo è fantastico. I compratori di cibo contrattano sui vialetti bui, alla luce dei fari, i funghi e i soldi passano di mano. Le immagini sono quasi identiche ai dipinti di Rembrandt, dove ampie aree sono scure e solo una piccola parte della tela è illuminata: Sua Succederà. Sua È la cosa importante. Sua Questa è la cosa principale. Prodotti alimentari. Questo piccolo grumo d’oro di fragranza e perfezione. Viene venduto a Russia, Stati Uniti e Francia. Ha un cuscino di velluto rosso tra due bottiglie di vino, oro rosso, reale.

Ma ogni paradiso ha il suo serpente. Il vecchio amareggiato con la macchina da scrivere ha giurato di non andare più a caccia di cibo. – La gente non ha più rispetto. Lo fanno per amore della natura, per il gusto o per giocare con i cani. Pensano solo ai soldi. Irritato e testardo, rifiuta coloro che vogliono cacciare il cibo o coloro che vogliono cacciare il cibo nei suoi possedimenti. – Uccidono i cani! I cani sono innocenti!

I cacciatori di cibo sono frustrati. L’esca avvelenata viene messa nel bosco. I cani muoiono dopo aver mangiato questo. Questo non è mai stato spiegato, ma testimonia una feroce rivalità nella caccia alle pepite d’oro. Vediamo la tragedia di un buon cane. Un piccolo cimitero, un mucchio di terra nera in giardino, un proprietario poco convincente. La musica inizia e vediamo l’unica scena non presente nel film: uno degli acquirenti di cibo si siede a un tavolo e si gode un pasto a base di fonduta e uova in camicia con generi alimentari proiettati. Ariane Altre stelle brillavano Da Puccini Tosca Con questo pasto semplice e lussuoso. Infine vi presentiamo di cosa si tratta, ma purtroppo fa sembrare quest’uomo che non ha fatto nulla di male un Don Corleone malvagio. L’avvelenamento dei cani sembra essere colpa sua, ma questi due non sono collegati? Gli piace un pasto gustoso a spese di cuori spezzati e cani velenosi? La scena è ancora bella come il resto del film, costringendoti a dimenticare le conseguenze.

READ  Rafforzata la speranza di tornare a Christian Eriksen
Caro WOF: Non più in vendita di un bambino umano. Foto: imdb.com

I cacciatori di generi alimentari piemontesi sono una dichiarazione d’amore. Barzellette famose su vecchi e cani, cibo e bevande deliziose, la bellissima natura italiana e il villaggio, le aree e i preti sciocchi, al centro di questo focus, il cibo bianco reale si trova sul suo cuscino di velluto rosso. Il film è più un ritratto e un ritratto ambientale che una storia con un’azione specifica. Ma che rappresentazione. Piuttosto che essere un film sui funghi, parla dell’amore per la caccia ai funghi e dell’amore per la natura dove crescono i funghi. Dell’87enne, a cui la moglie non ha più permesso di andare a caccia di generi alimentari, ma è saltato fuori. Finestra di notte comunque. Deve essere goduto.