Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Il presidente dell’UE è positivo sull’impegno per l’immunizzazione – NRK Urix – Notizie e documentari esteri

Questo articolo ha più di un mese e potrebbe contenere vecchi consigli delle autorità in merito alla malattia coronarica.

Tieniti informato su NRK Panoramicao attraverso FHI nettsider.

Per le autorità di molti paesi, costringere i propri cittadini a farsi vaccinare è fuori portata. Pochi paesi sono disposti ad andare così lontano.

Ora che i paesi in Europa si stanno precipitando in una nuova ondata di infezioni, ci sono segnali dal capo della Commissione europea che vengono interpretati come sì a un impegno per il vaccino.

– Penso che sia comprensibile e corretto avere questa discussione adesso, dice il Presidente della Commissione Europea.

Ha sottolineato che sono gli Stati membri dell’UE che devono prendere le decisioni finali. Ma allo stesso tempo scrive della sua comprensione che la domanda è all’ordine del giorno BBC.

Proteste contro la vaccinazione

In quanto primo paese dell’Unione europea, l’Austria ha annunciato l’introduzione dell’obbligo di vaccinazione a partire dal 1° febbraio.

Il tasso di vaccinazione in Austria è tra i più bassi dell’Europa occidentale.

In Austria, le azioni del governo stanno causando indignazione. Foto di una manifestazione a Vienna il 20 novembre.

Foto: Joe Clamar/AFP

– Imbarazzantemente basso, ha detto di recente il primo ministro Alexander Schallenberg.

Il paese ha già un proprio sistema di blocco per i non vaccinatori.

Sabato scorso, quasi 40.000 persone hanno manifestato in Austria contro la proposta di rendere obbligatorie le vaccinazioni.

La selezione più numerosa è stata a Graz, la seconda città più grande del paese. Ci sono state anche proteste a St. Polten, Klagenfurt e Innsbruck.

Pena per non vaccinare

Il tema della vaccinazione è stato discusso anche nel nuovo governo tedesco guidato dal cancelliere Olaf Scholz.

Le autorità greche hanno dichiarato martedì che la vaccinazione sarà obbligatoria per chiunque abbia più di 60 anni.

hellas operatore sanitario sperimentale

Gli operatori sanitari arrabbiati hanno manifestato mercoledì ad Atene contro la perdita del lavoro per gli operatori sanitari non vaccinati.

Foto: Luisa Golyamaki/AFP

Le autorità greche avvertono che coloro che hanno raggiunto questa età e non sono stati vaccinati saranno multati di 100 euro al mese.

Secondo l’AFP, mezzo milione di greci di età superiore ai 60 anni non sono ancora stati vaccinati perché non vogliono.

Mercoledì, gli operatori sanitari di Atene hanno dimostrato che potrebbero perdere il lavoro se non vengono vaccinati.

Anche prima che la nuova variante del virus fosse scoperta lo scorso fine settimana, le infezioni sono aumentate in diversi paesi europei.

– Se non agiamo ora, il Natale sarà terribile, ha affermato il capo dell’Istituto di sanità pubblica in Germania, Lothar Weller.

Ha sottolineato che la differenza è allarmante.

In Germania, che ha fatto bene durante la fase iniziale dell’epidemia, la prevalenza è ora allarmante.

Il nostro Paese è ora in una situazione di emergenza. Wheeler ha detto che chiunque non se ne renda conto sta commettendo un grosso errore.

Scegli di non farti vaccinare

Nonostante il fatto che i vaccini contro il COVID-19 siano disponibili da quasi un anno, ampi segmenti della popolazione in molti paesi dell’UE hanno scelto di non prendere la siringa.

Gli esperti descrivono i vaccini come l’unica via d’uscita dalla crisi.

In molti paesi dell’Est Europa, come Romania e Bulgaria, la situazione si è già sviluppata in una direzione negativa da diverse settimane. Ciò è in gran parte dovuto al fatto che pochi di loro sono stati vaccinati.

Omicron 23 terra

La nuova variante è stata segnalata per la prima volta all’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) dal Sudafrica il 24 novembre e si è diffusa in 23 paesi, scrive Francia 24.

Martedì, le autorità olandesi hanno affermato che il paese aveva due casi, uno dei quali è stato rilevato già il 19 novembre.

Il capo dell’Organizzazione mondiale della sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha dichiarato mercoledì che si aspettano che più paesi scoprano la nuova alternativa in futuro.

L’Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato mercoledì di non aver ancora registrato alcun decesso che possa essere direttamente correlato al virus Omicron.

Demo contro le misure Corona in Austria

I manifestanti sono scesi per le strade di Vienna, in Austria, il 20 novembre, quando il paese è stato bloccato. Il 1° febbraio ci sarà l’obbligo di vaccinare nel Paese.

Foto: Florian Schroetter / AP

READ  Come la polizia di tutto il mondo ha ingannato i criminali con un'app "criptata" - NRK Norvegia - Una panoramica delle notizie da tutto il paese